Magazine Cinema

TFF28 – Super – come se fosse Kick Ass… ma meno

Creato il 02 dicembre 2010 da Soloparolesparse

Mettiano le cose in chiaro: se non ci fosse stato Kick Ass, questo Super sarebbe un fottutissimo capolavoro di controcultura.
Però Kick Ass, grazie al cielo esiste e così il film di James Gunn diventa una copia comunque buona.

TFF28 – Super – come se fosse Kick Ass… ma meno

Frank viene lasciato dalla moglie (un po’ tossica) per una specie di superspacciatore.
Visto che lei era il suo unico motivo di orgoglio la sua vita perde significato.
Per riconquistarla, spinto dai fumetti del Santo Vendicatore (una illegibile manfrina a suon di Dio salva i buoni) decide di trasformarsi in supereroe… ovviamente senza alcun potere.

Si veste da Crimson Bolt e scende nelle strade con una chiave inglese a pestare piccoli criminali.
Estasiata dalla cosa, la giovane commessa del negozio di fumetti decide di aiutarlo e si trasforma in Boltie.
Insieme proveranno a sgominare la banda dei cattivi e riconquistare la moglie di Frank.

Fumetto al cinema, Super ripropone anche come grafica i Boom e i Crash che furono di quella inguardabile serie tv su Batman… ma qui è una specie di omaggio.

Bella la sigla, in cui gli attori del film diventano cartoni animati e riassumono un po’ tutta la vicenda.

Il film fa ridere, è esagerato, spinto all’estremo, ha molto di buono.
L’eroe umano spinto dalla sua forte religiosità si deve confrontare con la giovane e sboccata ragazza che diventerà sua aiutante.
Ed Ellen Page è forse la cosa migliore del film. Riesce a calarsi nel ruolo con forza ed entusiasmo tratteggiando un personaggio pieno di vita, esagitato, esagerato, fuori dagli schemi.
Però Boltie non è Hit Girl… sotto nessun punto di vista.

Poi c’è il cattivo Kevin Bacon e la sempre splendida Liv Tyler, ma la parte del leone la fa davvero la Page.

La sorpresa arriva nel finale, quando si vira decisamente verso il drammatico ed a quel punto non te lo aspetti più.
E c’è spazio anche per lo splatter nelle concitate scene finali (e qui viene fuori la mano di Gunn, che fu sceneggiatore alla Troma) che però davvero cambiano il registro e il tono del film.

In definitiva (scusate se ci torno) se non avete visto Kick Ass questo film vi piacerà un sacco, altrimenti…


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog