Magazine Viaggi

The International

Creato il 31 dicembre 2009 da Rogues
The InternationalA inizio anno sono andato al cinema incuriosito dal film d'azione "The International" con Clive Owen e Naomi Watts girato tra Berlino, Milano, New York, Istanbul e altre città ancora e alla fine della visione dello stesso mi sono detto che avrei voluto seguirne in parte le varie locations e così mi sono messo al lavoro. Nel conto finale mi sono ritrovato con 24 voli all'attivo (mio record personale), quattro continenti (Africa, Europa, America e confine Asia), 13 nazioni delle quali tre nuove (Marocco, Liechtenstein e Turchia), sei capitali europee (Londra, Bruxelles, Vaduz, Berlino, Parigi e Copenhagen), sei città nuove (Marrakech, Essaouira, Anversa, Vaduz, Istanbul e Bilbao) e soprattutto almeno tre kg. in più che sommati ai tre dell'anno passato e agli altri sei presi nei quattro precedenti fanno sì che devo prendere la drastica decisione di dimagrire per il bene del mio fisico. Mando un messaggio via post a tutti gli amici e/o parenti : nel 2010 dovrò rinunciare a molti dei vostri gentili inviti.
The InternationalHo riguardato le mie fotografie e i miei scritti, ho ascoltato le musiche e la mente è tornata in tutti quei posti; alle sere in piazza a Marrakech, ai tramonti sul battello a Istanbul, alla bontà delle patatine fritte di Anversa, al mare e alle spiagge di Mykonos, ai musicals e allo shopping di New York, alla caccia al tesoro musicale e alla "prima" del Chelsea a Londra, alle camminate e alla nouvelle cuisine di Parigi, alle "matte risa" di Monaco di Baviera con Umberto & son a bordo della mia Twingo, al fascino di Berlino, al sole di Siviglia, all'arte di Bilbao, al calore del Natale in Danimarca. Beh ... quest'anno me la sono cavata. Non solo Londra e Parigi come direbbe qualcuno. Un anno di viaggi contraddistinto dal sole in valigia come dice Umberto.
Il 2009 è stato un anno con tante emozioni una su tutte quella sorprendente relativa alla canzone del post. Un'emozione inaspettata, passionale, speciale, unica. Un anno dove Anna e Lucio mi sono stati sempre vicini giorno dopo giorno. Un anno dove con Umberto ogni mattina alle primissime ore via sms ci si augurava il meglio del giorno. The InternationalUn anno dove l'amico Steffe ha cambiato casa e mi ha annunciato la prossima (nel 2010) nascita del/della suo/a erede. Un anno dove Cinzia è diventata una mia collega (dopo essere stata quella di Steffe e di Umberto in anni addietro). Un anno dove Donatella si è trasferita in un altro Poliambulatorio e mi ha lasciato orfano in ufficio. Un anno dove Patty ha dato il meglio di sè in tantissime ricette delle nostre cene regionali. Un anno dove Luca mi ha fatto apprezzare i gewurtzgurken e dove Daniele ha voluto testare la mia duttilità negli abiti di genitore. Un anno dove insieme a Betty e Vito ho condiviso il relax della Grecia, il "trentennale" di Parigi e con aggiunta del Nick e di Edoardo l'emozione del caldo Natale danese. Un anno dove il nuovo iMac da tavolo e il piccolo Vaio da viaggio sono entrati a far parte della mia dotazione informatica. Un anno dove ho acquistato (a New York) una nuova macchina fotografica digitale per i miei viaggi e che ahimè in quello di Bilbao è scomparsa prematuramente.
The InternationalNel 2010 auguro a tutti tanta salute e la serenità unita a gioie personali.
Anna andrà ad abitare nella nuova casa, io sistemerò, con l'aiuto di Lucio, a dovere la mia (nuovo muro, nuova lavastoviglie, nuove luci).
Mi auguro sempre che la signora Salute mi assista per potermi permettere con i signori Tempo e Denaro altri nuovi viaggi. Forse qualche viaggio in meno, ma sicuramente la ricerca di nuovi posti da visitare. Ho già in mente qualche nuova città per l'inizio del nuovo decennio e qualche viaggio l'ho già prenotato ....The International .
Post's song : "Cherie" performed by Billy Idol. P.S. spero di non essermi dimenticato di qualcosa o di qualcuno e nel dubbio mi scuso anticipatamente.A tutti quelli che mi hanno fatto gli auguri di fine anno ... ricambio di cuore !

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog