Magazine Viaggi

The little dreams - La chiave di Lante

Creato il 15 marzo 2012 da Bussola
Testo: Mame caraFoto: Fab e BussolaModello: Francesco 12 mesi
The little dreams - La chiave di Lante
Lante ha gli occhi del colore dei noccioli di pesca d’estate e unciuffo birichino che appena si distrae scappa giù per accarezzargli la frontecon la stessa tenerezza che ha la mano di sua madre quando ogni sera piano glirimbocca  le coperte lasciando dietro disé il profumo di latte di mandorla e menta.
A Lante piace la notte, per quel cielo stellato che illumina lepiccole strade di campagna come se fossero bucce d’arancia candita sparse allarinfusa per dare conforto e baci dolci ai solitari viandanti.
Una notte di Ottobre, una di quelle notti in cui il cielo comincia afare il broncio e non la smette di far capricci, piangendo a più non posso,Lante venne svegliato da un tintinnio metallico che proveniva dalla soffitta.
Così piano accese la candela cheaveva riposto sul comodino  e salì cautole scale.
Dormivano tutti, persino ilvecchio cane Birillo . Arrivato in cima accostò l’orecchio alla porta percarpire di cosa si trattasse e lo fece aderire bene, come gli aveva insegnatoNanni il garzone che era solito dire che con le orecchie bisogna ascoltare chea sentire tutti erano capaci.
Aprì la porta e cercò di farsi largo con il piccolo moccio di candelalungo la stanza.
Non ci era mai salito su in soffitta: la luna illuminava vecchi librie scatole e bauli sistemati uno sull’altro.“C’è qualcuno?!” Ma niente, nessuno gli rispose.
Lante era un bambino coraggioso e si avvicinò senza timore allafinestra pensando che  era davveroavventuroso essere svegliati da un campanello, salire le scale e ritrovarsi inuna stanza che pareva un palazzo grande. Chiuse gli occhi e assaporò ogni notaprofumata che si distingueva nella stanza: i fiori di  lavanda con il loro profumo dai mazzettiappesi e la fragranza del velluto bagnato della cappa rossa col cappuccio, poila nota legnosa di virgulti di olivi intrecciati e il buon odore della pagliache abbraccia e nasconde piccoli pomelli di mandaranci profumati. 
Lante prese un libro dalla pila alta e impolverata, sistemò la candelasul parapetto dopo aver aperto le grandi imposte della finestra  e avvicinò il vecchio cesto di legnointrecciato con dentro un cuscino morbido di tela rossa  e ci si sedette dentro. Aprì il libro eassaggiò il profumo che le pagine emanavano,sapeva di terra battuta e di mare, di suole di scarpe consumate eavventure stregate.
La luna veniva illuminata dai lampi in lontananza e lo aiutava a vedermeglio: si accorse così sin dalla prima pagina che quello non  era un libro come gli altri, no quello era ildiario di Adelmo Gianfiore suo nonno. Se lo strinse forte a sé il piccolo Lantee cominciò a leggere racconto su racconto per tessere la notte di sogni edavventure seguendo quella grafia alta e aggraziata che solo le mani del nonnoavrebbero potuto dipingere sulle pagine bianche dimenticate.
Seguì le sue avventure su spiagge lontane e navi abbandonate allaricerca di tesori nascosti e risposte a domande che un uomo solo crescendo sipone. Lo lesse d’un fiato Lante, lo lesse come si legge un messaggio aspettatoda tempo e arrivato per caso.
Si sorprese vedendo legata nell’ultima pagina sul dorso interno dellacopertina  una piccola chiave di ottoneche portava il suo nome scritto a penna su un lembo del nastro che la fermava.Era  minuscola  con graziosi ghirigori cheincorniciavano  l’anello superiore.
Non aveva senso legare una chiaveal suo interno se il diario era aperto.
Tolse il nodo e cadendo si accorse che nascondeva una piccolaincisione lineare a modo di tasca. Tastò con la mano il foglio sottile e siaccorse del biglietto interno, lo cacciò fuori attento a non rovinarne lacarta. Lo aprì e lesse il messaggio che Adelmo Gianfiore gli aveva conservato.“La chiave Lante è magica, tutte le chiavi sono magiche, ma questa inparticolare. Il nastro l’ha fermata perché sono solite andare di qua e di làcome cavallette. Con questa chiave custodiraile risposte che io ho trovato e aggiungerai alle mie poche le tue e lapasserai ai tuoi figli e loro faranno lo stesso e per ogni risposta si accenderàuna stella”.

The little dreams - La chiave di LanteThe little dreams - La chiave di LanteThe little dreams - La chiave di Lante

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La Chiamata

    Chiamata

    Stavo per sedermi a limare e pubblicare un post preparato in precedenza sull’onda della nuova tendenza in materia di proteste contro la classe politica, dopo... Leggere il seguito

    Da  Frankezze
    SOCIETÀ
  • La Diga

    Diga

    Villa Guastavillani (qui e qui). Di questo luogo, in cui andavo in gita con la scuola, ho due ricordi particolarmente chiari. I sotterranei, lugubri e... Leggere il seguito

    Da  Gloutchov
    DIARIO PERSONALE, OPINIONI, TALENTI
  • la Ratatouille

    Ratatouille

    Un contorno dai sapori mediterranei, non a caso nasce come piatto povero estivo in Provenza, a Nizza per l'esattezza, composto di tante verdure saporite, che... Leggere il seguito

    Da  Jo
    CUCINA, RICETTE
  • La panzanella

    panzanella

    Lo so, l'estate è finita, ma è così buona la panzanella! Ne esistono diverse versioni ma questa è la più classica: la panzanella toscana. E' un piatto molto... Leggere il seguito

    Da  Tina In Cucina
    CUCINA, RICETTE
  • La fuga

    fuga

    Sapete cosa è una fuga? Naturalmente non mi rivolgo ai tanti colleghi musicisti ma a tutti coloro che si sono avvicinati da poco alla musica classica... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA
  • la cura

    cura

    Hardgore 1974 Stati Uniti d'America Regia: Michael Hugo Anno Domini 1974: gli Stati Uniti possono da poco usufruire dell'ufficialità pornografica, e titoli... Leggere il seguito

    Da  Occhio Sulle Espressioni
    CINEMA
  • la biblioteca

    biblioteca

    non sopporto i ragazzi.li trovo sciatti, mediocri, senza sapore.preferisco l'aroma aggressivo e marcato di un uomo.non deve essere per forza di cose... Leggere il seguito

    Da  Lafenice
    SALUTE E BENESSERE

Magazine