Magazine Cultura

The wall

Creato il 08 novembre 2014 da Apregesta7 @regesta_ap

A 25 anni dal crollo del muro di Berlino, quel simbolo di pietra eretto nell’agosto del 1961 per sancire la divisione del mondo in due blocchi, vi proponiamo la visione di un bel documentario del 1962 che racconta, con immagini tratte dai cinegiornali americani e tedeschi, la vita dei berlinesi intorno al muro: le comunicazioni a gesti tra famiglie, amici nella città divisa in due, le drammatiche fughe dalle finestre delle case addossate al muro, la risposta della polizia di confine, la Volkspolizei, l’uccisione del giovanissimo Peter Fechter, una delle prime vittime  del Muro.
Il film-documentario, della durata di 9 minuti, fu prodotto dalla United States Information Agency, un’agenzia di propaganda creata dall’amministrazione di Eisenhower nel 1953. Curiosamente i film prodotti per queste finalità non potevano essere visti negli Stati Uniti (saranno distribuiti in America dopo il 1990, a guerra fredda conclusa). Il documentario, diretto da Walter de Hoog, autore di diversi film di propaganda, fu prodotto sotto l’amministrazione Kennedy e il giovane Kennedy fu probabilmente influenzato dallo stile e dai toni del film nella preparazione del suo celebre discorso “Ich Bin ein Berliner” (qui il testo del discorso che ascolterete nel video della British Pathé).

Anche l’Agenzia Associated Press racconta, in occasione del 25° anniversario, la storia del muro con una bella rassegna video. Da non perdere il cinegiornale girato nel 1962 che mostra la costruzione del muro con riprese aeree.
Concludiamo con un pò di leggerazza questa breve rassegna segnalando nell’Archivio Luce una sorta di video-clip dell’epoca: protagonista Fred Bongusto, che si aggira sconsolato presso la porta di Brandenburgo intonando la canzone del muro di Berlino: Madeleine Aufwiedersehen


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog