Magazine Cultura

ti ammiro, ti copio, ti plagio...

Creato il 01 giugno 2015 da Omar
ti ammiro, ti copio, ti plagio...con il termine «swipe», evidentemente figlio del verbo to swiping («strisciare» ma anche «rubacchiare» secondo i più diffusi dizionari), nel rutilante mondo dei comics si fa solitamente riferimento alla diffusissima - quanto antica - pratica di appropriarsi dell'arte altrui senza accreditare la mano originale (salvo, una volta scoperti, montare su una discreta faccia di tolla e parlare di «omaggio»).Maestri come Jack Kirby, Neal Adams, Hergé, e Jim Lee sono tuttora tra gli autori più saccheggiati dalle nuove generazioni di fumettisti, anche se nessuno di costoro, pur con tutta la genialità che gli annali dell'arte sequenziale gli conferisce, può a propria volta ritenersi irreprensibile: a dimostrazione di quanto in questo settore tale tradizione sia comune, infatti, sono attestati casi lampanti di swipe ad esempio da parte di Kirby (un gigante) nei confronti di Hal Foster all'inizio della sua carriera, quest'ultimo rigorosamente preso a modello anche da Alex Raymond per Flash Gordon. Ma la lista di nomi illustri comprende Art Spiegelman (beccato a strisciare una immagine dell'artista russo M. Mazruho nel suo capolavoro Maus), Eddie Campbell che pesca addirittura da Diego Velázquez, e Jill Thompson dall'opera di Arthur Rackham. Molti cartoonist della Golden Age sono peraltro periodicamente individuati come veri "swipe file" all'interno di cover e illustrazioni di fumetti odierni, anche famosi. Senza considerare che esistono casi di artisti che scopiazzano disinvoltamente sé stessi, come nel caso di due quasi identiche strisce di Peanuts a dieci anni di distanza l'un dall'altra, entrambe opera di Charles Schulz

ti ammiro, ti copio, ti plagio...

from Kirby to Kirby...

Alcuni artisti contemporanei sono addirittura diventati famosi per le loro «strisciate», nomi tra cui riluce il talento copista di Rich Buckler (che solitamente guarda a Neal Adams e Jack Kirby), quello di Keith Giffen (José Antonio Muñoz) nonché quello di Roger Cruz (Jim Lee e Joe Madureira). Ma il più spudorato era e resterà l'«uomo delle anatomie deformi», quel Rob Liefeld che tanto materiale spassoso continua a fornire agli esegeti di internetlandia.

ti ammiro, ti copio, ti plagio...

un classico caso di "prestito" made in Rob Liefeld

ti ammiro, ti copio, ti plagio...

Ehi, è Leifeld o Jim Foley?

ti ammiro, ti copio, ti plagio...

il buon Rob guarda con invidia a Marv Wolfman

E se è vero che oggi la cosa non sembra più suscitare particolare scompiglio tra i fan - al punto che basta googlare le parole «swipe comics» per avere un'idea della sterminata quantità di materiale già schedato - va segnalato quanto invece gli esperti abbiano sinora poco scandagliato l'attività di swiping dei maestri nostrani, molti dei quali insospettabili (per quanto assolutamente giustificati: se si prende ad esempio Galep o Ferri, in casa Bonelli, si può supporre che avessero una tale mole di lavoro a inizio carriera che qualche "ispirazione" fosse lecita). Anche se ovviamente eccezioni italiche come il caso Troisi, del 2009, hanno fatto parecchio rumore.

ti ammiro, ti copio, ti plagio...

Galeppini guarda all'America

ti ammiro, ti copio, ti plagio...

anche per il suo sangue navajo...

ti ammiro, ti copio, ti plagio...

anche il grande Ferri sceglie gli USA...

ti ammiro, ti copio, ti plagio...

...e come dargli torto?


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Io non ti conosco

    conosco

    S. J. Watson ritorna in libreria con una nuova storia da leggere d’un fiato Quanti tra voi ancora non conoscono S. J. Watson, lo scrittore che ha stupito tutti... Leggere il seguito

    Da  Paperottolo37
    CULTURA, LIBRI
  • Io non ti conosco

    conosco

    Dopo il successo di Non ti addormentare, S.J. Watson torna nelle librerie con un thriller mozzafiato.Da quando sua sorella Kate è morta, aggredita a Parigi da... Leggere il seguito

    Da  Fedetronconi
    CULTURA, LIBRI
  • Ti presento un amico

    presento amico

    Ai tempi della crisi il povero Raul Bova è tartassato dalle donne! Titolo: Ti presento un amico Regia: Carlo Vanzina Cast: Raoul Bova, Barbora Bobulova,... Leggere il seguito

    Da  Sbruuls
    CINEMA, CULTURA
  • ti racconto una storia…

    racconto storia…

    Un detective per l'Antichità di Giovanni Mariotti Perché si scrive la storia? I due uomini che in Occidente fondarono questa pratica, Erodoto e Tucidide, dieder... Leggere il seguito

    Da  Francosenia
    CULTURA, OPINIONI, SOCIETÀ
  • Scusa, perdonami ti prego, grazie ti amo

    Scusa, perdonami prego, grazie

    IL PERDONO LIBERA L'ANIMA E CANCELLA LA PAURA, SONO IO IL SIGNORE DEL MIO DESTINO, SONO IO IL CAPITANO DELLA MIA ANIMA Queste parole racchiudono un grande... Leggere il seguito

    Da  Marta Saponaro
    CULTURA, DIARIO PERSONALE, PARI OPPORTUNITÀ, PER LEI
  • Ti piace Chopin?

    piace Chopin?

    Ci sono tante persone che per vari motivi non hanno potuto studiare la musica, e non è giusto tagliarle fuori dal piacere di suonare. Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • Europa, ti odio

    Pubblico questa puntata perchè contiene la testimonianza  di un terrorista che spiega le ragioni dell’odio di alcuni islamici verso l’occidente. Leggere il seguito

    Da  Dallomoantonella
    CULTURA, FOTOGRAFIA