Magazine Cinema

Ti va di pagare?

Creato il 31 maggio 2012 da Annanihil
Audrey Tautou è conosciuta ai più per le sue faccette buffe in "Il favoloso mondo di Amèlie" (2001), e per aver affiancato Tom Hanks ne "Il Codice da Vinci".
Nel 2006, stesso anno de "Il codice da Vinci", Audrey Tautou diventa una seducente accalappiatrice di miliardari in "Ti va di pagare?" (In francese: "Hors de prix", in inglese: "Priceless").
Ad affiancarla Gad Elmaleh. Chi è? Credetemi, avete già visto anche lui. Protagonista della commedia "Una top model nel mio letto" e presente anche in "Midnight in Paris" nel ruolo del Detective Tisserant.
Ti va di pagare?
Irène (Audrey Tautou) seduce Jean (Gad Elmaleh) credendolo un giovane milionario. Il mattino dopo Irène parte con il suo vecchio e ricchissimo compagno, mentre Jean riprende servizio come cameriere.
Un anno dopo Irène torna sul luogo del delitto, rivede Jean e ricasca tra le sue braccia.
Stavolta il tradimento non sfugge al compagno di Irène che la liquida all'istante.
Irène spera di poter farsi mantenere da Jean, ma quando scopre che è un cameriere prende le valige e parte per Nizza in cerca di un nuovo riccone che possa permetterle una vita agiata.Jean la segue, se il modo per averla vicino è pagare, pagherà. Borse, scarpe, vestiti, albergo, ristorante tutto dal prezzo smisurato.
Il conto dell'ex-cameriere (per lei ha perso il lavoro) va presto in rosso e Irène cerca subito un altro uomo da cui farsi mantenere.Inaspettatamente Jean vede risolti i suoi conti con l'Hotel grazie all'intervento di una ricchissima signora di cui diventerà l'amante.
Quando Irène scopre che Jean sta adottando la sua stessa tecnica per sopravvivere, decide di aiutarlo offrendogli dei suggerimenti. I due diventano sempre più complici e... finiranno per innamorarsi?
Lui già lo è, lei dopo lungo tempo...
Audrey Tautou e Gad Elmaleh sono una coppia deliziosa, per questo il film funziona.
Pare che il regista Pierre Salvadori si sia ispirato al film "Colazione da Tiffany". Qualche somiglianza c'è.
L'attrice si chiama persino Audrey! E come la mitica Hepburn, la Tautou riesce a non risultare mai volgare nostante gli abiti succinti indossanti per tutto il film.
Rispetto a "Colazione da Tiffany" questa è una commedia pura e semplice. E va bene così.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines