Magazine Politica

Tocca alla Libia

Creato il 21 febbraio 2011 da Marco4pres

Tocca alla LibiaDopo Algeria, Tunisia ed Egitto, tocca alla Libia.

Il nostro giovane premier ha deciso di non disturbare il suo amico di vecchia data, il duce libico Gheddafi, in questo momento in cui un tremendo caos sta attraversando il suo paese. Giusto, casomai sbagliasse la mira: secondo Al Jazeera (sempre attiva nonostante denunci il bando dei giornalisti al bando e i segnali disturbati in tutto il Medio Oriente) i militari avrebbe sparato razzi Rpg (video sotto) contro i manifestanti a Bengasi.

Tra di loro ci sarebbero anche dei disertori dell’esercito, nonostante Seif al-Islam Gheddafi, figlio dello stronzo, abbia dichiarato in tivù che l’esercito guidato dal padre è unito e molte altre persone si stanno recando a Tripoli per difendere lui e la nazione. S’è detto che ci si riunirà immediatamente per stilare un’agenda di riforme (dov’è che l’ho già sentita, questa?), ed è ventilata anche l’ipotesi di un complotto esterno che avrebbe come obiettivo il petrolio (chi ha detto USA?).

Nel frattempo “il bilancio ufficioso parla di almeno 285 morti e 700 feriti a Bengasi, seconda città del Paese, principale teatro delle manifestazioni contro il leader”, l’Unione Europea si affaccia dalla finestra e predica lo stop immediato delle violenze e la Libia, come alle medie, s’offende e contrattacca minacciando lo stop immediato della collaborazione sull’immigrazione. Niente di nuovo, insomma.

Contestazione senza precedenti. Il regime di Gheddafi è in preda ad una contestazione senza precedenti contro un potere che dura da più di 40 anni e sta cercando di resistere alle proteste libertarie scoppiate sull’onda delle rivolte in Tunisia ed Egitto. Il leader libico ha reagito con la forza alle manifestazioni di protesta degli ultimi giorni, schierando la polizia in forze. Centinaia di tunisini che lavorano in Libia hanno lasciato il paese attraverso la frontiera di Ras-Jdir, per rifugiarsi nel loro territorio d’origine e fuggire da quella che descrivono come “una vera carneficina”. Lo ha dichiarato Housine Betaieb, responsabile sindacale presente sul posto, aggiungendo: “E’ gente che lavora in Libia e che fugge prima che le succeda qualcosa”.

la Repubblica

Sembra anche che degli estremisti islamici avrebbero preso in ostaggio civili e poliziotti. Mi sarei stupito di non sentire una notizia del genere, tra le tante.

-m4p-

Tocca alla Libia

Mu’ammar Gheddafi



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La seconda guerra di Libia.

    seconda guerra Libia.

    Ha ragione il collettivo dei Wu-Ming, quando nel saggio New italian Epic, afferma che non c'è stato nessun dopoguerra perchè da sempre viviamo in un conflitto... Leggere il seguito

    Da  Cirano2
    POLITICA, SOCIETÀ
  • Libia: Guerra Giusta?

    Libia: Guerra Giusta?

    Nessuna suspance, ve lo anticipo subito: NO, anche in questo caso non si può parlare di guerra giusta o guerra umanitaria. E i motivi sono vari: In Libia c’è un... Leggere il seguito

    Da  Zaxster
    POLITICA, SOCIETÀ
  • Contro la guerra in Libia!

    Contro guerra Libia!

    La guerra è iniziata. Lo sapevamo, lo avevamo ampiamente previsto, mettendo in guardia rispetto alla rapida involuzione di un quadro che, purtroppo, lasciava... Leggere il seguito

    Da  Palotto
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Ci tocca perdonanza

    tocca perdonanza

    Pare non abbia altro Dio che sé stesso, desidera la roba d’altri e se la piglia, lavora pure la domenica, fornica anzichenò, quando non può permettersi una fals... Leggere il seguito

    Da  Malvino
    SOCIETÀ
  • Italia Libia 3-0

    Governo battuto 3 volte sul trattato Italia Libia.E non è semplicemente un favore ai clandestini: è una questione di diritti umani, quelli che Gheddafi nemmeno... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    SOCIETÀ
  • Chi tocca i fili

    tocca fili

    Giuliano e Pisciotta (Chilanti) E’ bastato che il sostituto procuratore della Repubblica, Antonio Ingroia, decidesse la riesumazione del cadavere di Salvatore... Leggere il seguito

    Da  Casarrubea
    CULTURA, SOCIETÀ, STORIA E FILOSOFIA
  • Ora tocca a te Gelmini !

    tocca Gelmini

    OK, lui Pier Luigi Bersani, forse con quella sfilza di 30 o 30 e lode e un solo 28 resterà prigioniero dello stereotipo del “secchione“, ma resta il fatto che... Leggere il seguito

    Da  Diarioelettorale
    SCUOLA, SOCIETÀ, UNIVERSITÀ