Magazine Cinema

Tomboy

Creato il 29 settembre 2011 da Taxi Drivers @TaxiDriversRoma

Tomboy

 

Anno: 2011

Distribuzione: Teodora Film

Durata: 82’

Genere: Drammatico

Nazionalità: Francia

Regia: Céline Sciamma 

Laure (Zoé Héran) è una bambina di dieci anni, ha capelli cortissimi, si veste da maschiaccio e si fa chiamare Michaël dai suoi amichetti. Laure/ Michaël stringe amicizia con Lisa ( Jeanne Disson), ma prima dell’inizio della scuola sarà costretta a dirle chi è veramente.

Céline Sciamma, giovane regista italo francese, ha vinto con questo film il Teddy Award a Berlino 2011, il Premio del Pubblico come miglior lungometraggio e il Premio Ottavio Mai, assegnato dalla giuria,  al 26°  Torino GBTL Festival. Non è difficile comprendere il motivo di tutti questi riconoscimenti, infatti Tomboy è un film estremamente semplice e cristallino, che tratta una tematica forte come la scoperta dell’identità in età infantile.

Il meccanismo alla base di questo film funziona come un orologio e una delle cose che senz’altro colpisce è la capacità della regista di far capire lo stato dei rapporti interpersonali fra i protagonisti, senza l’uso di lunghi e logoranti dialoghi. Come avviene nella realtà, capiamo cosa i genitori di Laure, interpretati da Spophie Cattani e Mathieu Demy, pensano di lei da uno sguardo o da una carezza che le fanno.

Tomboy (termine inglese che sta a significare “maschiaccio”) evita la banalità narrativa, poiché il disagio vissuto da Laure non deriva dall’ambiente familiare, che è dipinto da Céline Sciamma come un locus amoenus pieno di calore e allegria. In particolare il rapporto tra Laure e la sorellina Jeanne (Malonn Lévana) è riprodotto in maniera del tutto naturale e realistica, tanto da far venire i brividi. Sono proprio i momenti di gioco con la sorellina o con gli amichetti, in cui la macchina da presa insegue con sguardo sereno i piccoli protagonisti, quelli più coinvolgenti.

Laure è una bambina come tante, che però a differenza delle sue coetanee ha un segreto, con cui convive e a cui cerca di ovviare con espedienti giocosi e fantasiosi. Durante l’età infantile, tutto è possibile, la vita viene vissuta con fantasia e semplicità, Laure affronta la vita proprio così, con leggerezza e spensieratezza, come si addice ad una bambina della sua età. Per questo il film della Sciamma, non essendo  la solita, facile  apologia della difficoltà di sentirsi omosessuali, è molto interessante ed entra in punta di piedi a far parte di quella meravigliosa cinematografia francese sul romanzo di formazione, che parte da I quattrocento colpi di Truffaut, fino ad arrivare negli anni più recenti a Stella di Sylvie Verheyde.

Francesca Tiberi

Tomboy
Scritto da il set 29 2011. Registrato sotto IN SALA. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Tomboy

    Tomboy

    2011, Céline Sciamma.Film e regista (la brava Céline Sciamma al suo secondo lungometraggio) sono francesi ma il titolo è un termine inglese. I "Tomboy" sono... Leggere il seguito

    Da  Robydick
    CINEMA, CULTURA
  • Tomboy

    Tomboy

    regia di Céline SciammaTomboy (termine inglese che significa "maschiaccio") è il ritratto di Laure, dieci anni (Zoé Heran) che si trasferisce, all'inizio... Leggere il seguito

    Da  Veripaccheri
    CINEMA, CULTURA
  • Tomboy, maschio o femmina?

    Tomboy, maschio femmina?

    Si può parlare d’identità sessuale e mondo infantile contemporaneamente? Cèline Sciamma ci è riuscita nel sorprendente Tomboy con pennellate leggere ma incisive... Leggere il seguito

    Da  Onesto_e_spietato
    CINEMA, CULTURA
  • "Tomboy", ovvero l'infanzia al sapore di Nouvelle Vogue.

    "Tomboy", ovvero l'infanzia sapore Nouvelle Vogue.

    Questo film ha una caratteristica che rappresenta allo stesso tempo il suo più grande pregio, da un punto di vista artistico, e il suo più grande difetto,... Leggere il seguito

    Da  Presidenziali
    CINEMA, CULTURA
  • Tomboy

    Tomboy

    Difficile stabilire come si definisca la propria sessualità, se sia frutto di una scelta consapevole, di un instradamento sociale o qualcosa di istintivo,... Leggere il seguito

    Da  Sostiene Pereira...
    CINEMA, CULTURA
  • Tomboy ...

    Tomboy

    Tomboy Céline Sciamma 2011 Una famiglia cambia casa e una delle figlie si trova dei nuovi amici, solo che si finge un ragazzo.... Leggere il seguito

    Da  Tano61
    CINEMA, CULTURA