Magazine Cucina

Torta di mele e banane senza burro

Da Jo
Torta di mele e banane senza burroQuando c'è la necessità di fare un dolce ma manca il tempo per farne uno complicato, vi consiglio questa tortina super veloce. Si impasta in meno di 10 minuti e per cuocerla occorre poco più di mezz'ora. In più è priva di burro e ricca di frutta.
In questo periodo di dolci ne sto facendo molti, alla faccia delle scorte di panettoni, pandoro e veneziane. Questa torta è molto semplice ma anche molto buona.
È l'ultima domenica prima del Natale, ci pensate che domenica prossima il grande ambaradan sarà terminato? Tutti avremo aperto i nostri pacchi dono e, soprattutto, saremo pieni come delle uova.
Moderatevi se potete. Il consiglio che danno i dietologi è di misurare quello che si mangia, dando la preferenza a quello che più ci piace quando ci troviamo davanti a una tavola riccamente imbandita. Io lo faccio da tempo, sono molto selettiva e scelgo di assaggiare solo quello che mi piace più di ogni altra cosa. Solo in questo modo riesco ad arrivare alla fine del pasto senza la sensazione di stare per scoppiare.
-ricetta-
1 mela e 1 banana + 1 rametto di ribes
300 ml yogurt
150 g farina
100 g zucchero canna
3 uova
20 ml olio semi
5 g lievito
succo di limone
cannella
sale
Torta di mele e banane senza burroSbuccio la mela e la taglio a pezzetti, altrettanto faccio con la banana, affettandola a rondelle.
Le bagno con succo di limone.
Intanto in una boule mescolo le uova con lo zucchero, aggiungo l'olio e lo yogurt e continuo ad amalgamare, poi verso farina e lievito setacciati e un pizzico di sale.
Accendo il forno a 200°.
Imburro e infarino uno stampo da 22 cm, verso metà del composto sul fondo, poi distribuisco la frutta e ricopro col resto della pasta, che è piuttosto morbida.
Spolvero di cannella e metto qua e là i chicchi di un rametto di ribes.
Torta di mele e banane senza burroInforno per circa 30/35'.
Poi sformo la torta su una gratella per farla raffreddare.
Prima di portarla in tavola aggiungo ancora un velo di zucchero.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines