Magazine Viaggi

Trascorrere la Nochevieja in Spagna

Creato il 18 dicembre 2014 da Viaggiarenews

Tra le numerose feste del periodo natalizio, in Spagna ve ne è una molto speciale che non si dovrebbe assolutamente perdere:la notte di Capodanno, in spagnolo la Nochevieja.

Per quanto riguarda l’ultima notte dell’anno, in tutta la Spagna vige la stessa tradizione: il passaggio dall’anno vecchio a quello nuovo si festeggia mangiando 12 chicchi d’uva, uno ad ogni rintocco delle campane. L’evento viene trasmesso in diretta televisiva dalla Puerta del Sol di Madrid al suono dei rintocchi dell’orologio del XVIlIº secolo del Palacio de la Comunidad, donato dall’orologiaio Losada nell’anno 1866. Questo è il modo di festeggiare l’arrivo dell’Anno Nuovo, un’abitudine che sicuramente sorprenderà.  Coloro che riescono a mangiare tutti i chicchi d’uva a tempo, avranno assicurato un anno pieno di fortuna e prosperità.

Nonostante i rintocchi vengano trasmessi in diretta in tutta la Spagna, la cosa migliore è essere presenti sul posto e partecipare in modo attivo a questo evento presso la Puerta del Sol di Madrid. Migliaia di persone, per la maggior parte gruppi di amici e di giovani vengono fin qui per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Li aspettano ancora molte ore di divertimento. Ogni hotel, bar, pub e discoteca organizza un veglione, con possibilità di ballare fino all’alba.

Se invece si ha voglia di qualcosa di più stravagante Pamplona è la meta giusta: il capodanno qui ricorda più le celebrazioni di Carnevale tra maschere e giochi in giro per la città. Questa abitudine di anticipare il carnevale conta a Pamplona un gran numero di seguaci; maschere audaci, classiche e originali conquistano la notte creando un ambiente festivo incomparabile.

Silva Valier


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog