Magazine Cultura

Tre doveri

Creato il 08 febbraio 2011 da Renzomazzetti

tre rose.

Non tenere eccessivo conto di come gli altri decidano di comportarsi, bensì immediatamente considera il punto verso il quale natura ti conduce; e non solo l’universale natura, per mezzo degli eventi che a te si presentano, ma la tua personale natura, per mezzo di quanto ti impone di fare. E ciascuno deve fare ciò che consegue alla propria formazione. Tutte le altre creature infatti sono formate col fine di servire agli esseri ragionevoli (del resto in ogni altro caso le cose inferiori sono fatte per quelle che sono superiori); e gli esseri ragionevoli per la loro reciproca utilità. E adesso: il dovere primo della natura umana è il bene comune; secondo dovere, non cedere agli istinti corporei; è proprio infatti della ragione, della mente e della loro azione il conservar se stesse pure e distinte, e non riuscir mai vinte da qualsiasi moto del sentimento o dell’irrefrenabile impulso. In realtà l’uno e l’altro moto hanno carattere animale; mentre invece l’azione della mente agogna di primeggiare e di non subire il dominio delle altre due. E davvero è cosa giusta codesta. La facoltà razionale è infatti formata naturalmente per servirsi di quelle. Terzo dovere, in un essere razionale, il non dare l’assenso senza riflettere, per evitare la possibilità di cadere in inganno. Quindi, attenendosi a tali considerazioni, la nostra facoltà sovrana proceda diritta al suo compito; otterrà così tutto quello che le è dovuto. -Marco Aurelio-

LE ROSE

Ah, quali rose vidi nel mattino

aprirsi! Mentre nascevano ancora,

l’età non era più uguale in tutte.

Della prima i boccioli ancora chiusi

eran capezzoli; a un’altra

le rosse punte svettavano del bulbo,

una terza non spiegava per intero

il calice rotondo, e lì vicino

d’una quarta rifulge il fiore schiuso.

E mentre l’una slancia la sua cima

e l’altra allenta i suoi legami,

ma non spunta dal velo il rossore pudico,

cogli al mattino le rose che periscono.

Sono vergini, presto appassiranno.

-Anonimo-


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Tre signore in giallo...

    signore giallo...

    Questa mattina, all'interno del 3° Festival della Letteratura "Grado Giallo", sulla suggestiva cornice della diga affacciata al mare, si è svolto l'incontro... Leggere il seguito

    Da  Tuttosuilibri
    CULTURA, LIBRI
  • Tre fratelli

    fratelli

    1981, Francesco Rosi.Ambientato coevo al periodo di produzione, è la storia di 3 fratelli italiani di origini meridionali, tutti emigrati in altre città e con... Leggere il seguito

    Da  Robydick
    CINEMA, CULTURA
  • Diritti e doveri

    Diritti doveri

    Nel maggio scorso, quando Film socialisme venne presentato a Cannes, Godard rilasciò un'intervista a Les Inrockuptibles in cui fece una delle sue solite... Leggere il seguito

    Da  Robomana
    CINEMA, CULTURA
  • Tre quarti di essere

    «Che fare? Non smettere di dire con forza che senza giustizia non c’è equità, che i problemi del Paese non possono più aspettare, che il Paese siamo noi. In ogn... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • tre righi appena...

    righi appena...

    «Un gruppo di uomini barbuti, vestiti di scuro sotto gli alti cappelli grigi, e di donne - alcune incappucciate, altre a testa nuda - era raccolto davanti ad... Leggere il seguito

    Da  Omar
    CULTURA
  • Tre cacate ridendo.

    cacate ridendo.

    Ha un tanga colorato e i capezzoli duri. E sa che la stanno guardando[...]guardano e riguardano e fanno finta di non aver guardato. Leggere il seguito

    Da  Cielosopramilano
    CULTURA, SOCIETÀ
  • tre volte sottoterra...

    volte sottoterra...

    Tommy Lee Jones, il grugno più stropicciato del cinema made in U.S.A., nel 2005 diresse e interpretò questa sua opera prima (e per il momento unica)... Leggere il seguito

    Da  Omar
    CULTURA

Magazine