Magazine Arte

Tutto prima o poi annoia

Creato il 05 aprile 2010 da Teoderica
TUTTO PRIMA  O POI ANNOIAQualche anno fa Roberto Cuoghi iniziò un processo di trasformazione del corpo. Si fece crescere le unghie a dismisura , si impose un precoce invecchiamento, indossò occhiali da saldatore. La critica parlò di metamorfosi e di alienazione temporale. Cuoghi, trentaseienne, modenese, si è imposto sulla scena dell' arte , con una scelta precisa : vivere le vite degli altri. Con un forzato invecchiamento fisico, ingrassando di quaranta chili, e tingendosi i capelli di bianco, ha vissuto per due anni la vita di suo padre. Per giorni ha indossato prismi montati su occhiali da saldatore, vivendo così una vita rovesciata di 180 gradi. Ha ricreato voci e suoni degli assiri in una installazione " Suillakku". Comunica per e- mail e non vuole contatto fisico. Questo artista " parallelo" dice di sentirsi come un esperimento, ma nonostante le sue " invenzioni " , si annoia facilmente : " Tutto prima o poi annoia, è questione di tempo".

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine