Magazine Media e Comunicazione

Twitter è #verybello

Creato il 26 gennaio 2015 da Pedroelrey

Il por­tale che dovrebbe rac­con­tare gli eventi cul­tu­rali dell’Italia durante il periodo dell’Expo, pre­sen­tato dal Mini­stro per i Beni cul­tu­rali e Turi­smo, Dario Fran­ce­schini, è diven­tato l’ennesimo esem­pio di incompetenza.

Tra tutto quello che è stato scritto dall’annuncio del lan­cio del por­tale, se giu­sta­mente avete stac­cato il filo dalla Rete in que­sto wee­kend, val­gono il tempo di let­tura le con­si­de­ra­zioni di Mas­simo Man­tel­lini, l’analisi tec­nica di Mat­teo Flora su tutti gli errori tec­nici [*] e le rac­co­man­da­zioni di Paolo Iabichino.

Vale la pena di sot­to­li­neare come il por­tale in que­stione sia ospi­tato su un ser­ver con­di­viso con altri 387 web­ma­ster tra cui quelli di nume­rosi siti por­no­gra­fici. La cilie­gina sulla torta, come si suol dire.

Per quanto riguarda la scelta del nome l’interesse nel tempo per very bello è nullo. Ulte­riore ele­mento fat­tuale su quanto scon­si­de­rata sia stata.

The Fool, agen­zia spe­cia­liz­zata, ha con­dotto un’analisi, svi­lup­pata tra le 11:18 del 24/01/15 e le ore 08:35 del 25/01/15, delle rea­zioni su Twitter.

Nono­stante il tema sia diven­tato tren­ding topic sulla piat­ta­forma di micro­blog­ging da 140 carat­teri, il numero di tweet, nell’arco tem­po­rale preso in con­si­de­ra­zione, è stato rela­ti­va­mente con­te­nuto con un totale com­ples­sivo di 11.446 tweet, con una atti­vità nel minuto di picco pari a 43 tweet. L’attività è comun­que pro­se­guita nel corso della dome­nica dando luogo com­ples­si­va­mente a oltre 23mila tweet.

Anche se il numero di tweet è cer­ta­mente infe­riore a quello di altri casi, è noto che Twit­ter è il miglior modo, il miglior media, per far par­lare della que­stione i “main­stream media” ed infatti non c’è gior­nale online [ed anche alcune prime pagine di oggi] che non abbia ripreso, in ter­mini più o meno bene­voli, la que­stione amplian­done note­vol­mente i numeri e la por­tata. Non a caso, andando ad ana­liz­zare le “Super­star” di Twit­ter dal punto di vista del numero di fol­lo­wer pos­se­duti, gli utenti che van­tano il mag­gior seguito che hanno twit­tato all’interno della fine­stra presa in esame sono stati skytg24 con i suoi 1.479.296 fol­lo­wer, repubblica.it con un numero pari a 1.458.806 fol­lo­wer, corriere.it con 893.918 fol­lo­wer e
rai­news a con i suoi 630.760 seguaci.

La rea­zione di Fran­ce­schini denota inca­pa­cità di com­pren­sione dei feno­meni e osti­na­zione nell’utilizzo, anche, dei social come canale top-down.

La word cloud sotto ripor­tata rias­sume gli hash­tag e le parole chiave più usate.

Tag Cloud Hashtag e Parole chiave

Le Impres­sion, o per meglio dire le OTS — Oppor­tu­ni­ties to See — gene­rate dall’evento sono un totale di oltre 38.5milioni. The Fool ha rile­vato nell’arco del periodo di ana­lisi un totale di 5.844 utenti unici, con una media di mes­saggi a utente che si col­loca intorno ai 1.0 tweet per user. Il minuto in cui l’attività è stata mag­giore si è riscon­trato alle ore 19:49 del 24/01/2015.

Sul fronte dell’analisi della capa­cità dei sin­goli utenti Twit­ter di gene­rare Impres­sion poten­ziali [OTS], tro­viamo in prima posi­zione per quan­tità @expo2015milano con quasi 4 milioni di impres­sion gene­rate, @repubblicait con circa 3 milioni, @corriereit e @ttmobile_ rispet­ti­va­mente con 2.681.755 e 1.576.756 Impres­sion. La somma delle impres­sion di que­sti primi 4 utenti assomma da sola al 28.9 dell’engagement totale.

Il gra­fico sot­to­stante rias­sume la por­tata di cia­scun account attivo.

author_reach-20150125-verybello_bubble-chart

[*] Il 25 gen­naio pome­rig­gio sono stati effet­tuati degli inter­venti cor­ret­tivi sul sito:

- È com­parsa la Sici­lia nella car­tina; col­pe­vol­mente dimen­ti­cata nella prima release.

- È apparsa una ban­diera inglese in alto che avvisa che la ver­sione inglese dovrebbe essere dispo­ni­bile a breve.

- Sono stati eli­mi­nati i rife­ri­menti alla web agency nel footer.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog