Magazine Cinema

TWO MOTHERS (Adore)

Creato il 19 ottobre 2013 da Ussy77 @xunpugnodifilm

two_mothers_ver2_xlgIl quadrato non lo avevo considerato

Ménage à-quatre per la regista di Coco Avant Chanel. Il risultato? Una pellicola insulsa, che finge di essere amorale, per poi scivolare su stereotipi e incongruenze narrative.

Roz e Lil sono amiche da quando sono bambine. Si sono sposate, ma vivono in evidente simbiosi. Lil rimane ben presto vedova, ma la famiglia di Roz le rimane accanto. Nel mentre i ragazzi (Ian e Tom) crescono e diventano due bellissimi ragazzi. Il marito di Roz si vede offrire un ottimo lavoro a Sidney, dove si stabilisce e fa ritorno a casa raramente. Nel frattempo accade qualcosa di molto particolare: Tom e Ian cominciano una relazione con la madre altrui.

Pellicola bagnata dal sole (australiano) e intrisa di trasgressività di facciata, Two Mothers è un classico prodotto romantico, nel quale risolini e piagnistei sono i padroni indiscussi. Difatti non importa eccessivamente se le due madri si “trastullano” con il figlio altrui (e qui è la moralità che viene meno); nel film diretto da Anne Fontaine è la verosimiglianza che è assente, in una costruzione narrativa che procede su binari prestabiliti e caratterizzati da una noia imperante. Infatti tra amplessi vari e viscerale passionalità,  si assiste a un romantic drama, che scivola verso la conclusione senza intoppi e “tiratine d’orecchie”. Tutto appare accettato e poco credibile e l’amore cresce non curante dell’età e della morale.

E se la vicenda appare convenzionale, patinata e ordinaria, gli aspetti tecnici e le interpretazioni delle attrici non la salvano. Naomi Watts (che ultimamente non azzecca uno script che sia uno) è monocorde al pari della co-protagonista Robin Wright; paiono entrambe esclusivamente interessate ai corpi statuari dei loro figli («sembrano degli dei greci» è la battuta che fa da preludio al fattaccio) e ad arrostirsi al sole, piuttosto che infondere ai propri personaggi una credibile caratterizzazione. Mentre la fotografia (luccicante e riflesso dell’Oceano) è principalmente turistica e immortala una borghesia di fondo, nella quale i mariti sono assenti e i figli, progressivamente, dimostrano di avere più muscoli che sale in zucca.

In conclusione si può affermare che la pellicola diretta da Anne Fontaine non è toccante, emozionante o raffinata, ma esclusivamente un prodotto parecchio inconsistente, nel quale i piagnistei, le risatine e la carnalità ageè si alternano a ordinari stereotipi romantici. Un film di poco appeal, che passa via fugace e si fa ben presto dimenticare.

Uscita al cinema: 17 ottobre 2013

Voto: *

Leggi la recensione anche su Persinsala.it

http://www.persinsala.it/web/anteprima/two-mothers-1634.html


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • two mothers

    mothers

    ADORE (Francia/Australia 2013) Australia. Lil si innamora, ricambiata, del figlio di Roz. Roz si innamora, ricambiata, del figlio di Lil. Le donne hanno... Leggere il seguito

    Da  Albertogallo
    CINEMA, CULTURA
  • Two Mothers – La recensione

    Mothers recensione

    Anne Fontaine porta nelle sale cinematografiche un film scaduto, senza scopo, nel quale trovare spunti interessanti diviene un'impresa biblica… Roz e Lil sono... Leggere il seguito

    Da  Drkino
    CINEMA, CULTURA
  • Auckland Scalphunters: Two Wolves

    Auckland Scalphunters: Wolves

    Rimpiangete Alabama Thuderpussy, Leadfoot, Halfway to Gone e Sixty Watt Shaman? Siete alla ricerca della perfetta colonna sonora per la vostra apocalisse... Leggere il seguito

    Da  Ultramagneticglow
    CINEMA, CULTURA
  • RECENSIONE A CALDO – Two Mothers

    RECENSIONE CALDO Mothers

    Questa storia dei fenomeni sociali che puntualmente ispirano l’uscita a orologeria di film sull’argomento, mi ha sempre irritato. Leggere il seguito

    Da  Fabioeandrea
    CINEMA, CULTURA
  • Two mothers

    mothers

    Regia: Anne FontaineOrigine: Australia, FranciaAnno: 2013Durata: 100'La trama (con parole mie): Lil e Roz sono amiche da una vita, ed oltre all'amore per... Leggere il seguito

    Da  Misterjamesford
    CINEMA, CULTURA
  • Riflessi dal desiderio: "Two lovers" di James Gray

    Riflessi desiderio: "Two lovers" James Gray

    "Two Lovers" di James Gray è un film esemplare fin dal titolo: protagonista un desiderio che diviene subito fonte incontenibile, esplosiva, in grado di... Leggere il seguito

    Da  Samuelesestieri
    CINEMA, CULTURA
  • Two Lovers

    Lovers

    Depressione, abbandono, amore, un film drammatico ma non troppo. Titolo: Two Lovers Cast: Joaquin Phoenix, Gwyneth Paltrow, Vinessa Shaw, Isabella Rossellini,... Leggere il seguito

    Da  Sbruuls
    CINEMA, CULTURA