Magazine Cultura

Un altro report sulle abitudini dei nativi digitali

Creato il 03 aprile 2010 da Malbanese74
La presenza sociale dei nativi digitali sui network (Facebook, Twitter, ecc.) è massiccia ovunque nel mondo, anche a discapito di forme di social media radicate e diffuse quali i blog. Alle indagini citate nei post precedenti, aggiungo un’altra della Pew Internet & American Life Project intitolata: Social Media and Young Adults, parte di una serie di report finalizzati a identificare le attitudini e i comportamenti della cosiddetta “Millennial generation” (Millennials. A portrait of generation next). L’indagine delinea una società (quella americana) in cui l’utilizzo dei blog tende a scemare nelle giovani generazioni (e non per gli adulti), a scapito di tipologie di microblogging che contemplano l’aggiornamento continuo dei propri status online. La presenza sui social network è aumentata considerevolmente per tutte le fasce di età: maggiormente per gli adolescenti (73%) rispetto agli adulti (43%). Facebook rimane, comunque, lo strumento più utilizzato. Quest’ultimo dato è confermato anche dalle informazioni presenti nell’infografica postata in All Facebook (via Catepol). Il popolare social network è passato da un milione di membri attivi nel 2004 a 400 milioni nel 2010, con l’Italia che si piazza al sesto posto tra i primi 10 paesi con il maggior numero di utenti (quasi 15 milioni). Il dato più significativo, a mio avviso, è quello relativo al numero di micro-contenuti (foto, video, link, post dai blog, ecc.) inseriti ogni mese, che è pari a 5 miliardi. Ciò significa un’impressionante e incontrollabile mole di informazioni scambiate tra gli utenti, con il rischio concreto di un “soffocamento informativo”. E’ questo forse il più grande quesito che la società e i sistemi educativi contemporanei si trovano ad affrontare. Nel XXI secolo tutti abbiamo a disposizione molteplici modalità e canali di accesso alle informazioni e, di conseguenza, la sfida maggiore è trovare i mezzi più efficaci per districarci tra link, rimandi, citazioni, post, ecc., e recuperare conoscenza utile al nostro percorso formativo (ormai è indiscutibile che l’apprendimento permanente sia parte vitale e imprescindibile della nostra esistenza). Il compito degli educatori è, poi, ancora più complesso, perché implica un secondo livello di analisi e cioè come guidare le giovani generazioni in questo oceano. Le istituzioni sono chiamate a confrontarsi al più presto con tale problematica e ogni giorno di ritardo è quantomeno deleterio per l’identificazione di buone prassi da esportare nel nostro sistema educativo, ormai obsoleto e non connesso.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Un grande genio

    grande genio

    Quando ero piccola, mio padre parlava spesso di questi comici che divertivano i giovani di allora: i fratelli Marx. Anche la televisione, negli anni 60,... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • Un uomo solo

    uomo solo

    di Christopher Isherwood - Adelphi Un libro di grande successo commerciale, grazie anche al film. Una vera delusione. C'è poco da dire. Leggere il seguito

    Da  Paolob
    CULTURA, LIBRI
  • Ritratto di un assassino

    Ritratto assassino

    Come mai Pupottina ha letto questo libro?Lo ha letto perché Gino, l'Amico del Cuore di suo marito Kevin, glielo ha regalato e dopo di che non ha mai smesso di... Leggere il seguito

    Da  Pupottina
    CULTURA, GIALLI, LIBRI
  • Un anno dopo

    anno dopo

    Me lo voglio ricordare con la sua divisa da vigile. La stessa con cui mi portò al primo giorno di scuola. Per non attirare critiche e note di demerito nel suo... Leggere il seguito

    Da  Pupidizuccaro
    CULTURA
  • Lettera di un artista

    Lettera artista

    Pubblico qui di seguito la lettera di un collega che vuole chiarire le tante inesattezze che in questi giorni stanno circolando via media a danno di noi... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, MUSICA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • Chi è un lettore?

    lettore?

    Ho appena finito di leggere un bel libro di Daniel Pennac, un gran libro che si chiama "Come un romanzo", e parla della lettura, del piacere che da leggere... Leggere il seguito

    Da  Caffeletterariolugo
    CULTURA
  • Scene da un matrimonio

    Scene matrimonio

    Aprile, l'apice della stagione secca in cui non si svolgono lavori agricoli è, per tradizione il mese dei matrimoni in Cambogia. Il nostro sarà proprio un gran... Leggere il seguito

    Da  Enricobo2
    CULTURA, VIAGGI

Dossier Paperblog

Magazine