Magazine Cultura

Un fenomeno chiamato: Duran Duran

Creato il 14 settembre 2013 da Cristina Petrini @Hex1988

Un fenomeno chiamato: Duran Duran

Duran Duran

Non si può parlare di fenomeno musicale anni ’80 senza menzionare uno dei gruppi più famosi e conosciuti e quindi dei Duran Duran.

All’inizio come sempre si parla di un gruppo di ragazzi inglesi bellocci che piacciono molto alle ragazze ma che si pensa siano il solito gruppo che sale alla ribalta ma che avrà vita breve per ciò che apporteranno nella scena musicale.Invece naturalmente non sarà così in quanto le canzoni soprattutto dell’album "Rio" del 1982 li consacrerà e gli farà avere di diritto un posto nella storia della musica pop-elettronica e l’uso avanguardistico  che sapranno fare dei videoclip e della promozione audiovisiva porterà a raffinare un mercato ancora grezzo  e che con la nascita dell’emittente musicale MTV vedrà anche registi e fotografi di grido per curare la produzione.

Un fenomeno chiamato: Duran Duran

La copertina di "Rio"

La formazione storica che portò a tutto questo era composta da: Simon Le Bon (voce), John Taylor (basso), Nick Rhodes (tastiere), Roger Taylor (batteria) e Andy Taylor (chitarra) che suonano canzoni ormai famose come "Rio", "Hungry Like A Wolf" e per me la bellissima "Save A Prayer".Ecco ora due curiosità su quest’album:- la copertina di "Rio" è stata disegnata da Patrick Nagel, artista molto popolare negli Stati Uniti durante gli anni ottanta. Inoltre è stata pubblicata anche un'altra edizione limitata di questo album, con in copertina, un diverso quadro, sempre di Nagel.- l'LP di "Rio" appare nella scena del film "Oblivion" in cui il protagonista, Jack Harper (interpretato da Tom Cruise), sceglie il disco da ascoltare.Daniela Angela


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog