Magazine Libri

Un nulla pieno di storie. Ricordi e considerazioni di un viaggiatore nel tempo, di Sebastiano Vassalli e Giovanni Tesio (Interlinea)

Creato il 20 agosto 2014 da Angeloricci @angeloricci
Un nulla pieno di storie. Ricordi e considerazioni di un viaggiatore nel tempo, di Sebastiano Vassalli e Giovanni Tesio (Interlinea)Un pomeriggio assolato di un’estate di un paio di anni fa mi trovavo a Novara, città a me in qualche modo cara perché è la città in cui sono nato. Non sono novarese, sono lomellino il che, in qualche modo, segna comunque una traccia di luoghi condivisi giacché la Lomellina e Novara sono unite o divise da un etereo confine settentrionale fatto di risaie e di pianura (e il monumento alla mondina sta di fronte alla stazione di Novara e nelle campagne novaresi si girò Riso amaro). Sulla mia carta d’identità c’è comunque scritto nato a Novara. Mia madre mi fece nascere in quell’ospedale perché a Novara abitava la sorella di suo padre, mio nonno, che proprio a Novara si era trasferita per lavoro. Sono di natali novaresi per caso, quindi, un po’ come quelli che sono nati su un transatlantico in mezzo all’oceano e la cosa mi rende in qualche modo orgoglioso di questa bizzarria. Altre storie hanno poi reso Novara una città legata alla mia famiglia, trasformandola in luogo di narrazioni condivise di parenti, zii, nonni, fratelli, un lessico famigliare insomma che si snoda in quel territorio, Lomellina e Novara, che le conquiste napoleoniche unirono battezzandolo come Dipartimento dell’Agogna.
Quando vado in una città visito spesso qualche libreria. Le librerie sono stazioni imprescindibili del mio eterno pellegrinaggio di lettore. E in quel pomeriggio estivo, sotto i portici novaresi, mi imbattei in questo libro. 
Intervista, saggio, romanzo forse. Cammino complesso, al contempo tragico ed entusiasmante, sempre affascinante Un nulla pieno di storie è viaggio, confessione, testimonianza. Una linea sottile e misterica unisce sempre autori e libri e Sebastiano Vassalli diviene qui soggetto e oggetto di narrazioni, di inchieste letterarie, di approfondimenti imperdibili, di sincerità estreme e per questo eterne. Come il protagonista di una sciamanica circolarità dei tempi, Vassalli è qui interprete di storie di vita, come il Dino Campana del suo bellissimo La notte della cometa, in una traslazione meravigliosa di tempi e di ruoli che fonde autore, libri, intervistatore e intervistato, scrittore e personaggio. Come il timoniere melvilliano di una nave in tempesta Vassalli ci conduce attraverso il percorso conradiano della sua vita, alla scoperta di quello che è lo scenario biografico non solo dello scrittore ma della sua anima. Un nulla pieno di storie è libro da leggere, da meditare, da conoscere. Vassalli abita nei dintorni di Novara, Interlinea è coraggioso editore novarese di pregio. Mi sa che, quasi quasi, vado a fare un salto a Novara.
Un libro.
Un nulla pieno di storie. Ricordi e considerazioni di un viaggiatore nel tempo, di Sebastiano Vassalli e Giovanni Tesio (Interlinea)

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine