Magazine Cultura

Una ballerina per amica

Creato il 29 luglio 2012 da Cannibal Kid
Condividi Una ballerina per amica Bunheads (serie tv, stagione 1, episodi 1-5) Rete americana: ABC Family Rete italiana: non ancora arrivata Creatori: Amy Sherman-Palladino, Lamar Damon Cast: Sutton Foster, Kelly Bishop, Julia Goldani Telles, Kaitlyn Jenkins, Emma Dumont, Bailey Buntain, Stacet Oristano, Gregg Henry, Alan Ruck Genere: (s)ballato Se ti piace guarda anche: Una mamma per amica, Parenthood, Jane by Design
Bunheads è una nuova serie tv che racconta di una ballerina di Las Vegas che un giorno decide di accettare la proposta di matrimonio di un suo fan/groupie e andare a vivere in un paesino del ca**o in mezzo al nulla. Raccontato così, questo Bunheads non sembra davvero niente di che e difatti le mie aspettative nei suoi confronti erano un sacco basse. Ero già pronto a bollarlo come una boiata gettata in pasto al pubblico americano nei mesi estivi così, tanto per… e invece no. Sbagliavo. Avevo sottovalutato la potenza della scrittura di Amy Sherman-Palladino. Un nome, questo, che se non seguivate Una mamma per amica molto probabilmente non vi dirà nulla. Non ho mica detto Barack Obama, o Lady Gaga, o Mario Balotelli. Ho detto Amy Sherman-Palladino: se non l’avete mai sentita nominare, è piuttosto normale. Non è che parlino di lei tutti i TG e le riviste di gossip del mondo. Se però bazzicate il mondo telefilmico, è un nome che ha un suo peso, essendo la co-creatrice insieme al marito Daniel Palladino della sopracitata Una mamma per amica. Una serie a suo modo storica e fenomenale per alcuni aspetti: in primis per gli scambi di dialoghi alla velocità della luce tra la mamma single e casinara Lorelai (Lauren Graham, adesso in Parenthood) e la sua figlia secchiona Rory (Alexis Bledel, ottima e sexy guest-star nell’ultima stagione di Mad Men). Battute infarcite di mille mila riferimenti alla pop culture sparati a raffica che alla lunga facevano venire persino il mal di testa, ma che presi nelle dosi giuste risultavano esilaranti e irresistibili. L’altra caratteristica che rendeva una serie intitolata Una mamma per amica una visione piacevole, lontana dalle solite robette famigliari come il suo titolo e il suo primo passaggio italiano nel pomeriggio di Canale 5 (oh, mio Dio!) lasciavano presupporre, erano i personaggi secondari, un’umanità stramba che sembrava uscita più da un film di Tim Burton che da una qualche tipica commediola americana.
Una ballerina per amica Per tutti gli orfanelli della mamma per amica, la Sherman-Palladino ha tirato fuori una nuova serie che riprende proprio i punti di forza del suo vecchio successo e ce li ripropone in questa nuova creatura in una salsa differente. Differente, ma non troppo. Bunheads è infatti la sorellina (quasi) perfetta gemella di Una mamma per amica. La protagonista è una Lorelai 2.0 con la stessa fun-tastica parlantina e fisicamente molto somigliante, sebbene l’interprete Sutton Foster risulti parecchio meno affascinante della MILF Lauren Graham. I suoi accesi dibattiti questa volta prendono più che altro di mira la novella suocera, con cui si trova suo malgrado a convivere. E a interpretarla troviamo sempre Kelly Bishop, già Emily Gilmore, con quella sua faccia da scorbuticona ma in fondo in fondo dal buon cuore. Le due donne, che più diverse non potrebbero apparire, tanto è disinvolta e pasticciona una, quanto è rigida e seriosa l'altra, hanno però una passione in comune: quella per la danza. Pur essendo finita a ballare sui palchi poco prestigiosi di Las Vegas come una velina fallita qualunque, la protagonista qualche anno addietro era una promezza della danza classica, mentre la sua nuova improvvisata suocera è un'insegnante di ballo e professa proprio dietro casa. Da qui inizieranno una serie di vicissitudini che vedranno coinvolte le due con le ragazzette del corpo di ballo. Come la “sorella maggiore” Rory Gilmore, pure loro sono parecchio mature rispetto alla loro età e parlano più come delle desperate 40enni che come delle teenager bimbominkia qualunque pazze per Justin Bieber e i One Direction. Non molto realistico, magari, però meglio così per noi spettatori. Tra l’altro, occhio all’esordiente Julia Goldani Telles, la nuova Alexis Ble-ble-bledel (scusate, ma il suo cognome non so perché mi fa ba-babbalbe-bettare).
Una ballerina per amicaI punti di forza della serie, anche in questo caso, oltre a tutta una serie di personaggi parecchio stralunati, sono quindi sempre quelli: i dialoghi di Amy Sherman-Palladino, una vera campionessa nella specialità. Per lei, che prima di diventare autrice tv è stata una ballerina a un passo da Broadway, questa serie rappresenta la possibilità di unire le sue due passioni (telefilm + ballo) in una cosa sola e ciò si percepisce molto bene, visto il sapore Sherman-Palladinoso al 101%. Bunheads danza leggiadra sulle vie di una comedy dai dialoghi scoppiettanti, senza dimenticare un lato malinconico che gli regala un ulteriore spessore e conquista dopo pochi minuti. Non pensavo mi sarebbe piaciuta tanto, questa Una mamma per amica in leggera versione Black Swan, ma mai sottovalutare la potenza sherman-palladinosa! (voto 7+/10)

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Una vera signora

    vera signora

    Cleo è una vera signora. Elegante e riservata, permalosa quanto basta da farla allontanare dalla casa dove abitava, per l’arrivo di un intruso un po’ prepotente. Leggere il seguito

    Da  Renzomazzetti
    CULTURA
  • Invece di una lettera

    Invece lettera

    Il fumo del tabacco ha roso l'aria.La stanzaè un capitolo dell'inferno di Kruchenych.Ricordi?Accanto a questa finestraper la prima voltaaccarezzai freneticament... Leggere il seguito

    Da  Lulu
    CULTURA, PER LEI
  • Dietro una donna

    Dietro donna

    Spostato su col gomito un lievito di nebbia,Colava biacca da una fiasca neraE a briglia sciolta nel cieloCanuto e greve caracollava fra le nuvole. Leggere il seguito

    Da  Lulu
    CULTURA, PER LEI
  • C’era una volta Tangentopoli

    C’era volta Tangentopoli

    La mattina del 18 febbraio 1992 il Corriere della Sera pubblica una notizia a pagina 40: il presidente del Pio Albergo Trivulzio di Milano, Ingegnere Mario... Leggere il seguito

    Da  Marvigar4
    CULTURA
  • "Memorie di una geisha"

    "Memorie geisha"

    Posso dire ormai di aver visto tutti i film di Rob Marshall, sono 4 e tutti hanno avuto un incredibile successo. I titoli sicuramente vi suggeriranno qualcosa:... Leggere il seguito

    Da  Odette
    CINEMA, CULTURA
  • Una piazza pericolosa

    Tra le cosiddette piazze viruali, altrimenti dette “Social Network”, ve ne è una frequentata per la stragrande maggioranza da adolescenti. Questa piazza è... Leggere il seguito

    Da  Paperottolo37
    CULTURA, LIBRI, RACCONTI
  • Una donna per amico

    donna amico

    Rosella Roselli per il SimplicissimusCredo sia la prima volta volta che parlo dell’8 marzo. Almeno dagli anni in cui, poco più che bambina, scendevo in piazza... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    CULTURA, SOCIETÀ