Magazine Cultura

Una notte a prato

Creato il 26 maggio 2011 da Zarizin

Era tardi e mi sono avviato all’ultimo minuto a prendere dal “bengalese” una bottiglia di pompelmo per la serata. Dovevo andare di fretta al Bottèllon Veneto. Invece tutto iniziò molto più tardi.

C’era gente per strada, tanta gente ammassata e una luce soffocante ci guidava verso Prato della Valle come un faro guida; erano le macchine degli sbirri che il vociare confuso della gente e il calore inusuale per la stagione facevano come rimbalzare ancor di più agli occhi. Tutta l’aria era colma di festeggiamenti e la gente sembrava felice di andarsi ad ammassare caoticamente su un pezzetto d’erba: c’era chi non proferiva parola, chi già era sbronzo e chi invece si sentiva come a casa, con i propri amici, come se non si fosse mai mosso da lì da quando era nato.

Una notte a prato

Vivo da quasi due anni in questa piccola città e la gente è sempre la stessa: incasinata, innamorata, spregevole. Sarebbe stata l’ennesima ubriacatura senza senso della settimana e invece, guarda te, ho trovato proprio i miei amici d’infanzia, chi non volevo rivedere, e chi invece ho conosciuto solo dopo qualche sorso di bibita.

C’è chi ha gioito degli bagliori dell’alba e chi sconsolato o senza sensi se ne è tornato a casa prima che venisse giorno.L’amarezza di tutte quelle facce che non si scambiano nemmeno un saluto in quella bolgia notturna, mi ricorda tanto tutte quelle biciclette ammassate in via Umberto I e che ora sono ricoperte di piscio e  di fango.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Prendi una decisione chiara

    Prendi decisione chiara

    Sambuca Molinari, chiara e decisa. Così recitava lo spot della Sambuca nel 1998. Ma chi l’ha inventato? Andate a scoprirlo. Dove? A Casarsa, la cittadina... Leggere il seguito

    Da  Annerrima
    CULTURA
  • una biografia gassosa...

    biografia gassosa...

    «Della mia vita, su questo letto d’ospedale, sorvolato dai mosconi da merda, la mia, mi giungono immagini talora precise, sovente confuse, sfocate, dicono i... Leggere il seguito

    Da  Omar
    CULTURA
  • Una giornata in ospedale

    giornata ospedale

    Proponiamo un interessante articolo di Giorgio Bocca, tratto da L’Epresso - febbraio 2011 - La Milano dei poveri, degli ambulatori, la Milano vera che vive fuor... Leggere il seguito

    Da  Maurizio Lorenzi
    CULTURA
  • Una Corazzata da Oscar

    Corazzata Oscar

    Ok, diciamo che siamo un po’ fuori di testa! O magari solo che vogliamo sentirci ancora un po’ giovani… La notizia è che la combriccola di cialtroni de La... Leggere il seguito

    Da  Soloparolesparse
    CINEMA, CULTURA
  • Una domenica

    domenica

    Oggi non volevo aggiornare il blog. E' domenica e i blogger di domenica dovrebbero riposare, dovrebbero aggiornarlo soltanto durante le ore di lavoro, dal luned... Leggere il seguito

    Da  Mirco
    CULTURA, LIBRI
  • Una travisata mente

    travisata mente

    Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio del tuo fratello e non t'accorgi del travisamento che è nel tuo? Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Una Canzone, una band – Pulp

    Canzone, band Pulp

    I Pulp sono una band inglese formata nel 1978. La carriera del gruppo prosegue abbastanza anonima, anche se si intravede un potenziale enorme fino al 1995,... Leggere il seguito

    Da  Videosmusic
    CULTURA, MUSICA

Dossier Paperblog

Magazine