Magazine Cultura

Una sbirra per amica

Creato il 06 agosto 2013 da Cannibal Kid
Condividi
UNA SBIRRA PER AMICAThe Kate Logan Affair (Canada 2010) Regia: Noël Mitrani Sceneggiatura: Noël Mitrani Cast: Alexis Bledel, Laurent Lucas, Noémie Godin-Vigneau, Serge Houde, Mike Peterson, Ricky Mabe Genere: thriller Se ti piace guarda anche: Qualcosa di travolgente, Blow Out
The Kate Logan Affair è un thriller che si pona una spinosa domanda: ma i francesi, sarà vero che sono tutti finocch… omosessuali? La prima parte della pellicola ci fa pensare che sì, lo sono. Appena mette piede sul suolo americano, un uomo d’affari francese viene arrestato da una sexy poliziotta interpretata da Alexis Bledel. Per errore, viene scambiato per un maniaco sessuale ricercato in zona per aver stuprato alcune ragazze. Quando specifica che è francese, viene immediatamente scagionato. “Ah, sei francese. Allora non puoi essere stato tu, fossero stati molestati dei ragazzi oui, saresti sospettato, ma ragazze no, pardon.”
Non è certo finita qui. Più tardi la sexy poliziotta becca il francese per strada e si scusa con lui per le false accuse. Per farsi perdonare, la ex figlia per amica Alexis Bledel offre da bere all’uomo francese in un bar. E poi in maniera esplicita gli offre pure se stessa e il suo caldo corpo. È vero, in Una mamma per amica la Bledel era una tutta secchiona e dire che vestiva come un’educanda era l’eufemismo degli eufemismi. Nel corso del tempo, la fanciulla ha però dimostrato di possedere un notevole sex appeal, come nella parte della giovane zoccola di Sin City e soprattutto nella quinta stagione di Mad Men, dove era l’amante di Pete Campbell. Pure in questo The Kate Logan Affair, nella parte della Kate Logan del titolo, si mostra ancor di più in tutto il suo splendore. E il francese che fa?

UNA SBIRRA PER AMICA

"Ueeé, mi sono fatta la bua. Voglio una mamma per amica!"

Dice: “No, no, sono sposato, non posso.” Confermando il teorema iniziale, ciò che il mondo intero sospetta: i francesi sono tutti finocch… omosessuali. Dice: “No, no, no. Non posso tradire mia moglie. Ho anche una figlia. No, no, no.” E poi però Alexis Bledel insiste talmente tanto che il suo: “No, no, no” si trasforma in un “Sì, sì, sì, bella porcellona poliziottona per amica.” E così Alexis Bledel con questo film è riuscita a sfatare questo mito, a quanto pare falso, secondo il quale tutti i francesi sono finocch… omosessuali. Colpo di scena!
Adesso cosa succede? Il film finisce qui? Dopo aver ribaltato una credenza che tutto il mondo aveva sempre considerato vera? No, in realtà questo non è altro che l’incipit di un thriller che sa riservare qualche altra sorpresa. Grazie a un ritmo incalzante, a una buona regia e soprattutto a un’ottima interpretazione da parte dell’Alexis Bledel che qui si dimostra, oltre che bona, pure parecchio brava. Il film in fin dei conti è tutto giocato sul suo personaggio, scava bene all’interno della sua psicologia, e poi sì, c’è anche il francese, interpretato dal parecchio anonimo Laurent Lucas. Tutta la vicenda è incentrata sul loro rapporto, a partire da una classica situazione da boy meets girl movie, di quelle in stile Qualcosa di travolgente, solo meno travolgente. Tra loro via via le cose si incasinano però sempre di più e a tratti la storia si fa piuttosto inverosimile, ma nemmeno troppo, e poi basta, non vi racconto altro per non spoilerarvi troppo di questo piacevole thrillerino, perfetto per una serata estiva senza enormi pretese.

UNA SBIRRA PER AMICA

Tettine time!

Chiudo con un ringraziamento.
Ho recuperato The Kate Logan Affair grazie alla segnalazione di Cinemaout, blog dedicato esclusivamente a pellicole che in Italia non sono mai arrivate, oppure sono uscite solo in home video.
Roba giusta, in pratica, visto che un sacco di films interessanti da noi non li fanno uscire e il cinema out spesso si rivela più interessante del cinema in. (voto 6+/10)


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Per una donna

    donna

    30 agosto 2013 di Titti De Simeis di Titti De Simeis Giuseppe De Nittis, “Sulla panchina al bois” – olio su tela Voci colorate, guinzagli penzoloni e cellulari... Leggere il seguito

    Da  Cultura Salentina
    CULTURA
  • Ed una bravissima amica artista - Martina Melilli

    bravissima amica artista Martina Melilli

    Questo post lo dedico ad una mia cara amica, (la) Martina, visto che a breve alcuni suoi scatti saranno raccolti ed esposti in un progetto fotografico dal titol... Leggere il seguito

    Da  Marysunright
    CULTURA, TALENTI
  • La morte amica

    morte amica

    Forse sono un po' troppo tetro, ma dipende dai punti di vista. Per prepararmi a un laboratorio particolare sto leggendo vari libri che hanno come argomento la... Leggere il seguito

    Da  Marcodallavalle
    CULTURA, LIBRI
  • Una strega per madrina

    strega madrina

    Halloween si avvicina e anche GiGi si traveste! Se volete essere sicuri di trascorrere la festa in buona compagnia, fra brividi e divertimenti, da oggi al 31... Leggere il seguito

    Da  Ilgiornaledeigiovanilettori
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI
  • Rinnovamento: una parola per ricominciare

    Rinnovamento: parola ricominciare

    di Arianna GenoveseR. De Montilcelli – Sull’idea di rinnovamento Raffaello Cortina EditoreÈ da poco uscito per Raffaello Cortina Editore il saggio Sull’idea di... Leggere il seguito

    Da  Sviluppofelice
    CULTURA, LIBRI, SAGGISTICA, SOCIETÀ
  • Una bussola per non perdersi

    Cosa rende una storia capace di sedurre il bravo lettore? Quali gli ingredienti in grado di prenderlo al lazzo, e trascinarlo nelle pagine fino... Leggere il seguito

    Da  Marcofre
    CULTURA, EDITORIA E STAMPA, TALENTI
  • Una lettera per l'aldilà...

    lettera l'aldilà...

    Stralcio della lettera scritta dalla vedova di Eung-tae, membrodell'antico clan Goseong Yi (Foto: Andong National University)Una poetica lettera d'amore... Leggere il seguito

    Da  Kimayra
    CULTURA, STORIA E FILOSOFIA