Magazine Cinema

Una storia mai scritta

Creato il 18 settembre 2013 da Monica @lovedlens
Una storia mai scrittaBerlino 1989. A causa di un infarto, Christiane madre di Alex, passa un lungo periodo in coma, durante il quale la Germania attraversa uno dei momenti più importanti della propria storia politica e sociale. Simbolo di questi avvenimenti è la caduta del muro di Berlino, emblema della guerra fredda, della divisione del mondo: una parte sotto l'influenza americana e l'altra sotto quella sovietica.Il muro è caduto, la germania è unita e la guerra fredda è ormai al termine. Di tutto ciò Christiane non deve sapere niente per evitare un contraccolpo psicologico che nelle sue condizioni si potrebbe rivelare fatale.Comincia così per Alex la difficile ricerca di simboli appartenenti ad un mondo che non c'è più, ad un socialismo ideale
Wolfang Becker riesce ad unire due storie in una: la storia di una nazione divisa e quella di una famiglia che vive un proprio dramma personale.
L'atto d'amore che compie Alex nei confronti della madre diventa qualcosa di più. La sua è una vera e propria ricostruzione della storia non fedele alla realtà, al contrario si potrebbe quasi definire la costruzione di una storia che poteva essere e non è mai stata, di una stora fatta realmente dalle persone e non dalla politica, una storia dove la gente comprende e partecipa attivamente a qualcosa di positivo. Quasi un sogno utopico.
Good Bye, Lenin è una pellicola che ha l'obiettivo di raccontare a chi non c'era le difficoltà e lo smarrimento, dovuto ad un senso di libertà apparente, provato da chi viveva nella Germania dell'Est abituato ad una visione del mondo meno consumista e più concreta.
Una sceneggiatura capace di mixare perfettamente dramma e commedia per lasciare spazio a riflessioni sul senso della storia e sulla costruzione dell' identità politica. Questa pellicola è la dimostrazione che un buon cinema si può fare con pochi mezzi ma tante idee dando voce, con leggerezza e ironia, a ideali politici senza mai risultare pesante. Un omaggio alla storia più ideale che reale.ChristianeChristianeChristiane

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Una piccola impresa meridionale

    piccola impresa meridionale

    Scritto (insieme a Valter Lupo) e diretto da Rocco Papaleo, Una piccola impresa meridionale, sua seconda prova registica dopo il felice esordio con Basilicata... Leggere il seguito

    Da  Af68
    CINEMA, CULTURA
  • Una famiglia perfetta - Paolo Genovese

    famiglia perfetta Paolo Genovese

    E ogni tanto capita che anche qui in Italia qualche commediuola intelligente la si riesca a fare. Certo non è al cento per cento farina del nostro sacco,... Leggere il seguito

    Da  Frank_manila
    CINEMA, CULTURA
  • Una piccola impresa meridionale

    piccola impresa meridionale

    Un’orchestra accordata intenta a ricomporre i cocciPapaleo dietro la macchina da presa ci sa fare. Una piccola impresa meridionale è un prodotto che rinfranca,... Leggere il seguito

    Da  Ussy77
    CINEMA, CULTURA
  • Sotto una buona stella

    Sotto buona stella

    il nuovo film diretto e interpretato da Carlo Verdone, anche sceneggiatore insieme a Pasquale Plastino, Gabriele Pignotta e Maruska Albertazzi, rappresenta nell... Leggere il seguito

    Da  Af68
    CINEMA, CULTURA
  • Una piccola impresa meridionale

    piccola impresa meridionale

    di Rocco Papaleo, Italia, 2013 con Rocco Papaleo, Riccardo Scamarcio, Barbora Bobulova, Sarah Felberbaum, Claudia Potenza, Giovanni Esposito, Giampiero... Leggere il seguito

    Da  Persogiadisuo
    CINEMA, CULTURA
  • Una notte con il re

    notte

    Tre anni di Blog! Sembra ieri che dopo tanto dirmi apri un blog, dopo la sagra del tortello di tre anni fa appunto, me lo hanno aperto invitandomi a scriverci... Leggere il seguito

    Da  Sbruuls
    CINEMA, CULTURA

Magazines