Magazine

Uscita nuova app sul premier

Creato il 17 giugno 2011 da Mondohitech

Sapevamo tutti che i fatti e le vicende che hanno accompagnato l’Italia negli ultimi tempi,mi riferisco al caso delle escort,avessero sforato il confine e fossero andato all’estero ma forse in pochi si sarebbe aspettati che uno sviluppatore di iOS avrebbe sviluppato un giochino che dal nome,Angry Bunga,sembra proprio riferirsi al premier e alle sue “vicende dell’ultimo periodo”.

Beh,in realta Angry si riferisce a un altro gioco inventando dalla Rovio,che ha acquisito molta fama fra le varie apps di giochi che si possono trovare in giro.

Ma non è solo dalla parola “Bunga” che si capisce il certo riferimento al premier ma soprattutto dal gameplay.

Uscita nuova app sul premier
Infatti nel gioco,realizzato allo stesso modo di Angry Birds,ma semplicemente con personaggi diversi,saremo un uomo avanti negli anni e molto simile a Berlusconi.

Il gioco consiste nel distruggere i giudici che troveremo nel corso dei vari livelli,cercando però anche di liberare le avvenenti signore e ragazzine che saranno rinchiuse in delle gabbie.

La cosa più divertente è il fatto che quando si colpisce un giudice o una ragazzina,questi ultimi restano senza vestiti e i sicuramente questa scelta non sarà stata frutto del caso.

Per distruggere questi giudici potremo usare banane, mele,sacchi di denaro e buste di immondizia e chissa che questa immondizia non si riferisca al problema che ha colpito il sud Italia qualche tempo fa.

L’applicazione costa 0,79centesimi,ma penso che non spenderò soldi e  se mai avessi l’occasione di provarla gratis ne approfitterò.

Comunque è disponibile per tutti i dispositivi di Apple e anche per quelli che montano Android.

Sicuramente chi ha creato questo giochino non doveva avere molto rispetto per il nostro premier.

Vi metto il video di presentazione del gioco:

Beh,vi lascio,ci sentiamo al prossimo articolo.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog