Magazine Viaggi

Vaticano da scoprire

Creato il 14 aprile 2014 da Amiche Si Parte @amichesiparte

di Isa Grassano

Lo sapevate che il Vaticano con i suoi 44 ettari è il più piccolo Stato al mondo e che sorge nel posto esatto in cui, secondo quanto racconta Plinio Il Vecchio al tempo degli antichi Romani, c’era un leccio al quale si attribuivano poteri magici?

Vaticano da scoprire

Vaticano da scoprire

E ancora sapevate che l’ultima domenica di ogni mese i Musei Vaticani hanno l’accesso gratuito solo di mattina? Per conoscere questi e altre piccole e grandi curiosità, lasciatevi condurre per mano dal celebre giornalista e conduttore TV, Alberto Angela. É da poco disponibile la serie in dvd “Alla scoperta del Vaticano”, interamente curata dal celebre giornalista e conduttore televisivo. Un viaggio inedito dentro le mura di questo Stato indipendente che vi catapulterà, come d’incanto, tra le straordinarie bellezze artistiche. Scoprirete che nei giardini Vaticani, dove spesso passeggia Papa Francesco, c’è una riproduzione della grotta di Lourdes. O che la Porta Santa, posta leggermente a destra dell’ingresso principale della basilica di San Pietro, si apre ogni 25 anni. Attraverso le belle immagini e le spiegazioni di Angela, entrerete nella vita quotidiana dello Stato Pontificio. Scoprirete così come si lavora e si vive tra queste antiche mura.

Dal virtuale al reale, il passo sarà breve. Dopo aver visionato questa speciale raccolta, avrete voglia di “toccare con mano”. Per avere un assaggio, segnatevi la data del 25 maggio quando i Musei Vaticani (www.museivaticani.va) apriranno le porte gratuitamente, dalle 9 alle 12.30. Un’occasione per ammirare i capolavori dell’arte antica greca e romana a quella egizia ed etrusca, fino ai più noti capolavori di tutti i tempi: le Stanze e la Loggia di Raffaello. C’è il pericolo di fare una lunga fila, ma l’occasione è troppo ghiotta e non si può mancare.

vaticano

Resterete senza fiato, dinnanzi alle bellezze della Cappella Sistina, voluta da papa Sisto iv dal quale prende il nome. È decorata con straordinari affreschi del Perugino, del Ghirlandaio, di Luca Signorelli, Botticelli e Cosimo Rosselli, i pittori più famosi, attivi tra Toscana e Umbria, alla fine del Quattrocento. Ma a dare quel tocco in più, che l’ha resa famosa in tutto il mondo, fu Michelangelo (chiamato dal pontefice Giulio ii) che decorò la volta (1508-1512) dipingendo Adamo, Eva, Noè e gli altri personaggi della Genesi. Si dice che, regolarmente, il papa chiedeva al maestro quando avrebbe finito e, regolarmente, dall’alto dell’impalcatura, si sentiva rispondere: «Quando potrò».

vaticano-ici-immobili-jpeg-crop_display

Poi salite sulla cupola e, da lassù, ammirate il colonnato della piazza di San Pietro che sembra cingervi in un abbraccio. Godetevi il fascino della città eterna.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog