Magazine Psicologia

Verruche, come aiuta la Natura.

Da Gaobi
Verruche, come aiuta la Natura.Le verruche sono infezioni virali che si presentano come escrescenze carnose, dure di natura benigna. Sono provocate da un virus e si manifestano sia sulla pelle che sulle mucose. La famiglia dei virus alla quale appartengono le verruche è quella dei Papova-virus ed in particolare il virus responsabile è il Papilloma virus umano (HPV Human Papilloma Virus) che attacca esclusivamente la razza umana.
Non esiste un vaccino, una cura o una terapia per via generale e quindi a tutt’ oggi l’unico modo per eliminarle con la medicina occidentale è quello di distruggerle fisicamente con il laser o l’azoto liquido. Le verruche rappresentano affioramenti di sostanze tossiche solide che l’organismo non è in grado di neutralizzare digerendole. Sono quindi, contemporaneamente segnali d’allarme, punti d’accumulo e valvola d’eliminazione, ed il virus isolabile nella verruca è un agente che sopperisce all’incapacità organica di digestione dell’ospite (parassitismo utile).  La loro guarigione spontanea o a seguito di trattamento espressivo (quindi non chirurgica o chimica topica) è segno di risoluzione del blocco d’eliminazione. Spesso, la zona di comparsa della verruca, per le relazioni esterno interno note in Medicina Energetica, fornisce anche una precisa indicazione dello squilibrio emozionale (psicologico) che è alla base del disturbo funzionale prima e successivamente organico. Esistono diversi tipi di verruche, quelle più comuni si formano nelle dita delle mani e dei piedi grandi come punte di spillo o come piccole lenticchie di colore grigiastro con i contorni frastagliati, quelle piatte tendono a formarsi sulla fronte e sulle mani e ginocchia hanno dimensioni tra i 2 e i 4 mm e sono di colore giallo o marroncino(in realtà sono quelle che richiedono più tempo per la guarigione), quelle plantari vengono confusi spesso con i  duroni, verruche avvallate, grandi come punte di spillo, nodulose e affossate nel mezzo, compaiono più spesso nel collo, nelle ascelle e nelle parti intime. In ogni caso se la verruca cresce velocemente  e/o sanguina è necessario richiedere la consultazione medica al più presto. La verruca si manifesta per contatto diretto pelle a pelle o indiretto, come ad esempio in piscina, è difficile accorgersene subito in quanto c’è una fase di incubazione che varia da qualche settimana a qualche mese; sono più di 60 i virus che possono dar luogo alle verruche. Consigli di alimentazione naturale:una dieta equilibrata abbondando in alimenti ricchi di vitamina E ( oli vegetali, noci, semi, verdure a foglia larga, cereali, cibi integrali ) che aiuta a combattere le infezioni virali. Consigli di applicazione locale: Applicare localmente un cataplasma di fango,cipolla e/o aglio crudi tritati da tenere sulla veruca una notte intera, è risaputo inoltre che l’applicazione di vitamina A e C possa far regredire l’infezione, riduciamo in polvere una compressa di vitamina A o C, aggiungiamo poca acqua mescoliamo e applichiamo il preparato sulla verruca proteggendola  con un cerotto o una garza.
Aceto di mele – applicate del cotone imbevuto di aceto e coprite con una benda. Tenetelo per circa 2 ore al giorno. 

Consigli di Aromaterapia:olio essenziale di melaleuca pura ovvero Tea tree oil ,da applicare localmente puro, 1 goccia fino all’ eliminazione della verruca (2 volte al giorno per  2 – 3 settimane),si può creare una composizione ancora più efficace aggiungendo 1 goccia di olio essenziale di Ginepro e 1 goccia di olio essenziale di chiodi di Garofano.

Consigli di Floriterapia di Bach:

Verruche, come aiuta la Natura.
Formula  per verruche in età giovanile:
Crab Aplle = pulizia, purificazione
Vervain= espressione esagerata
Holly= eruzione
Uso: 4 gocce sublinguali, 4 volte al dì
Formula  per verruche in età adulta:
Crab Apple = pulizia, purificazione
Holly= eruzione
Rock Water=durezza, rigidità
Uso: 4 gocce sublinguali, 4 volte al dì
Le verruche sono espressione  di  rigidità fisica e mentale;i fiori di Bach possono anche essere applicati localmente, in particolare si consiglia 1 goccia di Rock Water + 1 goccia di Crab Apple.

Consigli di Omotossicologia: Causticum, quando le verruche compaiono sul viso o sulle punte delle dita vicino alle unghie; Natrum Muriaticum, quando le verruche si manifestano spesso e soprattutto nei palmi delle mani e nella pianta dei piedi; Nitricun Acidum, quando le verruche sono dolorose e pruriginose e /o umide, morbide al tatto; Thuja Injeel,1 fiala a giorni alterni, uno dei migliori per le verruche, attivo in più del 50 % dei casi, se non si ottiene risultato diversamente…questo rappresenta l’ultima spiaggia!

Consigli di Cromoterapia:applicare acqua solarizzata di colore verde o blu più volte al giorno, oppure  trattare con gli stessi colori tramite la penna di cromo puntura.

Consigli di Reflessologia Plantare e MTC: Si tratta di uno squilibrio delle logge legno, e soprattutto fuoco, disequilibrio sul meridiano della vescicola biliare, controllo eccessivo dei sentimenti, eccessivo trattenersi, rigidità comportamentale che con la manifestazione della verruca sfocia inevitabilmente all’esterno; con la reflessologia plantare trattare tutti gli organi emuntori, più profondamente su fegato, vescicola biliare, coledoco, cuore, intestino tenue, pressione e circolazione  linfatica e sanguigna, non dimenticarsi di ipofisi e di tutto il sistema endocrino, terminare sempre con un accuratezza e in profondità su reni, ureteri e vescica.

In parte tratto dai testi di Fiorella Coccolo, Ricardo Orozco, G.Sitzia, René Prummel, Danièle festy, Fabio Nocentini.

gaobi.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :