Magazine Cinema

Verso gli Oscar 2013: Le previsioni di novembre (miglior film)

Creato il 28 novembre 2013 da Filmedvd

Mentre novembre ormai volge al termine e l’award-season americana sta finalmente per entrare nel vivo, è tempo di rinnovare, come ogni mese, le nostre previsioni per la corsa agli Oscar del 2013. Rispetto alle previsioni di ottobre, e in attesa dell’annuncio delle nomination per i Golden Globe (in programma il 12 dicembre), ecco dunque come sono cambiati gli equilibri nella sfida per la categoria più prestigiosa dei premi Oscar, ovvero quella per il miglior film, alla luce delle recentissime candidature per la 29° edizione degli Independent Spirit Award; vi ricordiamo che i candidati in questa categoria potranno essere un minimo di cinque fino a un massimo di dieci titoli, e che la partita per aggiudicarsi un posto fra i nominati è apertissima…

MIGLIOR FILM

Verso gli Oscar 2013: Le previsioni di novembre (miglior film)

1. 12 anni schiavo  – E’ il film più apprezzato della stagione, sta riportando un buon successo di pubblico negli Stati Uniti (30 milioni di dollari d’incasso nelle prime seti settimane) ed ha appena ricevuto ben sette nomination agli Independent Spirit Award: anche per questo mese, il dramma di Steve McQueen mantiene la prima posizione della nostra classifica per la corsa all’Oscar come miglior film.

2. American hustle – Al momento il dramma diretto da David O. Russell, in procinto di essere presentato alla critica internazionale, sembrerebbe essere l’unico rivale davvero temibile per 12 anni schiavo, sempre che le altissime aspettative risultino soddisfatte: fra pochi giorni sapremo se Russell è in procinto di avere il suo terzo film consecutivo in competizione per l’Oscar.

3. Gravity – Un successo di proporzioni sorprendenti per l’inquietante dramma diretto da Alfonso Cuarón, rivelatosi un autentico fenomeno con incassi record di quasi 250 milioni di dollari nei soli Stati Uniti e l’entusiasmo di buona parte della critica: quanto basta per rendere Gravity un candidato assolutamente certo all’Oscar come miglior film del 2013.

4. I segreti di Osage County – Rimane in “quota nomination” anche il film diretto da John Wells, ancora in attesa di debuttare nelle sale americane ma ampiamente trainato dalle recensioni positive raccolte al Festival di Toronto e dal prestigio di un cast capitanato da Meryl Streep e Julia Roberts.

5. Nebraska – Dopo aver messo a segno un totale di sei candidature agli Independent Spirit Award, vede salire le proprie quotazioni il nuovo film di Alexander Payne, già applauditissimo al Festival di Cannes e pronto a conquistare anche i membri dell’Academy, da sempre innamoratissimi del cinema malinconico e profondo del regista americano.

6. The butler – Con l’avanzare di altri futuri candidati (Gravity, Nebraska) perde posizioni invece il dramma storico di Lee Daniels, che può contare comunque su un ampio sostegno popolare (115 milioni di dollari d’incasso negli USA, una cifra strepitosa) e sull’importanza delle tematiche trattate; la nomination è possibile, ma non assicurata.

7. A proposito di Davis – Guadagna posizioni, nella nostra classifica, il nuovo film dei fratelli Ethan e Joel Coen, già in lizza agli Independent Spirit Award e premiato al Festival di Cannes: l’accoglienza della critica è stata positiva all’unanimità, ma l’esito della pellicola agli Oscar dipenderà anche dal responso del pubblico.

8. Captain Phillips – Attacco in mare aperto – Oltre a Gravity, l’altro grande campione d’incassi nella nostra classifica è il thriller al cardiopalma di Paul Greengrass, che ha appena tagliato il traguardo dei 100 milioni di dollari negli Stati Uniti ed ha riscosso molti apprezzamenti; ma se il protagonista Tom Hanks appare come un candidato certo, la nomination come miglior film potrebbe essere ancora in alto mare.

9. Her – Fa il suo debutto nella nostra classifica dei pronostici come miglior film l’originale commedia sentimentale diretta da Spike Jonze, già applauditissima dalla critica americana, nonché al Festival Internazionale del Film di Roma (dove ha fatto guadagnare il premio come miglior attrice all’invisibile Scarlett Johansson); se anche i membri dell’Academy si lasceranno conquistare da questa malinconica fiaba moderna dal retrogusto amaro, la nomination potrebbe essere a portata di mano.

10. Blue Jasmine – Dopo essere stato escluso dall’analoga categoria agli Independent Spirit Award, vede diminuire le proprie quotazioni per una candidatura come miglior film il nuovo lavoro di Woody Allen, che potrebbe comunque riuscire a strappare la nomination più ambita; per il momento, tuttavia, Blue Jasmine conserva chance assai maggiori in altre categorie che non in quella principale.

gravity-movie-sandra-bullock


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

A proposito dell'autore


Filmedvd 4865 condivisioni Vedi il suo profilo
Vedi il suo blog

L'autore non ha ancora riempito questo campo L'autore non ha ancora riempito questo campo

I suoi ultimi articoli

Vedi tutti

Magazines