Magazine Cultura

vetri imbizzarriti

Creato il 17 gennaio 2011 da Inbassoadestra

E’ passata una signora a portare un regalo, bere un tè. Diceva che i rumori si sono spostati più in basso del Fadalto, cioè a Nove, che è appunto più in basso del Fadalto e leggermente più in alto di qua. Io di questi rumori non ne so niente, pare che vadano avanti da un mese, e sì che non mi sono mai mossa, forse è che passeggio meno. Comunque di notte la gente va a dormire e sente come degli scoppi, forti, rimbombanti, che i trema i vieri, tipo. E dicevano potrebbero essere movimenti sismici, è una zona sismica. Chiama il geologo, il geologo dice no no. Poi sono solo di notte, non ne so niente, i movimenti sismici possono venire solo di notte? Magari sì. Qua ci sono tanti collezionisti, diciamo appassionati, cultori del gadget bellico. Hanno interi arsenali abusivi in casa. A volte [molto raramente] qualcuno lo pescano e lo perseguono a norma di legge, a volte qualcuno sbaglia qualcosa e salta per aria. A dispetto dell’opinione  che ho della specie in questione, non ci voglio credere che un matto gira per la montagna in cerca  di buchi, cave, grotte col cestino da pic-nic farcito di granate. Poi è passato lo zio a sistemare una presa, bere un’ombra. Dice che una volta alla centrale idroelettrica del Fadaldo mollavano l’acqua di notte, e poi hanno smesso perché tremava tutto a causa del terreno che era, com’è che ha detto, tipo friabile, ma non era friabile, mica è un cracker.

Poi Bambi, in biblioteca, diceva che a Orsago c’era un toro imbizzarrito, e l’hanno abbattuto a mitragliate.

vetri imbizzarriti

 



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Recensione Io e Marilyn

    Recensione Marilyn

    Un Pieraccioni disperato per la separazione dalla moglie si rivolge ad una vicina di casa, particolarmente esperta in sedute spiritiche, per evocare una grande... Leggere il seguito

    Da  Sky9085
    CINEMA, CULTURA
  • L’indifferenza delle librerie (indipendenti) e della (piccola) editoria

    Ho aspettato mesi per vedere se le cose cambiavano, se qualcuno reagiva, se alzava la manina gridando “io ci sono!”. Ho ottenuto solo un imbarazzante, profondo ... Leggere il seguito

    Da  Ayameazuma
    CULTURA, LIBRI, TALENTI
  • Io e te

    Una sera non serve per leggere "Io e te" (Einaudi), prima c'è tempo anche per vedere un film, una commedia intelligente magari. Dopodichè 116 pagine si... Leggere il seguito

    Da  Carosella
    CULTURA, LIBRI, ROMANZI
  • Ho letto: Io e te

    letto:

    Di Niccolò Ammaniti ho già letto 4 o 5 libri (di qualcuno trovate le recensioni anche qui nel blog. Per esempio “Che la festa cominci” e “Come Dio... Leggere il seguito

    Da  Jolanda
    CULTURA, LIBRI, ROMANZI
  • diceva Voltaire...

    ... non condivido le tue idee, ma mi batterò fino alla morte affinché tu possa esprimerle...Vabbeh, sicuramente lo diceva in francese e magari non proprio con... Leggere il seguito

    Da  Valepi
    CULTURA
  • Io e Te – Niccolò Ammaniti

    Niccolò Ammaniti

    Bello questo libro. Forse non proprio originale, nel senso che leggendo ho avuto l’impressione di cose già sentite, almeno in parte. Comunque sia questo... Leggere il seguito

    Da  Ferdori
    CULTURA, LIBRI, ROMANZI
  • Io e Virginia Woolf

    Virginia Woolf

    Ricorrendo domani il compleanno di Virginia Woolf, mi piace postare un articolo per ricordarla. E voglio per prima cosa collocarla in un punto preciso della... Leggere il seguito

    Da  Cinzialuigiacavallaro
    CULTURA, LIBRI, PER LEI

Magazine