Magazine Attualità

Viaggiare nel tempo: e se fosse realtà?

Creato il 18 gennaio 2011 da Mirtus

Viaggiare nel tempo: e se fosse realtà?Fisici dell’università di Queensland in Australia dichiarano di aver scoperto ilteletrasporto temporale, senza bisogno nemmeno di flusso-condensatori, o almeno così hanno dichiaratoGizmodo. Così come la fisica quantistica permete il teletrasporto nello spazio, allo stesso modo è possibile nel tempo. Ora, tenetevi stretta la vostra biancheria a prova di plutonio. Non significa che stiamo per salire su una DeLoreans potenziata, la macchina del tempo di Ritorno al Futuro. La scoperta mostra che particelle quantiche possono viaggiare nel futuro senza essere veramente presenti nel periodo che va da ora al futuro. Come sappiamo (e chi non lo sa?) il teletrasporto quantico funziona nello spazio. Due identiche particelle in luoghi diversi sono collegate in un modo per cui, quando cambi le condizioni di una, l’altra cambierà all’istante esattamente nello stesso modo, non importa quanti chilometri o anni luce le separano. Questo è un fenomeno che sfida la nostra comprensione della realtà, e diventa ancora più complesso con questa scoperta. Gli scienziati dell’università di Queensland Jay Olson eTimothy Ralph spiegano che la correlazione quantica è una parte fondamentale dell’universo e che funziona sia nello spazio che nel tempo, per cui cambiare lo stato di una particella oggi istantanemaente cambia la stessa particella nel futuro, anche sse nel frattempo la particella non esiste.

QUESTIONE DI QUBIT – Immaginate un esperimento in cui un qubit, cioè un’unità di informazione quantistica è mandata nel futuro. L’idea è che che un rivelatore agisce sul qubit e poi genera un classico messaggio per descrivere come si può trovare la rilevare la particella. In seguito, a un certo punto nel futuro, un altro rivelatore nella stessa posizione nello spazio riceve questo messaggio ed esegue le misurazione richieste per ricostruire il qubit. Ma c’è un imprevisto. Olson e Ralph mostrano che l’individuazione del qubit nel futuro dev’esseresimmetrico nel tempo con la sua creazione nel passato. “Se il rilevatore del passato è stato attivo a mezzogiorno meno un quarto, allora il rilevatore del futuro deve essere attivato esattamente a mezzogiorno e un quarto, perchè la correlazione possa avvenire.” spiegano. Per questa ragione chiamano questo processo “teletrasporto nel tempo”. Com’è possibile? Non saprei, ho avuto difficoltà anche a capire come funziona anche il teletrasporto nello spazio e soprattutto come mai uso ancora il treno.

Martina Chiarei


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :