Magazine Religione

Videogioco ma non troppo

Creato il 01 dicembre 2012 da Mcg

Videogioco ma non troppo L’Associazione Culturale LiFra è tornata con un nuovo spettacolo dedicato ai bambini, dopo la stupenda rivisitazione di Pinocchio che aveva il valore aggiunto di essere parte del progetto “Teatro oltre il Silenzio”, ovvero disponibile anche per persone affette da sordità. Lo spettacolo in questione “ Videogioco ma non troppo” tratta con un linguaggio semplice e divertente il tema del divertimento dei bambini, oggi diverso da quello che  la mia generazione che pur ha vissuto la transizione tra il gioco classico dei nostri padri e quello elettronico (seppur a livello embrionale) ha potuto vivere.
Videogioco ma non troppo Inizialmente, i protagonisti sono due discoli che amano prendersi in giro; l’ambientazione è la scuola primaria dove una maestra abbastanza stereotipata (e per questo divertente) introduce una lezione sulla storia del gioco. Ma i bimbi non vedono l’ora di andare a giocare con la console e qui inizia la storia di un ragazzino, così innamorato di un videogioco, “Super Nando” , da rimanere intrappolato nella realtà virtuale. Per il ragazzino l’esperienza di vedere i propri eroi nel “dietro le quinte”, ovvero nel mentre il gioco è fermo, è traumatizzante, ma in positivo.
Videogioco ma non troppo
Per far divertire i propri eroi, annoiati di dover ripetere all'infinito le stesse gesta, insegna loro dei giochi da fare tutti insieme, fino a riscoprire che il vero divertimento è condividere la propria gioia con gli amici. Come al solito, i ragazzi della LIFra hanno saputo centrare l’obiettivo di parlare ai piccoli e donare loro un prezioso insegnamento, soprattutto grazie alle buffe maschere dei personaggi, interpretati oltre che con indubbia maestria anche con la dovuta leggerezza e la simpatia.
Videogioco ma non troppo
Lo spettacolo è infatti dedicato ad una platea molto giovane, dunque, leggerezza e simpatia sono infatti una chiave perfetta per far presa sulla fantasia dei nostri piccoli per aprire loro le menti all'accoglienza del messaggio, per noi così scontato che, spesso, ce ne dimentichiamo.
Videogioco ma non troppo

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines