Magazine Viaggi

Visitare i Musei di Madrid

Creato il 10 marzo 2014 da Giovy

Picture from Gogobot

Giorni fa mi è arrivata una mail molto bella in cui mi si chiedeva qualche consiglio su come strutturare un bell'itinerario alla scoperta di Madrid. La capitale della Spagna è una città dalle mille sorprese e, come molte altre città grandi, non basterebbe una settimana per vederla tutta con completezza.
Se c'è una cosa che non manca a Madrid è proprio l'arte. Io stessa, durante un viaggio nella capitale spagnola. ho dedicato ben 2 giorni interi solo ai musei.
I musei madrileni per antonomasia sono tre: il Reina Sofia (dove c'è Guernika), il Prado e il Thyssen-Bornemisza. La città offre tanto altro a livello di arte ma se dovessi dare una definizione di "museo a Madrid" sceglierei uno di questi tre.
Hanno la fortuna di trovarsi tutti e tre molto vicini, a portata di fermate di metro e questo aiuta molto la visita degli stessi. Quello che vi posso dire in tutta sincerità è che non è possibile visitarli tutti e tre in un giorno.
Sarebbe un massacro per voi, i vostri piedi e tutta l'arte che non sapreste cogliere.
L'ideale sarebbe dedicare una giornata ad ogni museo, cominciando magari al mattino e dandosi tutto il tempo necessario.
Che tempi dobbiamo calcolare per la visita dei musei?
Io mi baso sulla mia esperienza ma, a mio avviso, i tempi sono i seguenti.
- Reina Sofia: 4 ore
- Prado: almeno 6 ore
- Thyssen: 4 ore
I musei aprono alle 10.
Cosa fare se avete solo due giorni a Madrid e tanta voglia di vedere della grande Arte?!
Io personalmente scegliere il Reina Sofia se avessi un solo giorno e mi farei davvero un gran viaggio nell'arte più vicina ai giorni nostri. Già solo la presenza di Guernica è sufficiente per
Uno dei miei consigli è quello di tenere un giorno intero per El Prado.
Questo museo è così intenso da prenderti l'anima e riconsegnartela alla fine della visita in forma diversa.
Quello che mi ha sorpreso de El Prado è la grande presenza di pittori italiani: tra Raffaello e Tiziano non saprei cosa scegliere.
Solo la parte dedicata a Goya meriterebbe un giorno intero di visita.
Quando mi sono ritrovata nella stanza dei "Los Fusilados" mi sono sentita una microscopica particella nell'universo di fronte alla grandezza dell'espressione artistica di Goya.
Che dite invece del Thyssen?
Il museo Thyssen mi è comparso davanti quasi per caso, un pomeriggio quasi estivo... mentre ero intenta a passeggiare. Sapevo della sua presenza ma non avevo mai considerato di andarlo a vedere.
Poi varcai le sue porte e mi sentii come in un prato dove soffia un piacevole vento primaverile.
Il Thyssen è un museo che fa stare bene.
Si passa da opere del rinascimento ad arte molto più contemporanea... ci sono un sacco di capolavori e, nel guardarli, esclamerete "ma questo quadro l'ho visto mille volte".
Cosa dire dei biglietti!?
C'è un biglietto cumulativo (fantastico) per entrare in tutti e tre i musei.
Si chiama "Paseo del Arte" e può essere acquistato in ciascuno dei tre musei.
Il costo è di 25,60€ e vi permette di risparmiare circa 10€ sul costo d'entrata di questi musei. Mica male!
Esiste anche una Madrid Card che, oltre a darvi l'entrata ai musei, vi offre molte altre cose vantaggiose e sconti.C'è anche la possibilità di fare una Madrid Card + Mezzi pubblici.
I costi variano a seconda della permanenza a Madrid.
Madrid per me è una città capace di raccontare miliardi di storie.
L'ho sempre vista come una città completa e complessa e, quella volta che la vidi all'alba, fu per me un gran regalo perché riuscii a cogliere anche il suo momento di fragilità.
Qualsiasi sia la vostra ragione di un viaggio nella capitale spagnola, date una chance all'arte che questa città rappresenta. Tra una cerveza e una sangria ci sta proprio bene.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Bagaglio a mano: informazioni utili

    Bagaglio mano: informazioni utili

    Tempo di vacanze e una delle domande più ricorrenti che mi viene fatta riguarda peso e dimensioni dei bagaglio a mano. Eh si perché ogni compagnia aerea ha le... Leggere il seguito

    Da  I Viaggi Di Monique
    VIAGGI
  • Postilla: le 5 (o mille) vite di Volverá

    Perdonate la monotonia, giuro che poi la smetto. E' solo che non potevo parlare di Zapatillas senza riservare nemmeno uno spazio al brano che, quel disco, mi... Leggere il seguito

    Da  Ilariadot
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • 10 anni in Zapatillas

    anni Zapatillas

    La situa: sedativi, antidolorifici, bambine sconosciute che mi corrono incontro urlando "mamma, mamma". Io che inciampo sul gradino di una pizzeria finendo... Leggere il seguito

    Da  Ilariadot
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • La COW Parade arriva a Parigi

    Parade arriva Parigi

    Dopo Chicago, New York, Rio de Janeiro, Sao Paolo, Bruxelles, Ginevra, Madrid, Stoccolma, Roma, Bordeaux e Shanghai, il Jardin d’Acclimatation di Parigi accogli... Leggere il seguito

    Da  Italianiaparigi
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • Saggi di danza e notiziole ispaniche

    Saggi danza notiziole ispaniche

    - Scusa, tu sei un angelo? - No, sono una principessa! - Ah, niente allora. Lei cercava un angelo. I saggi delle scuole di danza sono quel microcosmo in cui,... Leggere il seguito

    Da  Ilariadot
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • Siviglia a passo di flamenco

    Siviglia passo flamenco

    Quando atterri a Siviglia senti il classico odore di Spagna, quello che ti mette allegria, che ti fa pensare di essere in vacanza, ma lo fa in modo diverso... Leggere il seguito

    Da  Agnese77
    VIAGGI

Dossier Paperblog

Magazine