Magazine Cultura

Viva il bisogno di raccontare la didattica

Creato il 24 novembre 2010 da Dallomoantonella

Il pastore e la figlia del re

BREVE SINTESI DI

 DIRE LA PRATICA BRUNO MONDADORI AUTORI TACCONI DUSI GIRELLI SITA’

UN SALTO FUORI DAL CERCHIO

  • INVESTIGARE IL SAPERE DEI PRATICI
  • INVESTIGARE LA DIDATTICA CON METODI MORBIDI E GENTILI
  • TESSERE RELAZIONI ETICHE
  • FARE RICERCHE SOCIALI QUALITATIVE
  • OGNI RICERCA CERCA LA PROPRIA ESSENZA, OSSIA CI SONO ESSENZE TEORICHE ED ESSENZE LEGATE ALL’ESPERIENZA, ALLA COSA IN SE’, ENTRAMBI SONO IMPORTANTI E BISOGNA TENERLE COLLEGATE
  • QUANDO SI FA RICERCA SI EVIDENZIANO LE QUALITA’ COMUNI , ESTESE, PARZIALI E PUNTUALI
  • BISOGNA ESSERE FEDELI AL REALE
  • INTERVISTARE SIGNIFICA RENDERE LA PROPRIA MENTE OSPITALE ALL’ALTERITA’ DELL’ALTRO
  • IL METODO EURISTICO SI DIVIDE TRA PRINCIPI FENOMENOLOGICI E FATTI REALI- E’ UN PROCEDERE INDUTTIVO E NON DEDUTTIVO FATTO DI PASSIONE E NON DI MERO INTERESSE
  • CI VUOLE LA LEGGEREZZA DEL MUOVERSI TRA LA PESANTEZZA DELLE COSE REALI
  • BISOGNA RIMANERE APERTI ED EVITARE DEFINIZIONI CONCLUSIVE
  • LA COMPRENSIONE DELL’ALTRO E’ UNA RICERCA SENZA FINE
  • BISOGNA COMBATTERE SEMPRE LA RESISTENZA INTRINSECA DEI DOGMATISMI SOPRATTUTTO QUELLI NOTI E MENO NOTI
  • L’IMPORTANZA SOSTANZIALE DELLO SCAMBIO E DEL CONFRONTO
  • USARE IN MODO ESSENZIALE ED IDONEO LE PAROLE
  • LA POESIA COME ECCELSA MAESTRA DI LINGUAGGIO

METTERE AL CENTRO L’ESPERIENZA

  • INSEGNARE E’ OSSERVARE COME I BAMBINI LAVORANO
  • COME I BAMBINI SI MUOVONO
  • E’ COMPRENDERE DI COSA HA BISOGNO IL GRUPPO CLASSE
  • PARTIRE DALLA REALTA’ PER ANDARE Più OLTRE
  • IL TEATRO COME ECCELLENTE METODO DI INSEGNAMENTO perché IL BAMBINO è UN ATTORE SPONTANEO
  • COSTRUIRE NARRAZIONI CON I BAMBINI
  • IL BAMBINO PICCOLO IMPARA GIOCANDO/FACENDO E QUELLO GRANDE IMPARA DISCUTENDO
  • DEVE ESSERE IL BAMBINO A PROPORRE, A SCOPRIRE, IL MAESTRO è IL MEDIATORE, IL PRESENTE NON PRESENTE, QUELLO CHE LASCIA FARE ED INTERVIENE PER FARE IL PUNTO
  • E’ Più IMPORTANTE FARE CON QUALITA’ CHE FARE CON QUANTITA’
  • MAI IMPORRE
  • SAPERE CONVOLGERE, MOTIVARE, FARE SENTIRE ALLA CLASSE CHE TU CI SEI, CHE SEI CON LORO,
  • APRIRE LA SCUOLA AL MONDO ESTERNO
  • PENSARE E’ AGIRE E AGIRE ‘ PENSARE
  • OSSERVARE IL MONDO PER CAPIRLO ATTRAVERSO TUTTE LE DOMANDE CHE GENERA
  • FARE UNA PEDAGOGIA LENTA CHE PENSA A PORTARE AVENTI TUTTI
  • FARE GRUPPI DI LAVORO DI DIVERSE TIPOLOGIE ALTERNATE
  • FARE LAVORARE IN AUTONOMIA COME IL METODO MONTESSORI
  • NON FORZARE MA NESSUNO A QUALCOSA
  • NON TEMERE DI FAR VEDERE CHE ANCHE IL MAESTRO NON SA LE COSE…SE IL MAESTRO NON LE SA E’ UNO STIMOLO A SCOPRIRLE DA SE
  • COSTRUIRE SAPERI LEGATI CHE SI INTRECCIANO

AVERE CURA DEL PENSARE

  • PENSARE PER CRESCERE
  • COSTRUIRE SINGOLE PERSONALITA’ ATTRAVERSO IL RUOLO SOCRATICO
  • FONDAMENTALE LO STIMOLO PERSONALE
  • NON PREOCCUPARSI MAI DEL TEMPO CHE VUOLE ANDARE DI FRETTA
  • SENTIRE IL SAPERE SE SI VUOLE UN SAPERE UTILE
  • CONTA PIU’ IL PENSARE DEL FARE
  • RIPENSARE SEMPRE TUTTO QUELLO CHE SI FA IN CLASSE
  • GIOIRE INSIEME QUAND OUN BAMBINO FA PROGRESSI
  • NO AL PENSIERO PARADIGMATICO, Sì AL PENSIERO RIFLESSIVO E INTERPERSONALE
  • ESSERE UN MODELLO PER I BAMBINI
  • RIPENSARE PER RIFLETTERE RICOSTRUIRE AUTOVALUTARSI RIELABORARE
  • SAPERE ATTENDERE I RISULTATI
  • CONOSCERE PER ESSERE LIBERI
  • INSEGNARE LE REGOLE, POCHE MA CERTE
  • ABIUTARE A PRBLEMATIZZARE, FARE PROBLEM SOLVING

TROVARE UN SENSO A QUELLO CHE SI FA

  • TROVARE UN SENSO A QUELLO CHE SI FA
  • QUANDO I BAMBINI STANNO BENE VUOL DIRE CHE IL MAESTRO FUNZIONA
  • FAR CAPIRE AI BAMBINI CHE TUTTO SERVE
  • SOSTENERE IL PROTAGONISMO DEI BAMBINI
  • COCOSTRUIRE LA LEZIONE IN CLASSE
  • ACCETTARE IL FUORI PROTOCOLLO, L’IMPREVISTO
  • COSTRUIRE LE TAPPE DELLA GIORNATA: DAL MOMENTO DELLE SORPRESE AL MOMENTO DEL RACCONTO…AL MOMENTO DEL FAR SCEGLIERE…
  • COSTRUIRE L’ARCHITETTURA DELLA CLASSE
  • VALUTARE CON SENSO E NON PER ESERCITARE UN POTERE – LA VALUTAZIONE E’ UN ATTO FINALE, CONCLUSIVO

COSTRUIRE COMUNITA’ DOVE SI IMPARA ATTRAVERSO LA RELAZIONE

  • LA SCUOLA COME LUOGO DI TUTTI
  • AVERE RISPETTO E NON OFFENDERE MAI
  • NON DIMENTICARSI DI NESSUNO
  • GENERARE FIDUCIA
  • ESSERE SENSIBILI, SENTIRE L’ALTRO
  • NON ESSERE ANAFFETTIVI
  • SUPERARE I COMPRENSIBILI MOMENTI DI RABBIA
  • ASCOLTARE, DIALOGARE
  • MAI CHIUDERSI NEL PROPRIO ORGOGLIO
  • AVERE POCHE REGOLE MA BUONE E CERTE
  • FARE CERCHIO, CIOE’ FARE IL PUNTO
  • NON FARE PREDICHE
  • EVITARE LE NOTE E LE AZIONI PUNITIVE CHE NON SERVONO
  • PROPORRE PUNIZIONI SOCIALMENTE UTILI
  • FARE SPESSO CAMBIARE DI BANCO PER FARE SOCIALIZZARE TUTTI CON TUTTI
  • LAVORARE IN GRUPPO
  • MESCOLARE I GRUPPI

STARE IN DIALOGO CON LA SITUAZIONE

  • PENSARE ALTROVE
  • PENSARE SEMPRE
  • PENSARE IN SITUAZIONE
  • IMPORTANTE PROGRAMMARE, PROGETTARE
  • PROGETTARE NON E’ INSCATOLARE
  • IMPARARE SENZA ANNOIARSI
  • BISOGNA COGLIERE I FUORI PROGRAMMI
  • NON VEDO E NON SENTO PUO’ A VOLTE FUNZIONARE
  • PROCEDERE PER TENTATIVI
  • LA FORZA DELL’INTUIZIONE
  • IL RAPPORTO D’EMERGENZA: UNO AD UNO
  • LA PROGRAMMAZIONE DIFFERENZIATA
  • OSSERVARE OSSERVARE OSSERVARE SEMPRE

ESSERE IN RICERCA

  • PENSARE PER INSEGNARE
  • LA SCUOLA REALE E’ TROPPO BUROCRATICA E PIENA DI REGOLE
  • LA NUOVA FORMA DI VALUTAZIONE E’ UN SEGNO DI REGRESSIONE E NON DI PROGRESSIONE
  • FARE AUTOFORMAZIONE CONTINUA
  • FARE RICERCA IN CLASSE CON I RAGAZZI
  • NON SOLO FARE MA ESSERE PER FARE
  • SAPERSI METTERE SEMPRE IN DISCUSSIONE
  • STARE DALLA PARTE DEL RAGAZZO
  • IL BAMBINO NON E’ UNO SCOLARO, E’ UNA PERSONA
  • AVERE ATTEGGIAMENTI ETICI
  • STARE CON I RAGAZZI DEVE ESSERE UN PIACERE
  • SI IMPARA PROVANDO
  • MAI ALZARE LA VOCE, NON SERVE
  • IMPARARE DA CHI HA PIU’ ESPERIENZA
  • LA TEORIA SERVE PER POTERLA RIELABORARE
  • OGNI INSEGNANTE HA IL SUO STILE
  • ESSERE SOSTENUTI NELLA FORMAZIONE

 

COSTRUIRE PROFESSIONALITA’/TESSERE ALLEANZE

  • INTEGRARE LE DIVERSITA’
  • ESSERE UN TEAM DI LAVORO
  • I CONFLITTI SERVONO PER CRESCERE
  • PER AGIRE OCCORRE AVERE L’INTENZIONE
  • L’IMPORTANZA DELLO SPORTELLO GENITORI
  • IL GENITORE E’ UN MESTIERE DIFFICILE
  • SAPERE DIRE LE COSE SENZA OFFENDERE
  • STRINGERE PATTI EDUCATIVI

 


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog

Magazines