Magazine Letteratura per Ragazzi

Weekend di benessere per mamma da fare a casa

Da Caffenero

Chi non vorrebbe potersi rigenerare durante il weekend? Un weekend di benessere è sicuramente uno dei miei desideri da quando sono nati i bambini e forse anche prima. A dire il vero la parola ‘benessere’ in sé mi è sempre piaciuta, ma ci ho messo tanto a capire che per me lo stato ottimale per stare bene non aveva bisogno di aerei e viaggi estremi. E’ anche vero che prima di farli quei viaggi forse non potevo capire la differenza. Ciò non toglie che da quando sono mamma sogno di fare un bagno caldo molto più che di entrare in una spa dall’altra parte del pianeta. In teoria il week-end dovrebbe essere la mia soluzione ideale, il momento in cui recupero le forze e il mio equilibrio ma non sempre è così. Vogliamo parlare dei compiti scolastici del sabato? Vogliamo parlare della montagna di vestiti da stirare? Non parliamo che è meglio, ma lamentarsi non serve: questa infondo è proprio la vita che volevo. Devo solo trovare il programma giusto per sfruttare al meglio il week-end.
Con gli anni mi sono data una organizzazione che funziona bene. Le strategie di Napoleone in battaglia per me sono acqua di rose. Certo, non dovrei ammalarmi mai e dovrei avere tutte le settimane banalmente uguali, cosa impossibile in casa nostra. In linea di massima ci sono dei consigli che tengo sempre presente e quando riesco a utilizzarli funzionano davvero. Il primo consiglio appassionato è di non pretendere troppo: quello che si riesce a fare è già tanto e tutto di guadagnato. Passiamo invece ai consigli seri per sfruttare al massimo il week-end come pausa rigenerante.

  1. Eliminare le sostanze di rifiuto con la giusta alimentazione. Se pensate che il week-end ideale sia pizza e patatine, mi dispiace deludervi ma siamo un po’ fuori strada. Io in verità sono del partito ‘evviva-lo-strappo-alla-regola’ ma non se può fare una regola di vita tutti i week-end. Una alimentazione corretta aiuta lo smaltimento dei prodotti di scarto della digestione e del metabolismo. Se non si presta sufficiente attenzione a questo aspetto, si crea uno stato di ‘intossicazione’ che ostacola il benessere. In base alla stagione possiamo cercare i menu più adatti, esplorando anche diversi tipi di diete:
    a. Dieta vegana: totalmente vegetariana
    b. Dieta ayurvedica: ispirata all’antica saggezza indiana
    c. Dieta cinese: mirata al risveglio dell’attività intellettuale.
  2. Assumere una dieta disintossicante. Si parla molto della necessità di disintossicare periodicamente il nostro corpo attraverso la dieta. Il week-end sembra il periodo migliore per farlo. In base alla stagione ci sono alimenti naturali adatti alla disintossicazione e depurazione: uva, carciofi, frutta estiva ecc.
  3. Bere molto. E’ il primo passo per depurarsi. Solitamente si consiglia di bere almeno 2-3 litri di acqua al giorno, scegliendola naturale e senza l’aggiunta di dolcificanti o sciroppi. Aiuta la digestione, la funzionalità intestinale e previene fastidi come la cistite.
  4. Fare movimento. Uscire di casa e fare una bella passeggiata è una attività tipica della domenica pomeriggio che si può tranquillamente svolgere anche con i bambini. In ogni stagione possiamo trovare degli sport da fare in famiglia, le attività più adatte e cercare di abbinare il movimento con la gioia di stare insieme. D’estate di può andare a nuotare, a fare lunghe passeggiate con la scusa di raccogliere frutti di bosco, d’inverno si può sciare, in primavera si possono fare gite in bicicletta. L’esercizio fisico aiuta a smaltire il grasso in eccesso, a eliminare lo stress e a recuperare il buonumore.
  5. Usare le tecniche per rilassarsi aiuta a fare il pieno di energia. Il risposo è la parola d’ordine nel fine settimana, ma non sempre basta dormire un’ora in più. A seconda dei gusti personali, il rilassamento ideale può essere raggiunto con la lettura di un bel libro, con la visione di un film, uscendo con gli amici o provando delle tecniche di rilassamento legate alla musica o alle discipline orientali come la meditazione o lo yoga.
  6. Ristabilire un contatto con la natura. Sappiamo bene che in alcuni momenti dell’anno ci sentiamo più attivi e in altri vorremmo sempre dormire. Oltre a recuperare il contatto diretto con la natura uscendo il più possibile, prendiamo coscienza dei suoi ritmi e di come risponde il nostro corpo.

Ho trovato alcuni menu legati alle stagioni che mirano ad aiutare il nostro corpo a recuperare energie in questi libri:

0

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :