Magazine Tecnologia

XCOM Enemy Unknown: Elite Edition. Gli UFO attaccano il Mac.

Creato il 07 maggio 2013 da Macfordummies @MacforDummies

Esistono due possibilità: o siamo soli nell’Universo o non lo siamo. Entrambe sono terrificanti.

Arthur C. Clarke

Con questa frase il video introduttivo di XCOM Enemy Unknown: Elite Edition ci da il benvenuto nel gioco, ed inizia a mostrarci quello che sarà il futuro della Terra se non interverremo presto. Il pianeta è sotto attacco da parte di forme aliene ed il nostro compito sarà quello di coordinare le forze XCOM per la ricerca e la distruzione dei nemici.

Il gioco ha radici molto antiche, infatti la prima release risale a circa 19 anni fa, per opera di un geniale programmatore della Microprose, nasceva XCOM. Il genere degli strategici a turni all’epoca era molto inflazionato ed amato, XCOM seppe dare quella svolta che mancava ad altri titoli, la profondità necessaria e soprattutto a creare il mix perfetto tra ambientazione, storia e e gameplay diventando così un “must” per l’epoca.

xcom-globe

Grazie a Firaxis e a Feral Interactive per il porting su Mac, oggi è possibile rivivere la stessa avventura, ma con una nuova veste grafica, maggiori opzioni e missioni.

Una volta passato il video introduttivo si può finalmente iniziare a saggiare XCOM Enemy Unknown: Elite Edition, settare le varie opzioni e vi consiglio anche di attivare il tutorial, fondamentale per apprendere lo schema di gioco di un RTS a turni. Ma non credete che sia così tutto semplice, infatti le truppe vanno addestrate, migliorate stando attenti a non perderle in battaglia; anche la ricerca ha una parte fondamentale perchè ci permette di sviluppare nuove tecnologie, nuove armi per contrastare le forze aliene e molto altro, tenendo un’occhio alle finanze. Maggiore saranno i successi, maggiori saranno le ricompense, indispensabili per l’economia del progetto XCOM.

xcom-control

Un’altro fattore fondamentale da tenere sempre sotto controllo è il livello di soddisfazione degli stati aderenti alla XCOM, se otto lasciano la partita finisce e quindi si deve ricominciare: se questo può sembrare semplice da gestire nelle prime missioni, scoprirete che a volte si dovrà scegliere se intervenire in questo o quel posto e questo influirà sul livello di soddisfazione degli stati… Uno dei punti del gioco è che in  XCOM Enemy Unknown: Elite Edition non esiste un vero e proprio protagonista, nel senso che si che siamo noi a comandare, ma ogni volta è possibile scegliere differenti componenti della squadra, promuoverli e addestrarli, ma ahimè anche vederli perire in battaglia e quindi obbligatoriamente rimpiazzati. La trama si snocciola bene durante il gioco, infarcita da molti video in CG (Computer Grafica) che fungono da valido intermezzo e da supplemento alla narrazione.

xcom-report-mission

Per quello che riguarda il gioco vero e proprio, la visuale è isometrica, con la possibilità di ruotare ma solo di 45° alla volta: se da una parte può risultare limitante dall’altra parte invece è più semplice e veloce controllare l’area di gioco. É possibile spostarsi su più livelli semplicemente utilizzando la rotella del mouse che modifica immediatamente la visualizzazione, molto utile ad esempio se vogliamo inviare delle truppe sui tetti degli edifici. E proprio le truppe sono la parte più importante del gameplay di XCOM Enemy Unknown: Elite Edition in quanto bisogna programmare alla perfezione l’armamento di ogni singolo componente per evitare epiloghi disastrosi: anche durante la battaglia non abbiate paura di procedere a piccoli passi, per evitare di rimanere senza mosse e quindi in balia dei nemici una volta finite le mosse a nostra disposizione. A differenza di molti titoli in XCOM Enemy Unknown: Elite Edition è fondamentale pianificare le mosse delle truppe, verificare la copertura degli uomini per portare a termine le missioni.

xcom-soldierxcom-battle

La tipologia delle missioni non è molto varia, si va dal rapimento alieno, al terrorismo alieno e all’intercettazione aliena; non preoccupatevi perché questo non vuol dire poca longevità, al contrario in quanto le ambientazioni sono molto varie e differenti tra loro, abbiamo ad esempio la foresta, la città, la zona industriale, l’astronave aliena e molte altre, ma tutte con le proprie peculiarità da sfruttare in battaglia.

Il motore grafico è il famoso Unreal Engine, fa bene il suo lavoro ed è abbastanza scalabile anche su Mac più datati; mi sono molto piaciuti i modelli degli ufo, che riportano alla mente, per chi l’ha giocata, la prima versione e hanno un tocco retrò molto azzeccato che spazia nella fantasia comune sulla morfologia UFO. Anche le ambientazioni risultano molto piacevoli anche se non eccelse per qualità grafica, ma come ho già detto questo permette di giocare anche con Mac più datati. Una nota di merito va agli effetti e all’illuminazione ben riuscita e – scusate il gioco di parole – di effetto.

xcom-end-report

XCOM Enemy Unknown: Elite Edition con coraggio rispolvera un genere che non riceve più consensi da tempo, e lo fa in grande stile, aggiungendo molta sostanza al titolo originale di 19 anni fa, senza però distruggerne l’essenza, la particolarità. XCOM Enemy Unknown: Elite Edition è un gioco che merita assolutamente di essere giocato oltre che dagli appassionati ed estimatori del genere, anche da chi ama gli RTS classici o non si è mai avvicinato a questo genere, proprio per la sua originalità; state certi che saprà ricambiarvi con ore ed ore di divertimento, grazie anche al comparto multigiocatore.

XCOM Enemy Unknown: Elite Edition non è economico per essere un titolo da Mac App Store, infatti costa €44.99, ma in questa versione sono comprese anche le espansioni Slingshot, Elite Soldier e Seconda Ondata che garantiscono ulteriore longevità a questo splendido titolo che rispolvera un classico degli anni ’90 e lo porta ai giorni nostri. Da avere assolutamente… Di seguito trovate anche i requisiti minimi e consigliati, verificateli bene prima di procedere all’acquisto.

requisiti-xcomxcom-elite

 


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine