Magazine Cinema

XXIII edizione della Mostra del Libro Antico

Creato il 15 marzo 2012 da Ilibri
XXIII edizione della Mostra del Libro Antico XXIII edizione della Mostra del Libro Antico

Anche quest'anno è arrivato l'appuntamento tanto atteso da bibliofili e collezionisti di libri. Promosso ed organizzato dalla Fondazione Biblioteca di via Senato, inizierà domani e si concluderà domenica 18 marzo la ventitreesima edizione della Mostra del Libro Antico, che si terrà nel Palazzo della Permanente a Milano.

Come per le precedenti edizioni, parteciperanno all'evento le più importanti librerie antiquarie nazionali e internazionali (da Gran Bretagna, Germania, Francia, Austria e Portogallo).

Non mancheranno opere rare che il pubblico avrà la possibilità di ammirare negli stand degli espositori. Tra queste citiamo alcuni rari volumi di letteratura, come lo straordinario esemplare stampato su carta azzurra della prima edizione della prima traduzione italiana, eseguita dal geografo e letterato veneziano Livio Sanudo (1530-1587), del poema di argomento mitologico De raptu Proserpinae, scritto da Claudiano (Philobiblon, Milano). Il manoscritto autografo di Ippolito Nievo Pindaro Pulcinella. Commedia in tre atti (Pontremoli, Milano) e quello di Jorge Luis Borges Pierre Menard, autor del Quijote del 1939 (Lame Duck Books, Brookline, MA, Usa). Senza tralasciare la scatola di compensato con coperchio serigrafato e inciso con il ritratto di “Ubu” che contiene attrezzi, testi e documenti della Patafisica, la pseudoscienza ideata dallo scrittore Alfred Jarry, presentata da Caficute (Camogli - Genova). La Libreria Editrice Goriziana (Gorizia) invece presenta una prima edizione dei Promessi Sposi del 1825 e il Commentario sopra il libro dei delitti e delle pene di Beccaria, redatto da Voltaire. Spazio poi alla letteratura straniera con Mensagem di Ferdinando Pessoa della Livreria Castro e Silva (Lisbona), The Tragedie of Hamlet Prince of Denmarke di William Shakespeare (Tusculum, Londra), Les Essais di Michel de Montaigne edizione del 1595 presentata da Sokol Books Ltd di Londra e Le Poète Assassiné di Guillaume Apollinaire (Il Cartiglio, Torino).

Ad arricchire questa XXIII edizione della manifestazione ci sarà quest’anno la mostra Aureæ Ligaturæ. Dal Quattrocento al Novecento nella Biblioteca di via Senato, curata da Federico Macchi e Annette Popel Pozzo. Saranno esposte circa 140 legature realizzate in Italia, Francia, Germania, Spagna, Paesi Bassi e Inghilterra, tutte provenienti dalla Biblioteca di via Senato. Le legature sono state scelte per lo stile e la qualità di fattura. Molte sono firmate o provengono da botteghe celebrate; altre sono preziose per la loro provenienza, identificabile attraverso i numerosi supra libros che a loro volta permettono di inserire i volumi nel contesto di precise biblioteche o raccolte di bibliofili. Per maggiori dettagli sulla mostra vi invitiamo a visitare la seguente pagina contenente il comunicato stampa ufficiale.

 

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog