Magazine Diario personale

Zingaretti: parole sacrosante

Creato il 21 agosto 2014 da Ritacoltellese

Zingaretti: parole sacrosante "Gli interventi di Protezione civile regionale nel Lazio dall'inizio dell'estate fino ad oggi sono stati oltre 700 ed hanno riguardato attività di spegnimento di incendi boschivi, operazioni conseguenti a fenomeni metereologici avversi e partecipazione alla ricerca e al ritrovamento di dispersi. Voglio rivolgere un sentito ringraziamento a tutti i volontari e a tutte le componenti istituzionali del Sistema di Protezione Civile che quotidianamente si adoperano per garantire la sicurezza dei cittadini e fornire quindi un prezioso contributo per tutta la comunità". Lo comunica, in una nota, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che traccia un primo parziale bilancio dell'attività estiva di Protezione civile sul territorio laziale. "Non bisogna però abbassare la guardia - prosegue - per questo motivo stamattina ho parlato con il dottor Carlo Rosa, responsabile per il Gabinetto del Presidente della Protezione civile regionale, che mi ha confermato come il periodo di massimo rischio per gli incendi boschivi sia fissato fino al 30 settembre e che il Sistema di Protezione civile rimarrà in stato di massima allerta fino a quel periodo".
Parole sacrosante da parte del nostro Presidente di Regione: però non tutti nell'istituzione Protezione Civile si comportano allo stesso modo. Sono stata testimone, e l'ho documentato con foto ed un verbale dei VV.FF., di un grave episodio dovuto ad una di quelle furie improvvise a cui il maltempo ci ha abituati negli ultimi tempi: acqua e vento fortissimi, rami giganteschi caduti da alberi di proprietà regionale sulla strada e in fondi privati che, solo per caso, non hanno causato vittime... Tutta la documentazione è stata inviata per raccomandata alla Regione Lazio da aprile di quest'anno e rinviato un pro-memoria tramite posta certificata di recente... Affinché la Regione, tramite l'Ente che cura queste sue proprietà, provveda alla cura degli alberi (pericolosissimi) e alla raccolta dei rami secchi caduti per evitare che barbari dissennati, gettando cicche di sigaretta accese, non accendano incendi.  Il giorno in cui sono stata testimone del fortunale che poi ho documentato, solo i Vigili del Fuoco sono intervenuti in forze, molto li ha aiutati una famiglia di agricoltori con i propri mezzi meccanici del tutto volontariamente, mentre l'unica auto della Protezione Civile, che è brevemente transitata, si è limitata a raccogliere un piccolo ramo che giaceva come tanti sulla strada comunale e ad andarsene: spreco di gasolio pagato da noi tutti per raccogliere un ramo e gettarlo nel cassone del pick-up!!  
Da questo blog: post del 12 maggio 2014  

Zingaretti: parole sacrosanteIntervento dei Vigili del Fuoco di Latina causato dalla caduta di grossi rami degli eucalipti della fascia frangivento su strade e proprietà private, con grave rischio per la incolumità delle auto in transito e delle persone.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine