Magazine Talenti

La grande bellezza

Da Harielle @hariellle

La grande bellezza

Il mio sarà sicuramente uno dei tanti post su questo film, vincitore dell’Oscar come miglior film straniero. L’ho visto ieri in tv e mi è piaciuto. Mi è piaciuto molto.

Intanto, perchè può essere visto come un sequel a distanza di decenni della Dolce Vita. Lì dove c’era uno spaesato e sognatore Marcello, che insegue la scia del boom economico, qui c’è Jep, disincantato eppure con ancora voglia di sognare.

Marcello ammira la bellezza eterea ed esotica di Anita Ekberg, Jep si intenerisce alla rustica e fragile Ramona, e tutto sembra dire che i sogni di un tempo, gli ideali, sono finiti, lasciando il posto alla precarietà, alla malattia, al disagio esistenziale.

Eppure, si deve continuare a sperare nella grande bellezza…e nella scrittura di un libro, quello della nostra vita, che può essere ancora un capolavoro.

Bravissimi il regista Sorrentino, e gli attori, primo tra tutti Toni Servillo.

Alcune frasi già famose:

  • A questa domanda, da ragazzi, i miei amici davano sempre la stessa risposta: “La fessa”. Io, invece, rispondevo: “L’odore delle case dei vecchi”. La domanda era: “Che cosa ti piace di più veramente nella vita?” Ero destinato alla sensibilità. Ero destinato a diventare uno scrittore. Ero destinato a diventare Jep Gambardella. (Jep Gambardella)
  • La più consistente scoperta che ho fatto pochi giorni dopo aver compiuto sessantacinque anni è che non posso più perdere tempo a fare cose che non mi va di fare. (Jep Gambardella)
  • Quando sono arrivato a Roma, a 26 anni, sono precipitato abbastanza presto, quasi senza rendermene conto, in quello che potrebbe essere definito “il vortice della mondanità”. Ma Io non volevo essere semplicemente un mondano. Volevo diventare il re dei mondani. Io non volevo solo partecipare alle feste. Volevo avere il potere di farle fallire. (Jep Gambardella)
  • Sono un gentiluomo: è l’unica certezza che ho. (Jep Gambardella)
  • Dunque è regola fondamentale, ad un funerale non bisogna mai piangere, perchè non bisogna rubare la scena al dolore dei parenti. Questo non è consentito. Perché immorale. (Jep Gambardella)
  • Ma cosa avete contro la nostalgia? È l’unico svago che resta a chi è diffidente verso il futuro. (Romano)
  • Sono belli i trenini che facciamo alle feste, vero? Sono i più belli del mondo… perché non vanno da nessuna parte. (Jep Gambardella)
  • Le vedi queste persone? Questa fauna? Questa è la mia vita. E non è niente. (Jep Gambardella)

 



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La stradina

    stradina

    Per noi era la stradina. Un vicolo vicino al palazzo dove abitavo con i miei genitori. Era diviso in lati. Quello più importante aveva una recinzione di un... Leggere il seguito

    Da  Pacoinviaggio
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • La “notte rosa”…. o la “notte rossa”?

    Da qualche anno, soprattutto in periodo estivo, molte città italiane organizzano la c.d. NOTTE ROSA (ispirata dalle Notti Bianche). Tutto è nato dalla riviera... Leggere il seguito

    Da  Barbaragiorgi
    OPINIONI, PER LEI, TALENTI
  • La verità

    Io non dico sempre la verità. Sono attendibile al novanta percento per cento, credo. Certe volte esagero in iperboli descrittive, altre ancora non esprimo... Leggere il seguito

    Da  Unarosaverde
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • La Zumpata

    (diversa dal “dichiaramento“) era una sorta di duello rusticano al coltello (detto nel ‘600 “smagliature” e nell’800 “sfarziglia”) di cui la “tirata”, o... Leggere il seguito

    Da  Antonio
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI
  • La bambina

    Ribloggato da attaccarbottone: Tutti la chiamavano mongola. Sei una mongola, dicevano. Io me ne stavo rintanato dietro al portone, perché se quelli mi... Leggere il seguito

    Da  Blanca Persaltrove
    RACCONTI, TALENTI
  • La radio

    radio

    Un amico ieri, sulla sua bacheca di Facebook, si è lasciato andare a un commento, dopo aver subito il bombardamento radiofonico di un brano, ripetuto... Leggere il seguito

    Da  Bangorn
    DIARIO PERSONALE, OPINIONI, RACCONTI, TALENTI
  • La Lettrice

    Lettrice

    Quando vivevo con i miei, in salotto c’era questo quadro di Jean Honoré Fragonard, pittore francese della corrente rococò, vissuto nella metà del ’700. Leggere il seguito

    Da  Bangorn
    DIARIO PERSONALE, TALENTI

Magazine