Magazine Cultura

50 anni fa... Ernest

Creato il 02 luglio 2011 da Ilbicchierediverso

 

50 anni fa... Ernest
50 anni senza l’uomo e senza lo scrittore.

Buona scelta

IBD

[email protected]gmail.com

«Era un vecchio che pescava da solo su una barca a vela nella Corrente del Golfo ed erano ottantaquattro giorni ormai che non prendeva un pesce. Nei primi quaranta giorni passati senza che prendesse neanche un pesce, i genitori del ragazzo gli avevano detto che il vecchio ormai era decisamente e definitivamente salao, che è la peggior forma di sfortuna, e il ragazzo li aveva ubbiditi andando in un'altra barca che prese tre bei pesci nella prima settimana. Era triste per il ragazzo veder arrivare ogni giorno il vecchio con la barca vuota e scendeva sempre ad aiutarlo a trasportare o le lenze addugliate o la gaffa e la fiocina e la vela serrata all'albero. La vela era rattoppata con sacchi da farina e quand'era serrata pareva la bandiera di una sconfitta perenne.»

«La giusta maniera di fare, lo stile, non è un concetto vano. È semplicemente il modo di fare ciò che deve essere fatto. Che poi il modo giusto, a cosa compiuta, risulti anche bello, è un fatto accidentale. »

«Ma avere un cuore da bambino non è una vergogna. È un onore. Un uomo deve comportarsi da uomo. Deve sempre combattere, preferibilmente e saggiamente, con le probabilità a suo favore, ma in caso di necessità deve combattere anche contro qualunque probabilità e senza preoccuparsi dell'esito. Deve seguire i propri usi e le proprie leggi tribali, e quando non può, deve accettare la punizione prevista da queste leggi. Ma non gli si deve dire come un rimprovero che ha conservato un cuore da bambino, un'onestà da bambino, una freschezza e una nobiltà da bambino. »

«Il pernod è un'imitazione verdastra dell'assenzio. Se ci aggiungi acqua diventa lattiginoso. Sa di liquirizia e subito ti tira su, ma poi ti deprime in egual misura. »

«Non era che un vigliacco e quella era la maggior sfortuna che un uomo potesse avere. »

«L'uomo non è fatto per la sconfitta. Un uomo può essere distrutto, ma non può essere sconfitto. »

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Beefeater mixldn global bartender competition

    Beefeater mixldn global bartender competition

    Foto IBD Foto IBD L’arte della mixology, essere un bartender, un barman, un barista… scegliete voi il termine che vi piace di più, è qualcosa che va oltre un... Leggere il seguito

    Da  Ilbicchierediverso
    CULTURA
  • Corpo Basso PULP

    Corpo Basso PULP

    Qualche mese fa, trovai in una piccola biblioteca della facoltà di Lettere e Filosofia dell’università di Palermo (un posto chiamato «corpo basso») un... Leggere il seguito

    Da  Abattoir
    ATTUALITÀ, CULTURA
  • Fiuto per il tabacco

    Fiuto tabacco

    Durante questo nostro soggiorno laziale, dove stiamo mettendo a punto con le redazioni vari progetti e incontri, ci siamo ritrovati a vivere una mattinata... Leggere il seguito

    Da  Ilbicchierediverso
    CULTURA
  • In quel bistrot di Parigi, con Jean Paul Sartre

    quel bistrot Parigi, Jean Paul Sartre

    Loro erano programmati per odiarsi e distruggersi e invece erano caduti l'uno nelle braccia dell'altro. Era bello sentire il proprio patronimico. In Francia,... Leggere il seguito

    Da  Paciampi
    CULTURA, LIBRI
  • Dark Christmas

    .........L'unica cosa che mi resta adesso è vomitare piano dentro al cesso.Esser contenti di sentirsi male/immaginarsi al proprio funerale!(E. Ruggeri in Pernod... Leggere il seguito

    Da  Carlo_lock
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Il commissario e il vento di Concarneau

    commissario vento Concarneau

    Per iniziare un'immagine, che entra dentro come la prima inquadratura di un film, uno di quei film in bianco e nero che erano perfetti con Jean Gabin. Leggere il seguito

    Da  Paciampi
    CULTURA, LIBRI

Dossier Paperblog

Magazine