Magazine Società

a lezione

Creato il 01 febbraio 2011 da Wanderer @Inneres_Auge

Bello sguardo dimmi cosa vedi al di là di quell'orizzonte. Occhio sinistro t'interrogo perché vorrei che tu m'illuminassi sul futuro, sul mio destino, sul nostro amore. Abbi fiducia. Ora scrivo su un bigliettino cosa ti servirà: l'essenza e la giovinezza, raccogline abbastanza e fai un piccolo bagaglio. Con un secchio vuoto riuscirai a prender più quota, e volerai al di sopra di tutto, e se ne trovassi poca, potresti riversarne, quale miglior cura? La ricetta giusta questa, la ricerca della leggerezza come reazione al peso di vivere. Veloce, mano destra, unisciti alla mia, concisa, breve stretta, magica presa circolare che m'ha legato a te per sempre. Disegna nell'aria come un'unica tappa, riepilogo di una storia, sintesi perfetta dell'unione di due menti, giovane e vecchia, acerba e matura, fulmineo percorso dei circuiti mentali che collegano e catturano punti lontani dello spazio e del tempo. Care labbra cosa volete, perché mi tormentate, mordendovi e sanguinando? Nitide odo parole spingersi sulla punta della lingua e giù, scandite e precise, libere e rigorose, le riconoscerei tra miliardi. Son le mie si allineano e marciano in completo elegante ed essenziale. Qualunque sia la cosa che si vuole dire, esiste solo un sostantivo per descriverla, un verbo per animarla e un aggettivo per qualificarla. Fantasia, pensiero cangiante, progetto colorato, penso per immagini e le stendo cambiando tono, attingendo al significante, mescolando le espressioni. È forse questo il senso e il modo, ubiquo e necessario, attuale e chiaro. Ti sussurro visioni. Sta a te ricomporle o lasciarle confuse lì nel paesaggio da esplorare. Volevo anche che quel destinatario riuscisse a immaginare la traiettoria che descrive nella mente - o nell'anima? - una parola prima di andarsi a poggiare sulla punta della lingua, sui polpastrelli della mano o sul ciglio del padiglione dell'orecchio. E quello che fa? Non ascolta… si ritrae per dilatarsi ancor più, si restringe e poi esplode in una striscia lunghissima che si srotola per accogliere quante più espressioni, quante più vibrazioni, tante, infinite, spruzzate e tuffate in quel secchio immenso, dal volume senza fine, in cui ci si perde in un luogo labirinto gigantesco, garanzia di una verità mai parziale: Quella che prende forma nei grandi romanzi del XX secolo è l'idea d'una enciclopedia aperta potenziale, congetturale, plurima. Com'è iniziata? Ho smarrito la parola iniziale. Nella molteplicità degli incipit dov'è il collegamento? Ti ho qui, finalmente, giovane vecchia storia d'amore per la scrittura e la sua lettura, alla tua conquista io m'impegno, a te mi dono, simbolo di trasmutabilità incessante, relazione di elementi in continua proliferazione, non mi deluderai, no, mai.
Grazie a un grande Italo.
http://iofuoridalcoro.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La lezione della gru: l'ospite Roberto Bianchi

    lezione della gru: l'ospite Roberto Bianchi

    Roberto Bianchi, bresciano, scrittore (bello il suo "La collana di perle finte") e osservatore attento e disincantato di ciò che ci circonda ha scritto le sue... Leggere il seguito

    Da  Marcotoresini
    CULTURA, SOCIETÀ
  • La lezione della gru: la parola al buon senso

    lezione della gru: parola buon senso

    Non so come finirà la storia della gru, che ora sembra appesa al destino degli immigrati rinchiusi nei centri di identificazione temporanea, ma la ripresa... Leggere il seguito

    Da  Marcotoresini
    ATTUALITÀ, LAVORO, SOCIETÀ
  • Lezione

    Lezione

    Consentitemi di mettere un'immagine vagamente scientifica, che cosi vi mostro quanto siamo bravi.Allora, accendiamo il proiettore, spegnamo le luci in aula, e... Leggere il seguito

    Da  Sfollicolatamente
    SOCIETÀ
  • A lezione di meretricio parlamentare

    lezione meretricio parlamentare

    …e ci stiamo sempre più avvicinando al fatidico 14 dicembre, giorno della “fiducia” al governo Berlusconi. Alchimie e trattative, più consone al mercato delle... Leggere il seguito

    Da  Asinistra
    SOCIETÀ
  • Andavo a 100 all ora x trovar la bimba mia

    Sentire al telefono che tua figlia ha fatto un frontale con una scatola di biscotti e una di lindt e come ha detto mia moglie si muove a 100 all ora e sembra... Leggere il seguito

    Da  Cielosopramilano
    CULTURA, SOCIETÀ
  • La venticinquesima ora

    venticinquesima

    Quanti di voi hanno ammirato (o meno) o comunque visto e conosciuto, l’omonimo straordinario film di Spike Lee, si saranno sicuramente già fatti un’idea... Leggere il seguito

    Da  Lucamangogna
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • La lezione degli egiziani

    In diretta radiofonica su Caterpillar: Intervistatrice: “Ma perché volete che Mubarak vada via?” Egiziano: “Perché ci ha costretto ad andare via da casa... Leggere il seguito

    Da  Anellidifum0
    ITALIANI NEL MONDO, SOCIETÀ

Magazine