Magazine Opinioni

A me sparivano le gomme.

Creato il 06 dicembre 2014 da Slasch16

index21 magazzinieri ed una impiegata e 7 erano fattorini. Il magazzino ricambi era composto da due capannoni uno sui 2000 metri e l’altro sui 400 e distava circa 200 metri.
Sparivano le gomme. In pochissimo tempo sono passato dall’inventario annuale a quello bimestrale riducendo di molto il problema.
Magazzinieri ed impiegata, ovviamente, erano esclusi dalla ricerca del colpevole. Per calcolo delle probabilità si poteva pensare che nel casino della fretta si dimenticasse di scaricare in commessa dell’officina le gomme ma in fase di chiusura commessa si sarebbe accorto il capo officina o l’impiegata quindi non rimanevano che i fattorini. Erano 7.
L’aria era pesante e ognuno diffidava dell’altro senza nessuna prova ma per simpatia. Finchè non arrivò Natale e sparì un prosciutto del Trentino che avevamo programmato di mangiare tutti insieme.
Facendo 2+2-1×3 mi feci un’idea abbastanza precisa su chi fosse il colpevole, adesso si trattava di incastrarlo.
Sicuramente aveva un complice fuori, uno dei clienti, che gli pagava le gomme in nero e si spartivano il malloppo.
Non ho mai saputo chi fosse ma riuscimmo a restringere il campo senza mai arrivare a prove definitive e quando il fattorino intuì che eravamo vicini alla soluzione anticipò i tempi e dette le dimissioni.
Bastò qualche mese per avere conferma che i nostri sospetti erano fondati e le sparizioni di gomme non ci furono più.
Essendo io il capo (sindaco) debbo ritenermi colpevole? E se un collega qualsiasi faceva sparire una centralina da 1000 euro da rivendere ad un “meccanico ricettatore” dovevo istituire un controllo pezzo per pezzo per tutti i 7 furgoni che facevano le consegne?
Ditemi voi, ero un coglione oppure ero un colluso? Dovevo fare il capo magazzino o l’ivestigatore provetto? Ho fatto l’uno e l’altro ma come investigatore non valevo un cazzo, ci ho messo quasi un anno anche se le sparizioni diminuirono.
Io dubito che un sindaco sia in grado, tra le 2000 cose che fa, di accorgersi che a Quarto Oggiaro c’è stato uno scambio di mazzette tra un vigile dell’anonaria ed un commerciate, è solo un esempio, come ritengo che siano dei coglioni quelli che attaccano un volantino ai cestini della spazzatura per attaccare Pisapia ed il degrado di Milano.
Cosa dovrebbe fare il Comune, lo Stato, mettere un poliziotto di guardia ad ogni cestino?
Basterebbe che il bravo cittadino dicesse a chi inzozza strade e giardini di usare i cestini, sempre che non ti rispondano: fatti i cazzi tuoi, quando va bene o non ti piglino a pugni quando va meno bene.
E’ un problema di civiltà.
A sindaco di Roma e non solo ci metterei uno di quelli che sbraitano nel web: non poteva non sapere che nell’amministrazione precedente c’era un’associazione a delinquere e che alcuni dei partecipanti erano ancora nelle loro funzioni amministrative o politiche perchè un conto sono i si dice o le indagini ed un altro sono le prove.
Marino, come Pisapia, non sarà un fenomeno ma quello che doveva fare l’ha fatto.
Forse è proprio per questo che viene infangato in primis dai suoi.
Se bastasse fare sindaco un Cittadino del M5S per eliminare la delinquenza individuale dell’essere umano gli darei il voto anch’io ma, se non funzionasse, vorrei i danni con gli interessi.
Il malaffare, la malavita, è talmente incancrenita nel nostro Paese che si rischia di essere collusi anche comprando il pane o andando a fare la spesa ad un supermercato invece che un altro.
Prendere a sassate la croce siamo capaci tutti, salirci un po’ meno.



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog