Magazine Cultura

Achilles Mourning the Death of Patroclus (Rome)

Creato il 07 luglio 2011 da Robomana
Achilles Mourning the Death of Patroclus (Rome)Ieri è morto Cy Twombly, che io credevo deceduto da tempo (in reltà non mi ero mai chiesto se fosse ancora vivo o meno: lo davo semplicemente per morto perché l'avevo studiato su un libro) e che sapevo essere trasferito a Roma negli anni '50 e da lì mai più mosso. Twombly è stato uno dei grandi artisti americani emersi negli anni dell'espressionismo astratto, del nouveau realisme e della pop art e per quanto mi riguarda è stato anche il pittore che ho più faticato a capire e sovente a difendere dall'accusa per cui anche un bambino saprebbe fare quella roba lì. In effetti, nel suo caso era proprio difficile trovare qualcosa di concreto da opporre all'impotenza dello sguardo smarrito e privo di appigli. Perché i suoi quadri era davvero come scritte di bambini, muri bianchi scrostati e graffiati come lavagne di scuola, in un certo senso graffiti che riportavano l'arte a una condizione primitiva. Personalmente, però, per quanto perplesso di fronte al loro vuoto esemplare, ho sempre pensato che i segni selvaggi di Twombly non fossero regressioni, linguaggio ancora incerto, ma piuttosto resti, rimasugli di storie, ricordi e racconti. Segni che testimoniavano l'operato del tempo sulla psiche, che sovente si ricollegavano a storie mitologiche e leggende popolari per testimoniare la fragilità del sapere e dunque dell'arte.
Qualche anno fa, di fronte al'opera che ho messo qui sopra, esposta in un museo di Berlino, mi sono chiesto perché si chiamasse "Achilles Mourning the Death of Patroclus (Rome)": c'erano scarabocchi rossi su un muro bianco, costruzioni di matita solamente tratteggiate, un gran vuoto a inghiottire una tela gigantesca.
Lì per lì non mi sono dato una risposta, poi un giorno ho capito che quello schizzo di colori in un campo vuoto era tutto ciò che mi restava dei racconti mitologici ascoltati in una vita da studente, dai tempi delle elementari agli incontri casuali in saggi dell'università o in romanzi. Racconti anche bellissimi, sognanti, eroici, che a ogni ripetizione si delineavano nella mia testa luncenti e muscoli come quadri di David e poi si scioglievano in poco tempo nell'indefinitezza del ricordo, macchie di colore in un vuoto inerme.
Ecco, insomma, al di là della mia incapacità di tenere a mente gli episodi della mitologia classica, credo proprio che Twombly raffiugarrasse quella roba lì, l'impotenza di fronte all'inevitabilità del tempo.
Per cui, ecco, anche se lo davo morto da anni, mi spiace un po' che se ne sia andato.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • [email protected]

    FreePass@Rome

    Nuova sezione dedicata agli eventi culturali a costo zero o a prezzi contenuti della Capitale, e sulle nuove rotte commerciali economiche, tenendo il più... Leggere il seguito

    Da  Jenaman
    CULTURA, MUSICA, RAP / HIP-HOP
  • [email protected]#2

    FreePass@Rome#2

    Again Pass per la categoria di Post che segnala dritte per viaggi o eventi a prezzi speciali o gratis a Roma. Per questo aggiornamento si segnala: Nuovo volo... Leggere il seguito

    Da  Jenaman
    CULTURA, MUSICA, RAP / HIP-HOP
  • Death cab for cutie

    Oggi in anteprima il nuovo album della band preferita dagli innamorati di tutto il mondo. sempre gentili,posati, romantici, sempre spensierati. i DCFC non... Leggere il seguito

    Da  Ceppo
    CULTURA, MUSICA
  • [email protected] #03

    FreePass@Rome

    Arrivati al 3 appuntamento con Free Pass e passati i festeggiamenti del 17 marzo che hanno monopolizzato la scorsa settimana si torna a fare sul serio iniziamo... Leggere il seguito

    Da  Jenaman
    CULTURA, MUSICA, RAP / HIP-HOP
  • Death Note live action

    Death Note live action

    dal celeberrimo manga di Death Note, i giapponesi hanno tratto due film, più uno spin off che però non ho visto. i film li ho trovati piacevoli e dignitosi, ma... Leggere il seguito

    Da  Guchippai
    CINEMA, CULTURA
  • Black Death

    Black Death

    di Christopher Smith UK/Germania (2010) Sinossi Osmund è un novizio di un monastero devastato dalla peste. Segretamente innamorato, fa scappare la sua donna... Leggere il seguito

    Da  Mcnab75
    CULTURA
  • Death Door

    Death Door

    VOTO 2,5Per prima cosa sfido chiunque a trovare un titolo e una copertina che ci azzeccano meno di questi con il film.Death Door?????Un cimitero????Questi sono ... Leggere il seguito

    Da  Giuseppe Armellini
    CINEMA, CULTURA

Dossier Paperblog

Magazine