Magazine Cultura

Addio al Re

Creato il 30 dicembre 2015 da Cicciorusso

Lemmy

Ricordo bene il momento in cui mia madre mi comunicò che Babbo Natale non esisteva. Lo fece con una delicatezza tutta materna, accovacciandosi di fronte a me, guardandomi negli occhi e prendendo le sue mani tra le mie. Rispose dolcemente alle incredule domande che il moccioso davanti a lei le rivolgeva, cercando di riportare nell’alveo della razionalità una sensazione che con la ragione aveva poco a che spartire. Penso spesso a quella scena, pur non riuscendo a collocarla in un preciso frangente spazio-temporale. I contorni sono sfumati, annebbiati dal tempo, ma quello che non svanisce è il sapore amaro della rivelazione, il senso di vuoto allo stomaco di fronte a una verità troppo assurda da concepire. Il rifiuto istintivo della bruttezza della realtà.

Questa mattina, rigirandomi nelle coperte, ho provato dopo molti anni una sensazione simile. Per chi ascolta la nostra musica, per chi la ama, per chi la vive, Lemmy ha rappresentato un elemento quasi irrazionale, una sorta di totem del tutto impermeabile alla vicende umane, l’incarnazione dell’essenza stessa del rock ‘n’ roll, che trascende la carne e diventa idea, simbolo, paradigma. 

Nessuno di noi ha realmente pensato che Lemmy un giorno potesse sul serio morire. L’abbiamo visto claudicante, è vero. Abbiamo assistito impotenti al declino fisico di una delle principali icone del nostro mondo. Abbiamo visto un uomo provato da decenni di eccessi ondeggiare davanti a un microfono, esitare, chiedere scusa al suo pubblico. Ma una parte di noi, in fondo, non ha mai smesso di credere che quel vecchio signore in uniforme fosse immortale. E ci abbiamo creduto perché era giusto, perché aveva un senso, perché nel nostro piccolo regno il ruolo di Re è sempre stato suo appannaggio. Nessuno lo ha mai messo in dubbio, come nessun bambino viene sfiorato dal pensiero che i regali sotto l’albero non siano opera di Babbo Natale.

La morte di Lemmy è uno schiaffo alle nostre illusioni, è una voce fuori campo che dice: “Cari amici, non illudetevi: tutto finisce”. È una figura cupa, per nulla materna, che prende a calci il capellone con le borchie che si agita dentro ognuno di noi. Lo stesso che qualche anno prima, dopo che sua madre gli aveva svelato una verità impossibile da accettare, andò a dormire covando ancora la speranza di risvegliarsi e trovare seduto ai piedi del letto un signore barbuto vestito di rosso. Lo stesso che oggi andrà a dormire covando ancora la speranza di risvegliarsi davanti a un palco stracolmo di amplificatori, dove un altro signore barbuto accorda il basso, sghignazza beffardo e bofonchia al microfono: “We are Motörhead, and we play rock ‘n’ roll”.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Addio ai tigli

    Addio tigli

    Uno dei quattro tigli sacrificati al regresso E' deciso, martedì 14 luglio la sega comunale si metterà nuovamente in moto. Leggere il seguito

    Da  Jet
    ARTE, CULTURA
  • Addio a Wes Craven

    Addio Craven

    Stanotte è morto Wes Craven, uno dei più grandi innovatori dell’horror e pedre di moltissimi franchise di successo come Nightmare on the Elm Street, Le colline... Leggere il seguito

    Da  Paopru
    CINEMA, CULTURA
  • Addio a Franco Interlenghi

    Addio Franco Interlenghi

    E’ morto questa mattina alle 11.30 nella sua casa romana di Ponte Milvio, Franco Interlenghi. L’attore nato a Roma nel 1931, straordinario protagonista... Leggere il seguito

    Da  Taxi Drivers
    CINEMA, CULTURA
  • Addio all’onorevole Pietro Ingrao

    Addio all’onorevole Pietro Ingrao

    Giuramento e messaggio del Presidente della Repubblica Sandro Pertini, 9 luglio 1978 I giornali ricordano la figura di Pietro Ingrao, scomparso all’età di 100... Leggere il seguito

    Da  Apregesta7
    CULTURA
  • Leader of yourself – Roberto Re

    Leader yourself Roberto

    October 10, 2015 · 12:34 pm This would be a great inspiring book. It reminds us that we can take decisions about our lives, and that if we don't, we take i... Leggere il seguito

    Da  Serenagobbo
    CULTURA, LIBRI
  • Exodus - Dei e Re

    Exodus

    Ramses e Mosè, entrambi legati da vincoli di parentela al Faraone Seti, sono i due generali dell'esercito egiziano. Ramses è destinato a guidare il suo popolo,... Leggere il seguito

    Da  Flavio
    CINEMA, CULTURA, FUMETTI, LIBRI
  • Addio, Luca

    Addio, Luca

    La notizia è iniziata a circolare oggi pomeriggio. Luca De Filippo è morto a Roma, in punta di piedi, come nel suo stile.Non ho avuto l'onore di conoscerlo... Leggere il seguito

    Da  Laura Fioravanti
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA