Magazine Diario personale

Addio. Ma è stato per amore, solo per amore

Da Silvanascricci @silvanascricci

Sto tergiversando da due giorni, sto scrivendo di tutto, dalle divertenti situazioni marine alle tragiche e assurde situazioni italiane per non parlare di una cosa che da due giorni mi sta sullo stomaco.

Ciò che mi sta sul gozzo non è particolarmente importante, non interessa la nazione, non crea problemi, nè disoccupazione e tanto meno buchi nel bilancio statale.

Eppure, eppure…

Ieri mattina, leggendo il giornale, mentre facevo colazione ho letto sul quotidiano la notizia che sapevo già sarebbe arrivata, me la aspettavo da una settimana, ma trovarmela scritta nero su bianco mi ha fatto male all’anima.

E non mi vergogno di dire che, mentre leggevo l’articolo, mi è scesa una lacrima nascosta dagli occhiali neri.

Mi è tornata in mente la mia giovinezza, mi è tornata in mente la spensieratezza degli anni, mi sono tornati in mente gli attimi con mia figlia al seno, mi sono tornate in mente le notti passate in sacco a pelo a ridere e scherzare.

Mi sono tornate in mente le migliaia di chilometri con tutti i mezzi possibili ed immaginabili purchè muniti di quattro ruote ed un volante.

Mi sono tornate in mente tutti i posti che ho visto nelle calure primaverili spagnole, nei gelidi inverni sovietici, nelle montagne francesi, nelle scintillanti capitali europee, negli sperduti paesini dei Pirenei, nella dura realtà basca, nella densa paura di Tel Aviv.

Mi sono tornati in mente i giorni bui, di rabbia e di magone ingoiati come rospi che andavano di traverso.

Mi sono tornati in mente i visi, le lacrime, le urla e gli abbracci di tanta gente, di tante anime.

Mi sono tornate in mente le ferite sanguinanti di Gary, le sue canzoni assurde che facevano sorridere, le sue mani grandi ed il suo sorriso dolce unito ad il ghigno feroce di quando subiva un’ingiustizia.

Mi sono tornate in mente le parole di Teo, quelle scuse sussurate a tutti noi con l’umiltà di un dolore non dovuto, i suoi tuffi per recuperare ciò che era irrimediabilmente perso.

Mi è tornato in mente l’arrivo di uno sceicco abbronzato che mi ha portato, per un po’ di tempo, la speranza, la gioia, l’illusione, l’emozione dell’arrivo per poi andarsene correndo dietro ad un’altra odalisca.

Ma gli amori, a volte, se ne vanno anche quando hai cercato di tenerli stretti fino a farti male le braccia, se ne vanno anche quando li hai pagati fino all’ultimo, se ne vanno anche quando gli hai urlato di restare.

Non so se questo mio amore tornerà mai, dovesse tornare non sarà più quello di una volta, non avrà mai più il volto antico ed orgoglioso, non avrà mai più lo spirito indomito e battagliero, non avrà mai più le ferite delle battaglie, non avrà mai più il sapore della sfida contro il destino ed il mondo

Addio a Gary, a Teo, a Leon, ad Andrea, a Giacomo, a Vincenzo e a tutti quelli che insieme a me hanno gioito, pianto, urlato, bestemmiato e tanto, tanto, amato.

Addio F.

(se non avete capito a chi sto dicendo addio, quale amore mi ha lasciato, potete andare a vedere qui e qui)



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Gorilla addio

    Gorilla addio

    NON FACCIAMOCI ILLUSIONI. Procedendo di questo passo, un nostro cugino di primo grado scomparirà dalla faccia della terra. E noi saremo i colpevoli, una specie... Leggere il seguito

    Da  Dragor
    ECOLOGIA E AMBIENTE, SCIENZE, SOCIETÀ
  • Addio a Peter Steele

    Addio Peter Steele

    Questa volta, purtroppo, non è uno scherzo: Peter Steele, al secolo Peter Ratajczyk, frontman e bassista della storica goth band Type O Negative è morto, aveva... Leggere il seguito

    Da  Splatterpostino
    MUSICA
  • Addio effetto brunetta

    Addio effetto brunetta

    Cinque del pomeriggio, Maria Pireto, da vent’anni bidella in una scuola di Torino, ripone il grembiule blu d’ordinanza. Fine delle lezioni, tutte le classi... Leggere il seguito

    Da  Astonvilla
    SOCIETÀ
  • Addio preservativi. Arrivano gli ultrasuoni

    Addio preservativi. Arrivano ultrasuoni

    Il dottor James Tsuruta, dell’University of North Carolina, ha condotto una ricerca che lo ha portato a scoprire (per il momento solo sui topi) che, applicando... Leggere il seguito

    Da  Ovverosia
    CURIOSITÀ, SESSO, SESSUALITÀ
  • Addio a Malcolm McLaren

    L'8 aprile 2010, è morto a Bellinzona (Svizzera), il musicista e produttore Malcolm McLaren.Nacque a Londra il 22 gennaio del 1946, fu marito della stilista... Leggere il seguito

    Da  Jagming
    CULTURA, MUSICA, POP / ROCK
  • Addio ad una leggenda

    Addio leggenda

    Il mitico coach John Wooden si è spento venerdì notte alla veneranda età di 99 anni per cause naturali al Ronald Reagan UCLA Medical Center di Los Angeles,... Leggere il seguito

    Da  Basketcaffe
    BASKET, SPORT
  • Addio frittura

    Addio frittura

    Lontani davvero i tempi in cui due ore prima del suono della campanella d’inizio lezione (Liceo) ci trovavamo al Bagno Alaide al Forte (proprietario il babbo... Leggere il seguito

    Da  Babilonia
    CUCINA

Dossier Paperblog