Magazine Società

Adinolfi lascia il PD...

Creato il 28 settembre 2011 da Francescadalporto @francesca75a
Adinolfi lascia il PD...Oggi tornando a casa dal lavoro ho letto che Mario Adinolfi ha riconsegnato la tessera del PD con questa lettera indirizzata al segretario Bersani. Devo dire che questa lettera mi ha parecchio scosso, probabilmente mi ha turbato perchè come Adinolfi sto vivendo un periodo di affanno all'interno del PD. Io mi sono iscritta a questo partito perchè credevo che fosse possibile creare un partito progressista in Italia, credevo nel PD come strumento di rinnovo della politica italiana, perchè credevo a un modo nuovo di fare politica. Mi sono trovata dentro a un contenitore vuoto, dove conta di più l'amicizia con il potente di turno, piuttosto che le idee che hai e per cui combatti. Sinceramente non mi piace questo partito, dove la classe dirigente è autoreferenziata, dove la struttura stessa impedisce di capire e rappresentare al meglio la società di oggi.Voglio parlare di quello con cui nel partito ho avuto più a che fare: la conferenza delle donne. E' un organismo inutile se alle portavoci e alle rappresentanti dei territori non viene permesso di lavorare e le si usa solo per comunicare decisioni prese altrove. E' un organismo vuoto se la portavoce nazionale non si fa carico assieme alle rappresentanti dei territori di elaborare un'agenda sul welfare e la condizione femminile in Italia per i prossimi 10 anni e si limita a invitare a raccogliere firme come quella che dovrebbe iniziare nei prossimi giorni.Io voglio che il PD diventi un partito credibile, non un partito la cui unica linea politica è "Noi chiediamo le dimissioni di Berlusconi!".Ho una domanda per Bersani: dopo cosa facciamo? Una grande ammucchiata? Quale è la nostra idea di paese dopo? Qual'è la risposta al precariato della mia generazione? Per ora mi sembra che il PD sia un elefante in una vetreria. E' ora di cambiare ritmo, se la dirigenza non ha le capacità di farlo si tolga dai piedi.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Boccia (PD) - Il Decreto Sviluppo (04.05.11)

    Boccia (PD) Decreto Sviluppo (04.05.11)

    Click to Play Boccia (PD) - Il Decreto Sviluppo. "Più che una norma contro il caro-mutui, è una norma che prende in giro le famiglie. Leggere il seguito

    Da  Apietrarota
    ATTUALITÀ, INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • Gli elettori del Pd per chi voteranno?

    elettori voteranno?

    Sarebbe troppo facile aspettare l’esito delle amministrative per poi puntare il dito o plaudere questo o quello schieramento per i fallimenti o i trionfi... Leggere il seguito

    Da  Jitsumu
    POLITICA, SOCIETÀ
  • Cirò Marina: Sconfitta meritata per il PD

    Cirò Marina: Sconfitta meritata

    a cura di Fabio Siena Lunga, interminabile sfida elettorale a Cirò Marina che si conclude con la vittoria della lista civica Unione Popolare capeggiata... Leggere il seguito

    Da  Fabiosiena
    POLITICA, SOCIETÀ
  • Non ha vinto il Pd

    vinto

    Infine ha vinto la sinistra, questo giorno sarà commemorato come il giorno della Breccia di Pisapia, eppure si tenga a mente che, non ha vinto una idea... Leggere il seguito

    Da  Gians
    CULTURA, SOCIETÀ
  • O così o Pd

    così

    Dopo lo straordinario successo di Pisapia a Milano e De Magistris a Napoli, stamani riunione d’urgenza del Pd di Alessandria per definire le strategie in vista... Leggere il seguito

    Da  Lapulceonline
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • Ultima campana per il PD

    Ultima campana

    L'ultima occasione per il PDLa gente si è risvegliata, è iniziato il tracollo del regime berlusconiano, una grande vittoria dell'Italia per bene, e ora? Leggere il seguito

    Da  Controcorrente
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Super PD, Lega affossata

    Super Lega affossata

    Pur sottoscrivendo la vignetta successiva, copio e incollo un paio di grafici da questa interessante analisi dei risultati di queste amministrative… La... Leggere il seguito

    Da  Zaxster
    POLITICA, SOCIETÀ

Magazine