Magazine Motori

Adrian Sutil

Da Magazinef1 @MagazineF1

Adrian Sutil (Gräfelfing, 11 gennaio 1983) è un pilota automobilistico tedesco, legatosi al team Sauber per la stagione 2014.

Carriera

Gli inizi

Adrian Sutil si affacciò nel mondo delle corse a 14 anni, quando cominciò a correre sul kart. A 19 anni passò poi alla Formula Ford 1800 svizzera, in cui vinse le dieci gare del Calendario, partendo ogni volta in pole position, a cui si aggiunsero altre cinque affermazioni nella Formula Masters austriaca.  Nel 2003 Sutil passò alla Formula BMW tedesca, in cui ottenne due pole position, ma nessuna vittoria, concludendo sesto. 

F3 Euroseries


Adrian Sutil

Adrian Sutil al volante della Dallara F305 del team ASM

L'anno successivo il tedesco passò alla Formula 3 Euroseries nel team di Colin Kolles, con cui disputò tutte le gare in programma ad eccezione dell'ultima, dove si legò con il team ASM. La sua prima stagione non fu buona, con appena nove punti conquistati nonostante le due pole position sui tracciati di Ardia e di Hockenheim. 
Rimasto nel team ASM nel 2005, migliorò notevolmente nel rendimento in gara, divenendo il principale contendente della leadership del suo nuovo compagno di squadra Lewis Hamilton, vincitore del titolo con 172 punti, contro i 94 del tedesco.
Nello stesso anno partecipò a tre weekend del Campionato A1 Grand Prix con il Team Germany, raccogliendo due dodicesimi posti.

All-Japan Formula Three

Nella speranza di ottenere maggiore visibilità da parte dei team di Formula 1, spese il 2006 correndo nell'All-Japan Formula Three, vincendo il titolo assoluto con 212 punti, frutto di 5 vittorie e di altri 7 podi. Partecipò anche al prestigioso Gran Premio di Macao, classificandosi al terzo posto dietro al britannico Mike Conway e all'americano Richard Antinucci, e ad una gara del Campionato Super GT, dove colse un brillante decimo posto sulla pista di Suzuka. 


Formula 1


2006: Midland

Adrian Sutil

Sutil al volante della Midland

Contemporaneamente al suo impegno agonistico in Giappone, si lega al team Midland nel ruolo di terzo pilota, dividendosi il compito di test driver con Markus Winkelhock (figlio di Manfred Winkelhock, ex pilota di F1 deceduto in un incidente durante la Budweiser 1000km World Endurance Championship del 1985) e con lo svizzero Giorgio Mondini.

Dopo aver disputato le prove libere dei GP d'Europa, Francia e di Giappone viene ingaggiato come secondo pilota per la stagione 2007, affiancando Christijan Albers nel team Spyker, nuova denominazione della Midland dopo l'acquisizione da parte del marchio Spyker Cars.

2007: Spyker


Adrian Sutil

Sutil durante il Gp del Belgio 2007

Sutil debuttò come pilota titolare campionato di Formula 1 durante la stagione 2007 alla guida della modesta Spyker. Dopo una buona parte di stagione deludente, caratterizzata da scarsa affidabilità, al Gran Premio del Belgio ha fatto vedere i notevoli progressi della vettura ed ha anche conquistato un punto al Gran Premio del Giappone, a causa di una penalità inflitta a Vitantonio Liuzzi per sorpasso (tra l'altro sullo stesso Sutil) in regime di safety-car. Il suo miglior momento della stagione 2007, oltre al primo punto sul circuito del Fuji, fu quando il pilota bavarese della Spyker conquistò il primo posto nelle prove libere del sabato a Monaco su pista bagnata. Concluse l'annata al diciannovesimo posto della graduatoria, battendo nel confronto diretto i suoi compagni Albers, Winkelhock e Sakon Yamamoto.

2008-2011, 2013: Force India


Adrian Sutil

Sutil sulla Force India-Ferrari

Nel 2008 corse con la Force India, nuova denominazione della scuderia Spyker, trovando come compagno il pilota romano Giancarlo Fisichella
La stagione partì a rilento, causa le scarse prestazioni di una monoposto completamente nuova, ma nel Gran Premio di Monaco Sutil riuscì comunque a stupire il pubblico issandosi in quarta posizione prima di ritirarsi a causa di un incidente con la Ferrari di Kimi Raikkonen. Il miglior risultato stagionale fu un tredicesimo posto, inferiore alla decima piazza di Fisichella nel GP di Spagna. Nonostante questo, venne comunque confermato per la stagione successiva, di nuovo al fianco dell'esperto pilota italiano.

2009

Adrian Sutil

Sutil sulla Force India nel 2009

Il 2009 partì in modo migliore, nonostante la top ten rimanesse ancora un miraggio per la piccola scuderia indiana: Sutil giunse per la prima volta in Q2 al Gran Premio di Monaco 2009, migliorandosi nelle qualifiche del suo Gran Premio di casa, dove si classificò al settimo posto davanti alle due Ferrari. Ancora una volta fu un tamponamento con il finlandese Kimi Räikkönen ad infrangere i sogni del pilota tedesco, costretto a rientrare ai box per una sosta aggiuntiva.Il punto più alto della stagione fu il Gran Premio d'Italia, dove sfruttò al meglio il potente motore Mercedes per guadagnare la prima fila, alle spalle del britannico Lewis Hamilton. In gara fu altrettanto performante, tagliando il traguardo al quarto posto dietro alle due Brawn di Rubens Barrichello e di Jenson Button e alla Ferrari di Kimi Räikkönen, facendo registrare inoltre il giro più veloce della gara.Proprio da Monza, il tedesco trovò il nuovo compagno di squadra con cui avrebbe condiviso anche la stagione 2010: al posto di Giancarlo Fisichella, chiamato dalla Ferrari in sostituzione del deludente Luca Badoer, venne promosso il terzo pilota Vitantonio Liuzzi. 

2010


Adrian Sutil

Adrian Sutil al volante della Force India nel Gp del Belgio

Nel 2010, Sutil migliorò ulteriormente le proprie prestazioni, conquistando un ottimo quinto posto nella terza gara dell'anno in Malesia. Dopo un undicesimo posto in Cina, riuscì a riprendersi nei successivi appuntamenti del Mondiale, conquistando sei arrivi in zona punti consecutivi, tra cui un ottimo sesto posto a Valencia. La seconda parte di stagione non fu altrettanto brillante, soprattutto a causa della crescita delle monoposto avversarie, e per Sutil arrivarono diversi ritiri intramezzati da un quinto posto a Spa e da una nona posizione a Singapore.
Concluse la sua terza stagione nel team di Vijay Mallya con un buon undicesimo posto nel Mondiale Piloti, battendo nettamente il compagno di squadra Liuzzi (fermo a 21 punti contro i 47 del tedesco.

2011


Adrian Sutil

Sutil impegnato nel Gp d'Ungheria 2011

Nella stagione 2011 la Force India non si dimostrò subito molto competitiva, infatti nelle prime 5 gare totalizzò solamente due punti, facendo parlare di sé per una rissa provocata in un club di Shanghai (il M1NT) con uno dei proprietari della RenaultEric Lux, all'indomani del Gran Premio di Cina.
La striscia negativa si interruppe a Monaco con un settimo posto, e proseguì nelle successive 7 gare, dove totalizzò ben 16 punti.
Grazie alla crescita della Force India le ultime gare furono ancora positive, con 5 arrivi nella top ten e altri 22 punti che gli consentirono di salire al 9° posto del Mondiale Piloti dopo una gara molto avvincente a San Paolo, in Brasile.
I suoi migliori risultati questa stagione furono due sesti posti in Germania e in Brasile, dove battè il suo compagno di squadra Paul Di Resta. Nonostante questi ottimi risultati, venne licenziato il 16 dicembre 2011 in favore del tedesco Nico Hulkenberg

2012

Il 31 gennaio 2012 venne condannato a 18 mesi di reclusione per la lite nel night-club a Shanghai, ma la pena fu convertita in una multa di 200 000 euro che vennero devoluti in beneficenza. Trovandosi a contatto con numerose beghe giudiziarie, dovette rinunciare ad un sedile per il 2012, prendendosi un anno sabbatico per poi rientrare sempre con il team Sahara Force India nella stagione 2013.


2013

Adrian Sutil

Adrian Sutil nelle prove libere del Gp di Malesia

Nel 2013 approda di nuovo nella casa indiana della Force India e al fianco del confermato Paul di Resta. Il tedesco dimostra subito di trovarsi a suo agio con la VJM06, debuttando in Australia e cogliendo subito un settimo posto, ma guidando in testa al Gran Premio per diversi giri, e lottando per quasi tutta la gara con vetture nettamente più competitive (Ferrari, Red Bull e Lotus).
Nel successivo gran premio della Malesia la sua vettura e quella del compagno subiscono una doppia battuta d'arresto, nonostante ottime qualifiche soprattutto da parte del tedesco che si era classificato 8°.
Nelle tre gare successive in Cina, Bahrain e Spagna Sutil non riesce ad incamerare altri punti, riscattandosi parzialmente a Monaco dove taglia il traguardo in nona posizione.Dopo un decimo posto in Canada, il tedesco va a punti anche nel Gp di Gran Bretagna (7°).
In Germania, complici le nuove gomme Pirelli, Sutil non riesce a trovare il set up adatto e deve accontentarsi del 13° posto finale.

Dopo un ritiro in Ungheria, Sutil ottiene un nono posto in Belgio, ritirandosi nuovamente in Italia.

La seconda parte di stagione si conferma inferiore rispetto all'avvio del Campionato con tre soli risultati utili a Singapore, India ed Abu Dhabi. Conclude la stagione al tredicesimo posto del Mondiale Piloti con 29 punti, 19 in meno del suo compagno di squadra Di Resta.
Il 13 dicembre dello stesso anno, annuncia ufficialmente il suo passaggio al team Sauber, dove affiancherà il messicano Esteban Gutierrez.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog