Magazine Salute e Benessere

Amarsi, è la prima cosa da fare! Prima parte.

Creato il 09 marzo 2011 da Greysis
Amarsi, è la prima cosa da fare! Prima parte.Ciao!! continuando con il tema dell'abbondanza, credo opportuno parlare dell'amore!
Si dell'amore, perché non puoi attrarre l'abbondanza alla tua vita se prima non ti ami. Se tu non risolvi i tuoi problemi con te stesso sarà difficile raggiungere i tuoi desideri.
Se tu non ti ami è impossibile credere che puoi ottenere tutto quello che vuoi. Credere è materializzare... è far realtà! Ma per ottenere questo prima devi amarti.
Per fare realtà i tuoi sogni devi cominciare per accettarti. Oggi voglio parlarti dell'amore, ma non dell'amore tra uomo e donna né tra madre e figlio, se non dell'amore di te stesso.
Questo è un tema che non tutte le persone cercano su internet ma è il più importante per avere una vita ottima, piena di salute, felicità, pace e per cominciare ad avere successo.
Amare a se stesso è la parola che tutti lasciano da parte, quella che quasi nessuno pensa, quella che lasciamo all'ultimo posto. Perché succede questo? perché gli altri sono più importanti per noi. Perché non abbiamo il tempo da dedicare a noi stessi. Perché pensiamo di valere poco o di avere poca importanza e un lungo ecc...
Amarsi, è la prima cosa da fare! Prima parte.


Tu mi chiederai, ti ami?
Bella domanda. Certo che è stato ed è ancora difficile sentire amore per me. Prima perché nessuno mi aveva insegnato da piccola ad amarmi, né mi aveva dato baci e abbracci, neanche coccole.
Come non ho ricevuto questo dai miei genitori ho passato gran parte della mia infanzia e adolescenza senza sentire il vero amore e senza sapere come dare amore alle persone con cui sono vissuta.
Non mi avevano insegnato ad amare quindi non sapevo e non potevo esprimere il mio amore.
Ho passato la maggior parte della mia vita essendo una persona timida, con un gran desiderio di essere amata e coccolata, sempre chiedendo la attenzione delle persone che ho amato.
Questo mi ha portato alla sofferenza perché non sapendo amare me stessa, dedicavo tutta la mia attenzione sulle altre persone confondendo questo come amore quando sappiamo che se io non mi amo è impossibile amare gli altri.
Questo che sentivo, che credevo amore non era più che la paura che di stare da sola, di non essere amata e la paura di perdere quello che sentivo. Sempre facevo di tutto per attirare l'attenzione pensando che così potevo essere felice.
Avevo bisogno di una costante attenzione, di sentire che mi amavano e di stare vicino alla persona amata. Più tardi mi sono resa conto che questo non era per amore, era per dipendenza... perché si sa bene che le persone che non amano se stessi generalmente hanno bassa autostima e sempre cercano la approvazione degli altri.
Tanto è così, che ricordo quando ero piccola, desideravo di ammalarmi, così pensavo che avrei potuto ricevere tutta l'attenzione e l'amore che desideravo. Volevo sentire tante cose... volevo sentire costantemente parole come sei intelligente, sei bella, sei buona, fai tutto bene, puoi fare tutto quello che vuoi ecc..
Volevo sentire solo cose belle per essere felice. Ogni volta che ascoltavo una parola o vedevo un gesto che non mi piaceva già la mia mente si fissava e pensavo che non valevo niente, che non ero amata e mi veniva un senso di colpa che mi portava alla sofferenza e a chiudermi più e più dentro di me stessa, come si potessi creare una corazza per proteggermi.
Mi sentivo tanto infelice, tanto triste, pensavo che era meglio non esistere! Sempre stavo cercando fuori quello che ho dovuto cercare dentro di me.
Alcune volte avevo pensato di non essere figlia della mia mamma, pensavo che mi avessero preso in adozione. Mi viene da ridere!! Ma che cose pensavo!!
Ora ripensando, da adulta, ai miei genitori, nessuno aveva insegnato loro ad amarsi, ormai non potevano insegnarlo a me. Loro solo sapevano lavorare per darmi il meglio e che nessuna cosa mi mancasse, come farmi studiare e darmi una vita migliore da quella che loro hanno avuto. Loro solo hanno fatto quello che hanno imparato dai propri genitori.
Ho spesso molto tempo e molti giorni di sofferenza e di lettura per capire che era l'ora di sentire amore per me. Ho letto tanti libri, di tanti autori che parlavano dell'amore di se stessi, dove mi dicevano che la felicità comincia con amarsi, che potevo ottenere tutto quello che volevo sempre e quando avrei imparato ad amarmi, che con l'amore potevo cambiare la mia vita..
Tutti indistintamente sia donne che uomini siamo passati per le stesse cose e sappiamo quanto è difficile sopravvivere. Abbiamo imparato a soffrire, a mutare, a non esprimere i nostri sentimenti, a non dire quello che ci piace, a non dire quello che vogliamo per timore di ciò che penseranno di noi, a non goderci la nostra sessualità, a fare quello che vogliono gli altri solo per essere amabile, a tacere e a tacere.
Su questo tema ho cercato tanto su internet volendo trovare la soluzione ai miei problemi, come se altri potessero mettersi nella mia mente e cambiare il mio pensiero e così darmi la felicità e la pace che tanto cercavo.
Ma ho scoperto che puoi leggere e cercare tutto quello che vuoi e niente di questo ti darà la felicita né cambierà subito la tua vita. Solo servono come aiuto per scoprire tutto ciò che deve guarire e per darci il coraggio di cominciare a capire perché non ci amiamo.
Leggere, investigare, parlare con persone che conoscano di questo tema ti aiuta a scoprirti e riconoscere quello che deve guarire in te e anche questo ti da il coraggio per cominciare la trasformazione. Ma, credimi, solo tu, nel silenzio della tua mente, con la consapevolezza che sei unico e perfetto così come Dio ti ha fatto, solo lì da solo con te stesso, potrai cominciare a capire e amarti.
Amarsi, è la prima cosa da fare! Prima parte.AMATI!! Namaste!


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La Prima alla Scala

    Prima alla Scala

    14/09/2010 - MILANELLO - Questi i 19 convocati di Massimiliano Allegri per la sfida di Champions contro l'Auxerre, in programma domani sera a San Siro:Abbiati,... Leggere il seguito

    Da  Maxbasten
    CALCIO, SPORT
  • La prima botta!

    Ancora non è nata la “nuova” università che già fa incazzare la “vecchia”. La prima pietra non è stata ancora posata e nemmeno benedetta che la NUV (Nuova... Leggere il seguito

    Da  Patuasia
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ, UNIVERSITÀ
  • La prima cosa bella

    prima cosa bella

    Spinta dalla curiosità della nomination agli Oscar come miglior film straniero, mi sono finalmente decisa a vedere l'ultima fatica di Vizì. Trionfatore ai... Leggere il seguito

    Da  Valentinaariete
    CINEMA, CULTURA
  • Alla prima spada sguainata

    Ultimamente ho quasi la sensazione che con “moderato” si intenda quasi una bestemmia. Oggi devi essere iper-militante, in un verso o nell’altro. Leggere il seguito

    Da  Paz83
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Noi prima di Larsson

    prima Larsson

    Unione Sarda, 18 ottobre 2010 – «Da quando è morto Stieg Larsson, tutti quanti dobbiamo fare finta di essere Stieg Larsson». Con questa frase Håkan Nesser,... Leggere il seguito

    Da  Andreapomella
    CULTURA, LIBRI
  • Prima puntata di Report

    Prima puntata Report

    Ieri sera è andata in onda su Rai3 la prima puntata di Report, programma condotto da Milena Gabanelli. Per vedere l'intera puntata clicca qui. Leggere il seguito

    Da  Daven
    MEDIA E COMUNICAZIONE, PROGRAMMI TV, TELEVISIONE
  • Geisha shooting - prima parte

    Geisha shooting prima parte

    Ultimamente Blogger mi ha dato qualche problema nel caricare le immagini nel blog, ma credo di aver risolto queste complicazioni e quindi ecco le prime foto... Leggere il seguito

    Da  Arianna
    LIFESTYLE, MODA E TREND