Magazine Moda e Trend

Amla // Segreti d'oriente

Creato il 09 ottobre 2014 da Chichenonimpegna

Oggi vi racconto come prendersi cura dei capelli lunghi, grazie ai segreti delle sorelle indiane.
Amla // Segreti d'oriente
L'amla, l'emblica officinalis, questo il suo nome scientifico, è un albero che cresce spontaneo in tutta l'India, può raggiungere un'altezza di 10 metri e ha dei piccoli frutti rotondi che una volta maturi assumono un colore giallo-rosso.
Questa pianta è un fantastico antiossidante, data l'elevatissima presenza di vitamina C ed il contenuto di bioflavonoidi. E' largamente impiegata nella medicina ayurvedica, ma io voglio parlarvi delle sue proprietà nella cura dei capelli.
E' un ottimo tonico, previene la caduta dei capelli aumentando la forza dei follicoli piliferi, è antiossidante, contrasta la comparsa dei capelli bianchi, rigenera le cellule, rafforza le radici, è seboriequilibrante quindi utile in caso di forfora, ripara le punte, lucida i capelli, è un ottimo condizionante andando ad eliminare il crespo e disciplinando i capelli.
Incuriosita ho voluto provarla, anche perché ultimamente perdevo davvero tanti capelli, la mia hair beauty mi ha detto che un centinaio al giorno devono cadere, ma ritrovarsi una ciocca ad ogni colpo di spazzola no! E' una polvere che va mescolata poco alla volta con acqua, bisogna fare qualche tentativo per trovare la consistenza precisa, io ho messo mezzo bicchiere di amla e 3 cucchiai di acqua. Amla // Segreti d'oriente
Ho applicato l'impacco su tutta la testa punte e radici, ricoperto di pellicola e lasciato in posa 20 minuti. Dopo, ho sciacquato e lavato con uno shampoo delicato, senza balsamo, ho asciugato e mi è venuta fuori una chioma morbida e lucida.  Dopo almeno 3 applicazioni (2 al mese) posso dire che, capelli ne perdo molto meno!  Pronta ad aggiungere questo prodotto a "i miei indispensabili". 
Amla // Segreti d'oriente
Se volte provare, io l'ho presa qui : Ebay. E' un negozio nel Regno Unito, che ha tanti prodotti indiani, il pacco è  arrivato subito ed integro! Se volete condividere con me questa esperienza , attendo i vostri commenti!

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine