Magazine Diario personale

Amoon nel Paese delle Meraviglie

Creato il 13 maggio 2013 da Amoon74to @mondogaio
Amoon nel Paese delle Meraviglie

http://thumbs.dreamstime.com/z/uomo-orecchie-del-coniglietto-che-saltano-bacio-22523515.jpgC'era una volta, nel paese delle mille nebbie, un giovane bello e affascinante di nome Amoon.
Durante uno dei tanti pomeriggi in solitudine o in compagnia di Federica, il giovane Amoon cadde in un sonno profondo. Gli apparve poco dopo un coniglietto dallo sguardo malizioso e subito il giovane Amoon non potè resistere alla voglia di inseguirlo. Fu così che proprio quella corsa lo portò dentro un buco: certo anche questo buco rappresentava uno dei suoi desideri, ma diciamo che il povero Amoon non se lo aspettava  così.

 

http://www.jesoloforum.com/wp-content/uploads/brunetta_ricchi_e_poveri1.jpg

Risucchiato nel buco Amoon si ritrovò in una stanza dotata di tantissime porte. Sbirciando nella prima serratura vide Brunetta cantare insieme ad Angelo e Franco "Mamma Maria". Guardando nella seconda serratura vide un paesaggio splendido e colorato. Bramoso di entrare, come non gli accadeva da anni o forse mai, Amoon notò la presenza di una chiave in quella stanza. Ma le porte erano piccine e lui troppo grosso per potervi passare. Fu così che gli apparve Raffaella Carrà che diede al povero Amoon un biscottino da mangiare. "Mangia il biscotto e vedrai che diventerai piccino".

http://ilmalpaese.files.wordpress.com/2012/01/calderoli-maiale-day.jpg?w=630E così fu, Amoon ne mangiò e dopo essere diventanto piccino entro nel mondo incantato. Subito venne accolto da alcuni animaletti: il porco Calderoli, la cagnetta Monti e il grillo Grillo. Ma Amoon venne attratto ancora una volta dal coniglietto e così decise di tirarsi su la giarrettiera e mettersi decisamente all'inseguimento del coniglio.

Presto si ritrovò in un castello dove una perfida Regina Biancofiore lo invitò a giocare a carte: "Caro gay inferiore sai giocare a briscola?" chiese la Regina Biancofiore. "No" rispose l'immacolato Amoon "ma posso provarci..."

http://www.blogsicilia.it/wp-content/uploads/2013/05/Biancofiore-400x215.jpg

La Regina Biancofiore sfidò Amoon a carte, a condizione che lo sconfitto si sarebbe ghettizzato. Ma la partita a carte non ebbe fine perchè presto Amoon si ritrovò nel bel mezzo di un processo, dove il fante Berlusconi veniva accusato di ogni nefandezza. A difendere il fante la Regina Biancofiore "Il fante nel mio castello faceva solo giochi di carte. Noi si giocava a Scopa o in alternative con altre ragazze a Ruba-mazzetto... propongo che il fante sia fatto santo subito".

Ma l'accusa chiamò a deporre il povero Amoon che non potè far altro che confermare tutti i capi di condanna. "Allora se per te è colpevole te lo dovrai limonare duro" disse la Regina Biancofiore...

http://www.blogpokeronline.com/wp-content/uploads/2009/10/carte-da-poker-mazzo-francesi.jpg

...e in quel momento solo l'immagine del bacio fece svegliare Amoon dal sonno.

E visse felice e vergine

Amoon


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines