Magazine Diario personale

130 kg di felicità

Creato il 30 maggio 2013 da Amoon74to @mondogaio
130 kg di felicità

La limonaia - Roma

Penso che nella vita ognuno di noi abbia attraversato momenti difficili. Ognuno di noi vive in famiglia, nel lavoro, per i suoi affetti e perchè no, anche per la propria sessualità poco compresa, fasi difficili e tristi.

Ognuno di noi dovrebbe però meritarsi un momento di gioia, magari fatto di una risata in compagnia o di un bacio consolatorio magari anche con uno sconosciuto. Non facciamo gli ipocriti: se una persona ci piace, pur non conoscendola, un bacio ci genera autostima, gratificazione e conseguentemente gioia.

Roma ha avuto mille facce ma se dovessi riassumerle tutte userei proprio la parola gioia. Non una vacanza cul-turale ma una vacanza fatta dei luoghi di ritrovo dei romani, delle pizze al taglio luride, con bagni privi di acqua, ma dalla pizza con patate e salsiccia (che strano mix) davvero eccezionale. Roma ha avuto anche la faccia dei miei piedi, fumanti a fine giornata per via delle interminabili camminate notturne dopo fiumi di alcool. E poi sicuramente Roma ha avuto la faccia di una festa bear (festa di orsetti gay) dove tutta questa vacanza di fatto è cominciata.

Sono contento che il mio amico summerwind abbia passato una bella vacanza: dietro quelle coccole che ha ricevuto, forse un po' frettolosamente, io ci ho visto il desiderio di scrollarsi di dosso una storia passata. Ma non quella finta, fatta di un fantomatico "Roma", ma quella vera terminata per colpa di un cretino che non ha saputo apprezzare il tesoro che aveva incontrato. Sono contento che abbia assaporato tutto e fino in fondo quei 130 kg di felicità.

Magari questo post non piacerà a qualcuno tipo Norden (oh un vero peccato tu non sia libero, perchè sei proprio carino), un ragazzo che ha iniziato a seguirmi di "nascosto" anni fa e che ho conosciuto personalmente a Roma in questa vacanza. A te, anche se bonariamente mi hai criticato, auguro con sincerità di trovare quello che mi hai trasmesso. Forse più che la stabilità affettiva io credo che tu ambisca alla stabilità lavorativa. Il girovagare per il mondo non fa per te e forse mette a rischio anche i tuoi rapporti con le persone perchè tu per "costruire" hai bisogno di tempo.

E poi auguro anche qualcosa a me: tanti ricordi mi sono passati per la mente rivedendo Roma. Momenti felici ma anche la tristezza di un addio che anni fa segnò la fine di una della storia più bella della mia vita. E forse anche per questo motivo un bacio rubato ad uno sconosciuto dalle bretelle rosse ha avuto il suo effetto terapeutico positivo. Speriamo che la ruota giri anche per me.

Buongiorno

Amoon


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog

Magazines