Magazine Diario personale

Amori impossibili (Parte 2)

Da Lametamela @CristinaTinozzi

Innanzitutto buon anno a tutti! E’ un po’ che non scrivo, ho avuto un periodo abbastanza intenso. Ma mi sono commossa nel vedere record di accessi per i miei vecchi articoli e vi assicuro che, per una Blogger, credo che la più grande soddisfazione sia quella di avere fedeli lettori che ti seguono anche quando, per diversi motivi, non puoi essere presente. Questo Blog l’avete portato avanti per un mese anche senza di me….scrivendomi, commentando, andando indietro a rileggere articoli meno recenti. E spero davvero di poter ripagare il vostro affetto continuando a condividere con voi questa parte della mia vita.

Ho diversi articoli in bozze che vorrei presto approfondire, ma oggi volevo confrontarmi con voi su un tema che mi sta molto a cuore, che avevo già analizzato tempo fa, ma che vorrei riprendere, perchè credo che possa aver toccato, prima o poi, ognuno di noi.

Quante volte, ritrovandoci a parlare con le nostre amiche di qualche uomo con cui siamo uscite, ci ritroviamo a dire “non c’è chimica” o al contrario “c’è una chimica pazzesca”.

E per assurdo succede sempre che la chimica, che è l’unica cosa che non possiamo controllare, si presenti sempre fortissima per gli uomini che dovremmo evitare e manchi totalmente per chi invece varrebbe la pena frequentare.

A me personalmente è successo almeno un paio di volte, di ritrovarmi a frequentare uomini pressoché perfetti, educati, brillanti, intelligenti ecc. ecc., con cui purtroppo però non è riuscita a scattare l’attrazione fisica. E magari erano pure bellini. Viceversa magari una sera vai ad un evento con le tue amiche e ti ritrovi a tremare davanti al sorriso di un ragazzo che in faccia ha scritto “sono uno stronzo e tu lo sai”, ma che con uno sguardo e due parole ti fa ribollire il sangue nelle vene, al punto di non riuscire a smettere di pensare a quanto vorresti che lui, senza dirti nulla, ti prendesse e ti baciasse lì, subito, ignorando tutti. (chi se ne frega se non ti conosco)

Ultimamente ho visto il film “Tristano e Isotta”. (Spenderei una piccola parentesi femminile e perdonatemi, forse anche un po’ superficiale, sul protagonista, James Franco: che grande carica erotica!) Il regista è stato molto bravo nel riuscire a  trasferire allo spettatore la chimica che c’è tra loro. Amore impossibile, in tutto il film vengono continuamente separati dalle circostanze, ma per tutta la durata della storia, non smettono mai di cercarsi, nonostante tutto.

Questo è l’esempio perfetto di quanto cercavo di spiegarvi sopra. La chimica scatta sempre quando non dovrebbe scattare, nei film come nella realtà, gli amori impossibili sono gli unici che durano.

Ed è così che molte donne si ritrovano infatuate di uomini molto più giovani, di uomini impegnati, dei loro capi, dei professori, di chi abita dall’altra parte del mondo, dei single che dichiarano di non volersi impegnare ecc. ecc. potrei andare avanti all’infinito.

C’è un qualcosa di profondamente irresistibile nel volere qualcuno che non devi volere. Il gusto del proibito crea una dipendenza sentimentale forte che a volte sfocia in un amore che, anche se non vissuto, durerà per sempre.

E ci saranno sempre quelle persone che per tanti motivi, o per uno soltanto, non possiamo avere, ma che ogni volta che incontreremo ci faranno tremare e accelerare il battito cardiaco, anche se saremo felici con qualcun altro al nostro fianco. Ci saranno persone con cui uno sguardo sarà sufficiente a dire tutto quello che soltanto voi due potrete mai capire e sarà una cosa solo vostra che nessuno vi potrà mai rubare. E la cosa più sbagliata da fare, è quella di non accettare che non possano essere vissuti. Cercare di renderli possibili è una condanna certa al fallimento oltre ad un’inevitabile rottura di un rapporto che, invece, potrebbe scaldare i nostri cuori per sempre.

Gli amori impossibili sono gli unici amori che durano nel nostro cuore e che, proprio perchè non consumati, non finiranno mai…

IMG_4124


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La Sirenetta seconda parte

    Sirenetta seconda parte

    Suonarono in quel momento le campane di quel grande edificio bianco, e molte ragazze comparvero nel giardino. Allora la sirenetta si ritirò nuotando, dietr... Leggere il seguito

    Da  Lory663
    TALENTI
  • Recoaro Montefalcone 2014-terza parte

    Recoaro Montefalcone 2014-terza parte

    Siamo circa al 16k e la discesa comincia a diventare molto ripida e tecnica, mi sta piacendo molto, ma devo continuamente controllare l'andatura, appena... Leggere il seguito

    Da  Andrea Dugato
    DIARIO PERSONALE, SPORT
  • Superpippo sorapache-terza parte

    Superpippo sorapache-terza parte

    dopo l'ultima scalata, quando si sbuca sulla strada, la logica dovrebbe essere quella di cambiare marcia e cioè ......CORREREEEEE!!! Leggere il seguito

    Da  Andrea Dugato
    DIARIO PERSONALE, SPORT
  • Pignare_trail 2014-prima parte

    Pignare_trail 2014-prima parte

    Il primo anno che prendevo parte a questo trail vicino a casa.A una settimana dalla superpippo, anche se non totalmente recuperato, non potevo comunque... Leggere il seguito

    Da  Andrea Dugato
    DIARIO PERSONALE, SPORT
  • Pignare_trail 2014-terza parte

    Pignare_trail 2014-terza parte

    Si ricomincia a salire finalmente, e questa è la parte che mi piace di più.Dal 10 al 14k è puro divertimento, e gli scorci che si hanno sono puro teatro delle... Leggere il seguito

    Da  Andrea Dugato
    DIARIO PERSONALE, SPORT
  • E se avessimo tutte due grandi amori?

    avessimo tutte grandi amori?

    C’è una frase di Paulo Coelho che su di me ha uno strano effetto. Da una parte la trovo meravigliosa. Dall’altra, in quanto tremendamente veritiera, riesce a... Leggere il seguito

    Da  Cenerentola
    DIARIO PERSONALE, PER LEI
  • Monza – 1^ parte

    Monza parte

    In circa 25 anni che frequento Milano, a Monza ci eravamo stati ben poche volte, più che altro per frequentare l’autodromo e per un ristorante che piaceva... Leggere il seguito

    Da  Loredana V.
    OPINIONI, TALENTI

Dossier Paperblog