Magazine Cultura

Animation-transparent Heart

Creato il 10 settembre 2012 da Iyezine @iyezine
10 Settembre 2012 A cura di: Francesco Cerisola 2012-09-10 12:00:00 Francesco Cerisola Tag: jazz jazz strumentale strumentale Bob Belden, uno dei sassofonisti più influenti degli ultimi 30 anni, ritorna con il suo progetto in continua mutazione Animation. Questa volta, coinvolti nell'operazione quattro giovani e talentuosi studenti dell'Università del Nord Texas (Pete Clagett, Roberto Verastegui, Jacob Smith, Matt Young), il nostro mette su disco otto canzoni volte a raccontare, in un certo senso, la sua storia (particolarmente legata alla città di New York). Il disco è aperto dal suono affascinante e misterioso di “Terra Incognito” (synth, sax e tromba a creare delicate atmosfere in crescendo) e dagli immensi paesaggi sonori di “Urbanoia” (prima fatiscenti e inquietanti, poi sfavillanti e vivaci, infine interrogatori e riflessivi). “Cry In The World” (lenta, sinuosa e malinconica) dopo l'approdo alla città e i negativi presagi riguardo al futuro (questo il significato dei precedenti brani), mette in scena sentimenti quali solitudine e perdita di speranza, lasciandoci nelle mani della turbolenta (ma avvolgente) “Transparent Heart”, brano dalla storia travagliata (è stato registrato almeno due volte nel periodo '99-'00 e una terza volta in vista della pubblicazione di questo disco). L'ampia “Seven Towers”, con il suo sound sottile costellato da morbidi momenti di crescita, racconta dell'11 Settembre 2001, insieme alla successiva “Provocatism” (un folto intrico ritmico su cui sax e tromba disegnano melodie sempre piuttosto inquiete e turbate). La più breve “Vanishment”, infine, mantenendosi flebile ed emotiva, descrive in maniera azzeccata l'allontanarsi dei musicisti dalla Grande Mela (a causa del costo della vita troppo alto), mentre “Occupy!”, con il suo ribollire inarrestabile, si concentra sul movimento di protesta nato nel 2011, Occupy Wall Street. Bob Belden ritorna con un disco intenso e coinvolgente. Gli otto brani presentati, grazie al serpeggiare delle melodie in ogni direzione e a una qualità esecutiva decisamente elevata (il lavoro alla batteria stupisce più di tutti), si susseguono creando ampie distese sonore in cui è impossibile non perdersi. Un graditissimo ritorno. TRACKLIST: 01. Terra Incognito 02. Urbanoia 03. Cry In The Wind 04. Transparent Heart 05. Seven Towers 06. Provocatism 07. Vanishment 08. Occupy! Autore : animation Titolo: transparent heart Anno : 2012 Etichetta : rare noise records Voto : (7.50/ 10) Animation-agemo Animation - Asiento Pauline Oliveros E Jesse Stewart-the Dunrobin Session

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :