Magazine Diario personale

archiviato febbraio

Da Leucosia

non è che marzo sia iniziato nel migliore dei modi: se fosse un film casa mia sarebbe l’estensione umana de “l’impero colpisce ancora” – sì l’impero dell’influeza!

stiamo in balia del bacillo dalla fine della settimana passata, in piena celebrazione del Carnevale. lo sapevo il Carnevale non porta bene dalle mie parti. e dire che nonostante tutto mi sono dedicata alla festività del Carnevale ho fatto persineo le chiacchiere! deliziose davvero! siamo anche andati a una festa in maschera per restare in tema, quella del compleanno di un fanciullino amico di Chicco. ma forse devo attrezzarmi con qualcosa di più incisivo. cornetti scacciaguai oppure una benedizione particolare da quel pazzariello che ancora si vede in giro per il quartiere con l’incenso beneaugurante.

ricapitolando: siamo tutti influenzati. per la precisione io lo sono ancora – dopo un febbrone a 39 e passa – sono con i decimi, chicco per fortuna è  guarito ma ha contagiato i nonni. l’unico che se l’è scampata è stato mio marito e per fortuna.

allora di questo marzo che vogliamo fare? che prospettive mi pongo? innanzitutto guarire da questa influenza -spero il più presto possibile!- e poi una  volta in buona salute, il resto viene da sé.

cerco soprattutto di veder il bicchiere mezzo pieno. il fatto che sia caduta malata ma che non sia rimasta fregata dalla febbre da cavallo – in altri tempi sarei rimasta con le gambe fregate letteralmente- vuol dire che la terapia sta dando qualche effetto positivo. ripeto in altri tempi la musica sarebbe stata ben diversa, e solo questo mi deve far pensare a quello che c’è di positivo nella situazione generale.

vorrei solo trovare la forza di essere in grado di risolvere i problemi che ci attorniano. vorrei avere il coraggio di poter cambiare, di far cambiare in meglio la mia vita e di chi mi è accanto. difficile a scriverlo figuriamoci a metterlo in pratica, ma non demordo!

 



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog